NEWS

Renault Twingo Electric: ecco i prezzi

Pubblicato 12 settembre 2020

La piccola citycar elettrica Renault Twingo, che ha un'autonomia di 180 km su percorsi misti o 250 km in città, è disponibile a partire da 22.450 euro.

Renault Twingo Electric: ecco i prezzi

ARRIVA L’ELETTRICA - La Renault Twingo Electric, la variante a batteria della citycar francese, è ora ordinabile anche in Italia. La casa ha infatti svelato il listino completo che prevede tre allestimenti: Zen, Intens e Vibes.

TRE ALLESTIMENTI - I prezzi di listino della Renault Twingo Electric partono da 22.450 euro (cifra a cui bisogna sottrarre gli ecoincentivi) per l’allestimento Zen che, tra le altre cose, include il “clima” automatico e il sistema multimediale Easy Link con display da 7” e radio DAB, compatibile con Android Auto ed AppleCarPlay. Servono 23.650 euro per l’allestimento Intens, che aggiunge la mascherina grigia con inserti blu, i cerchi in lega da 15”, i fari fendinebbia, il sistema di avviso di superamento della corsia, la telecamera di parcheggio e il navigatore con la possibilità di verificare la disponibilità delle colonnine di ricarica in tempo reale.

UNA VERSIONE SPECIALE - La Renault Twingo Electric al top della gamma è la Vibes Limited Edition, basata sull’allestimento Intens, che ha un prezzo di 24.350. Si distingue per una forte caratterizzazione estetica grazie all’inedita tinta Orange Valencia (la carrozzeria presenta anche specifiche decorazioni bianche-grigie o arancioni-grigie), la mascherina con inserti bianchi e i cerchi in lega da 16” diamantati bianchi con copri dadi di color arancione. Personalizzazione che continua anche all’interno dell’abitacolo, dove il tema delle strisce colorate viene ripreso sia sulla plancia che sui sedili che sono in tessuto/pelle. Specifici anche le soglie porta, i tappetini e la base della leva del cambio, che è di colore arancione anodizzato.

LE PRESTAZIONI - La Renault Twingo Electric trova sul mercato altre citycar già convertitesi al motore elettrico: Seat Mii electric, Smart ForTwo e ForFour, Skoda Citigo iV e Volkswagen e-up!. È alimentata da un motore elettrico posizionato sull’asse posteriore delle ruote che eroga 82 CV e 160 Nm di coppia, per una velocità massima di 135 km/h e uno sprint da 0 a 50 km/h in 4 secondi. Ad alimentarlo troviamo una batteria agli ioni di litio da 22 kWh, che garantisce un’autonomia di 180 km su percorsi misti (misurati secondo il ciclo WLTP) o 250 km in città. L’auto, come tutte le elettriche, è in grado di recuperare energia; è infatti possibile selezionare tre livelli d’intervento del sistema di recupero, dal più intenso al più blando. È possibile “fare il pieno” utilizzando una colonnina pubblica da 22 kW; con questa modalità occorrono 30 minuti per recuperare l’energia con cui percorrere 80 km nel ciclo misto. 

Renault Twingo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
196
157
83
75
147
VOTO MEDIO
3,3
3.273555
658




Aggiungi un commento
Ritratto di Andre_a
13 settembre 2020 - 15:37
9
@yumak: non lo metto in dubbio, ma se guardi ora i prezzi sono altri. Potresti aver fatto un ottimo affare o abitare in una zona esclusiva della città, oppure i prezzi potrebbero essere calati... il tuo caso singolo conta poco contro le centinaia di box attualmente in vendita online.
Ritratto di yumak
13 settembre 2020 - 20:59
1
@Andre-a argomento non è costo del box ma abitavo nel semi centro in zona difficile trovare parcheggio, appena messo cartellino signora che abitava di fronte lo ha voluto a tutti i costi, adesso mi ricordo che box fianco a mio dove metterla dentro una macchina devi piegare il specchietto e per uscire devi fare la contorsione ha preso 50k, non lo so adesso che cifra gira cmq chi cerca box non cerca 500m da dove abiti ma più vicino possibile.
Ritratto di v8sound
13 settembre 2020 - 12:57
Andre_a. Io trovo invece più curioso che pur non sostenendone la necessità, quei 2 o 3 proprietari di EV il box auto invece ce l'abbiano, tant'è che in ogni occasione ribadiscano (a ragione) che per le percorrenze tipiche giornaliere sia sufficiente la ricarica da casa.
Ritratto di allatast
13 settembre 2020 - 13:32
con questo tipo di bev economiche , con quindi autonomia bassa e ancor più velocità di ricarica lenta , il punto di rabbocco a casa è ancor più inevitabile che su quelle più costose . è impensabile farsi tot anni tali che –--mediamente--- ogni 2-3 giorni col bello e brutto tempo , che ti ci senti o meno , impegni più o meno pressanti, devi metterti in macchina e perdere minimo mezzora di tempo alla colonnina pubblica . o analogamente 1 intera ora ogni 4-6 giorni . se ne saltano facilmente 8 ore al mese, cioè una giornata lavorativa . ognuno monetizzi di conseguenza
Ritratto di Andre_a
13 settembre 2020 - 15:45
9
@v8sound: abbiamo proprio in questo forum l’esempio di uno che ha l’elettrica ma la tiene fuori.
Ritratto di v8sound
13 settembre 2020 - 16:54
Andre_a. L'eccezione conferma la regola, cmq non mi riferivo a RubenC ma ai commenti che ogni tanto si leggono tra i possessori di EV. Comunque, RubenC non ha il garage... ok, quel che è necessario non è il box chiuso in sé ma uno spazio in proprietà privata o contiguo ad essa da cui derivarsi x effettuare le ricariche. Diversamente devi usare le colonnine, se c'è sotto casa o nel posto di lavoro ok, sennò che fai? La lasci lì per poi riprenderla dopo qualche ora? Ma di che parliamo, scusa?
Ritratto di v8sound
13 settembre 2020 - 17:00
Senza contare che per qualche EV c'è la possibilità di ricaricare gratis dai SC.
Ritratto di yumak
14 settembre 2020 - 14:54
1
Vorrei sapere come se la cava.
Ritratto di RubenC
13 settembre 2020 - 15:56
1
Io non ho garage...
Ritratto di yumak
15 settembre 2020 - 21:03
1
Ho capito che hai una tesla ma la tieni fuori, raccontaci tuo tipo di uso, abiti a Milano? la usi tutti i giorni per andare a lavoro o la usi solo nel weekend? Dove carichi, hai la colonnina sotto la casa o vicino a ufficio? Graziè.
Pagine