NEWS

Renault Twingo Electric: ecco i prezzi

Pubblicato 12 settembre 2020

La piccola citycar elettrica Renault Twingo, che ha un'autonomia di 180 km su percorsi misti o 250 km in città, è disponibile a partire da 22.450 euro.

Renault Twingo Electric: ecco i prezzi

ARRIVA L’ELETTRICA - La Renault Twingo Electric, la variante a batteria della citycar francese, è ora ordinabile anche in Italia. La casa ha infatti svelato il listino completo che prevede tre allestimenti: Zen, Intens e Vibes.

TRE ALLESTIMENTI - I prezzi di listino della Renault Twingo Electric partono da 22.450 euro (cifra a cui bisogna sottrarre gli ecoincentivi) per l’allestimento Zen che, tra le altre cose, include il “clima” automatico e il sistema multimediale Easy Link con display da 7” e radio DAB, compatibile con Android Auto ed AppleCarPlay. Servono 23.650 euro per l’allestimento Intens, che aggiunge la mascherina grigia con inserti blu, i cerchi in lega da 15”, i fari fendinebbia, il sistema di avviso di superamento della corsia, la telecamera di parcheggio e il navigatore con la possibilità di verificare la disponibilità delle colonnine di ricarica in tempo reale.

UNA VERSIONE SPECIALE - La Renault Twingo Electric al top della gamma è la Vibes Limited Edition, basata sull’allestimento Intens, che ha un prezzo di 24.350. Si distingue per una forte caratterizzazione estetica grazie all’inedita tinta Orange Valencia (la carrozzeria presenta anche specifiche decorazioni bianche-grigie o arancioni-grigie), la mascherina con inserti bianchi e i cerchi in lega da 16” diamantati bianchi con copri dadi di color arancione. Personalizzazione che continua anche all’interno dell’abitacolo, dove il tema delle strisce colorate viene ripreso sia sulla plancia che sui sedili che sono in tessuto/pelle. Specifici anche le soglie porta, i tappetini e la base della leva del cambio, che è di colore arancione anodizzato.

LE PRESTAZIONI - La Renault Twingo Electric trova sul mercato altre citycar già convertitesi al motore elettrico: Seat Mii electric, Smart ForTwo e ForFour, Skoda Citigo iV e Volkswagen e-up!. È alimentata da un motore elettrico posizionato sull’asse posteriore delle ruote che eroga 82 CV e 160 Nm di coppia, per una velocità massima di 135 km/h e uno sprint da 0 a 50 km/h in 4 secondi. Ad alimentarlo troviamo una batteria agli ioni di litio da 22 kWh, che garantisce un’autonomia di 180 km su percorsi misti (misurati secondo il ciclo WLTP) o 250 km in città. L’auto, come tutte le elettriche, è in grado di recuperare energia; è infatti possibile selezionare tre livelli d’intervento del sistema di recupero, dal più intenso al più blando. È possibile “fare il pieno” utilizzando una colonnina pubblica da 22 kW; con questa modalità occorrono 30 minuti per recuperare l’energia con cui percorrere 80 km nel ciclo misto. 

Renault Twingo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
196
157
83
75
147
VOTO MEDIO
3,3
3.273555
658




Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
14 settembre 2020 - 14:10
giusta considerazione però non si possono premiare gli evasori fiscali consentendo loro di godere degli incentivi...
Ritratto di Cilindrata
12 settembre 2020 - 20:12
F1ghetto in una Renault? Io direi poraccio.
Ritratto di Oxygenerator
14 settembre 2020 - 08:57
@ Cilindrata Appunto. Il completo ridicolo delle affermazioni ad kazzum, tutto perchè, han deciso, così, per partito preso, che son contro l’elettrico, non si sa il perchè....
Ritratto di Challenger RT
14 settembre 2020 - 05:06
Gli incentivi dovrebbero pagarli i dieselisti con una supertassa sul gasolio e un superbollo sulle auto diesel. Spero che la sacrosanta proposta di aumento delle accise sul gasolio diventi al più presto legge.
Ritratto di Oxygenerator
14 settembre 2020 - 08:59
@ Challenger RT Concordo con lei. Chi inquina di più, deve essere tartassato di tasse.
Ritratto di Andre_a
14 settembre 2020 - 10:07
9
Di base sono d’accordo con Challenger RT e Oxygenerator, ma prima si dovrebbe cambiare il modo in cui si trasportano le merci, altrimenti l’aumento del diesel lo pagheremmo tutti noi.
Ritratto di Oxygenerator
14 settembre 2020 - 10:46
@ Andre_a Un conto chi lo usa per i mezzi da lavoro pesante. Un’altro è chi lo prende per girare in città e zone limitrofe.
Ritratto di Andre_a
14 settembre 2020 - 11:17
9
Appunto, con la fiscalità attuale, se alziamo le accise i mezzi da lavoro pesante subiscono quasi quanto chi ci gira in città. E non sono neanche completamente d’accordo col fatto che siano un discorso diverso, il gasolio bruciato dai camion inquina almeno quanto quello bruciato dalle auto. Secondo me si dovrebbe incentivare il trasporto su rotaie e il commercio a km0, e forme alternative per chi viaggia molto per lavoro: quante volte la gente viaggia per centinaia di km quando una videoconferenza sarebbe più che sufficiente?
Ritratto di yumak
15 settembre 2020 - 08:52
1
@Andre-a Sono scettico con elettriche ma Tir elettriche potrebbe funzionare perchè loro lavoro è tra di depositi con centro di ricarica e lavoro sempre pianificato, adesso parla di camion elettrica Tesla e Nikola(questo ultimo adesso nella bufera economica). Ma Daimler(Benz) ha già lanciati due camion elettriche,anche giapponesi ma loro puntano più su idrogeno
Ritratto di Oxygenerator
14 settembre 2020 - 08:51
@ Laf1974 E quanto paga la collettività in termini di salute ??? Fare il fighetto ??? Quindi visto che ho preso una cucina e gli elettrodomestici tutti in classe a +++ sono solo un fighetto ??? Ma che kazzo dice ?? Da anni il mondo va verso l’elettrificazione, perchè altre soluzioni, nel tempo han creato dei problemi. È dal 2000 che si è presa questa decisione. Dov’era lei, dormiva ?? Bèh svegliatevi, perchè certe decisioni son già state prese. Non si tratta di fare i fighetti o no. O ci si adegua, o ci si adegua. Punto. Benvenuti nel terzo millennio, a tutti i dormienti, sperando che non siano in coma.
Pagine