La Renault Zoe ai blocchi di partenza

27 febbraio 2013

Iniziano le vendite della Renault Zoe che si muove grazie a un motore elettrico di 88 CV: costa 13.700 euro con l'incentivo.

La Renault Zoe ai blocchi di partenza

CI SIAMO - È arrivato il momento del mercato per la Renault Zoe, il modello elettrico forse più atteso per le dimensioni particolarmente adatte al contesto urbano, quello dove più di ogni altro la trazione a emissioni zero è la benvenuta. Dopo un’incertezza durata parecchio tempo, ieri la Renault ha finalmente comunicato che le vendite della Zoe cominceranno in Francia il 15 marzo. Per il prezzo occorre un discorso articolato. 

13.700 EURO PIÙ INCENTIVO - I francesi che la compreranno pagheranno la Renault Zoe 13.700 euro, che è l’importo risultante dalla sottrazione dal prezzo di listino  dell’incentivo statale previsto in Francia per i veicoli elettrici. Volendo sapere dunque qual è il prezzo di listino praticato dalla Renault occorre fare i conti, partendo dal fatto che per le auto elettriche lo Stato francese concede fino a 7.000 euro, ma con la precisazione che comunque non si deve andare oltre il 30% del prezzo ufficiale. Ciò significa che i 13.700 euro richiesti dalla Renault sono il 70% del prezzo di listino, che è di 19.571 euro, mentre l’incentivo è di 5.871 euro.
 
 
UN CANONE A PARTE PER LA BATTERIA - Ma non è finita. Oltre al prezzo d’acquisto, per avere la Renault Zoe occorre sottoscrivere il contratto di affitto per le batterie che fanno funzionare il motore della vettura;  un canone che parte da 79 euro al mese per una percorrenza massima di 12.500 chilometri all’anno per tre anni. 
 
 
IPOTESI DI PREZZO PER L’ITALIA - Evidentemente fuori dalla Francia bisogna vedere se esistono contributi statali e a quanto ammontano. In Italia, in base agli aiuti che entreranno in vigore dal prossimo 14 marzo (e con fondi limitati: non più di 4,5 milion di euro per i privati) si tratta di una cifra pari al 20% del prezzo di listino, fino a un massimo di 5.000 euro. Il che significa che a considerare il tetto massimo di incentivo, il prezzo di listino dovrebbe essere di 25.000 euro (con prezzo effettivo dunque di 20 mila euro). Immaginando invece che la Renault voglia praticare lo stesso prezzo stabilito in Francia, in Italia chi intendesse comprare la Renault Zoe dovrebbe pagare 15.656 euro, con incentivo di 3.914 euro. Se invece la Renault vorrà che gli automobilisti italiani paghino gli stessi soldi sborsati dai colleghi francesi (13.700 euro), allora il prezzo di listino sarebbe 17.125 euro, con incentivo di 3.425 euro. Niente da stupirsi se ci sarà una via intermedia.
 
 
AUTONOMIA REALE DI 150 KM - Il motore della Renault ha una potenza di 88 CV, capace di far scattare la Zoe da 0 a 50 km/h in 4 secondi. Al momento dell’omologazione per la Renault Zoe è stata calcolata una autonomia di oltre 200 km, ma la Renault preferisce parlare di una soglia tra 100 e 150 km con una guida urbana normale. In proposito c’è da dire che a voler sfruttare per intero le capacità di autonomia, per l’affitto delle batterie occorre pagare parecchio di più dei 79 euro al mese previsti per una percorrenza di 12.500 euro all’anno (equivalenti a 34 chilometri al giorno).


Aggiungi un commento
Ritratto di Renault90
27 febbraio 2013 - 17:48
Auto davvero niente male mi piace parecchio, per la storia delle batterie mi sembra esagerato pagare 79 € al mese per poi 12.500 km annui troppi pochi km per il prezzo di noleggio delle batterie.
Ritratto di LucaPozzo
27 febbraio 2013 - 20:06
Uh bello, la Zoe entra in commercio....per la 14esima volta in 8 anni. Scherzi a parte, l'hanno presentata a Ginevra in tutte le salse. Ogni volta era "quasi pronta, sarà sul mercato a breve". Speriamo sia la volta buona (anche se credo che i controller Renault stiano facendo gli scongiuri perchè non lo sia)
Ritratto di mogrsi
28 febbraio 2013 - 13:33
io penso che abbiano semplicemente aspettato gli incentivi...
Ritratto di mpresti
28 febbraio 2013 - 09:49
Quindi ogni mese occorre sborsare 80 euro per fare circa 1000 km più il costo della ricarica elettrica che per 1000 km in un mese diciamo occorrerà ricaricarla se va bene 6 - 7 volte con un costo per ogni ricarica di circa 4 - 5 euro. In un mese si paga in tutto la bellezza di 115 euro. Con 115 euro si comprano 65 litri di gasolio e una vettura medio piccola può percorrere alla media di 16kml 1040 km. Quindi considerando che la corrente in italia è prodotta anche dalle inquinantissime centrali a carbone e che la Francia con il nucleare inquina comunque con le sue scorie quest'auto NON HA SENSO.
Ritratto di camaro4ever
28 febbraio 2013 - 16:25
3
hai perfettamente ragione, oltretutto costa di piu' ed ha grossi limiti di autonomia, per non parlare dei tempi di ricarica (e dei punti di ricarica, che non sono certo diffusi come i distributori). In questi termini, e con prezzi simili, non ha proprio senso. La batteria dovrebbe essere data in comodato d'uso gratuito, per poterla rendere concorrenziale almeno nei costi di gestione.
Ritratto di Max6691
28 febbraio 2013 - 11:21
Per rendere l'acquisto e l'utilizzo impossibile (km autonomia, noleggio batteria), la tecnologia per l'auto elettrica c'è, vedi Tesla, ci vuole solo una casa automobilistica che si prenda la responsabilità di eliminare l'utilizzo dei combustibili tradizionali con auto elettriche con autonomie ragionevoli, anche nel prezzo, senza fare auto che vanno da zero a cento in 4 secondi ma auto utilitarie accessibili a tutti.
Ritratto di sdrino
28 febbraio 2013 - 19:34
Piccola correzione: fa da 0 a 50 Km/h in 4 secondi, non da 0 a 100... Comunque per le percorrenze prevedibili per questo tipo di auto sarebbe più ragionevole un canone batterie dimezzato per renderle, se non più convenienti, almeno competitive con i motori a benzina o metano. 79€/mese è un disincentivo.
Ritratto di Max6691
28 febbraio 2013 - 19:44
Mi sono spiegato male, intendevo altre auto elettriche che hanno prestazioni da ferrari secondo me inutili, potrebbero fare benissimo un auto di segmento B elettrica con prestazioni da segmento, autonomia da 250 km in su e prezzi sui 15/18.000 euro senza costi di noleggio con batterie garantite 5 anni con estensione a8/10 anni con un adeguato sovraprezzo, allora si potrebbe parlare di innovazione.
Ritratto di Fantomas72
28 febbraio 2013 - 12:02
La preferirei anche elettrica alle varie Smart , Aygo , Adam ecc. Ha un design azzeccato , moderno ,peccato che l'autonomia non arriva a 300 km ...!!
Ritratto di mogrsi
28 febbraio 2013 - 13:39
l'80% dei guidatori percorre meno di 100km/giorno...
Pagine