NEWS

Report ha messo "sotto torchio" Marchionne

28 marzo 2011

La trasmissione di Rai 3, andata in onda ieri sera, è riuscita a porre alcune domande a Sergio Marchionne, notoriamente molto difficile da intervistare. Dei tanti punti toccati, ecco quelli salienti.

TUTTO DA DECIDERE - La puntata di Report, il programma d'inchiesta in onda su Rai 3, dal titolo “AutoAllenza” ha cercato di fare il punto sull'operato di Marchionne e sui piani futuri della Fiat. Tra gli argomenti più “caldi” c'era quello relativo allo spostamento della sede legale in america per la futura società che nascerà dalla fusione di Fiat e Chrysler: "Io ho semplicemente detto, per chiarezza, che la scelta di dove sarà la sede legale dopo che la Chrysler andrà in borsa è una decisione da prendersi sulla base della governance, non è un problema di oggi" ha risposto Marchionne. Riguardo alla proprietà del "colosso" che nascerà dalla fusione, alla domanda: "La famiglia Agnelli resta in Fiat", il manager italiano ha risposto: "Questa è una domanda da fare alla famiglia Agnelli".

ALFA E FERRARI - Durante la puntata Sergio Marchionne ha ribadito che la Ferrari non è in vendita, “non per il momento”. Per quanto riguarda l'Alfa Romeo, un “chiodo fisso” di Ferdinand Piëch, super boss del gruppo Volkswagen, alla domanda della giornalista Marchionne ha detto: sono stati “di una chiarezza brutale” riferendosi alle intenzioni dei tedeschi. Un argomento sul quale, però, Jochem Haeizmann, un membro del consiglio di amministratore della Volkswagen, interpellato da Report, si è trincerato dietro a ripetuti “no, no comment”.

GIUGIARO, UNA PERDITA - La trasmissione di Milena Gabanelli ha toccato anche il tema dell'acquisizione della Italdesign di Giugiaro. “Ho fatto molto per la Fiat, più che per la Volkswagen, però arriva Marchionne e si dimentica della mia azienda”, ha dichiarato Giorgietto Giugiaro. Che alla domanda sul perché abbia scelto la Volkswagen risponde: “ma scusi, io in quattro, cinque anni da quando è arrivato Marchionne ho fatto un restyling del frontale di una vettura. E come ricerca di prodotto proprio niente”.

AIUTI PUBBLICI - La reazione di Marchionne si fa più animata quando la giornalista Giovanna Boursier, parla di aiuti pubblici alla Fiat: “ È scoppiato un disastro finanziario che ha messo tutti in ginocchio. La Fiat è sopravissuta a quell’evento da sola, senza l’aiuto di nessuno, non ha chiesto al governo, è andata a finanziarsi da sola. Gliela vogliamo riconoscere un po’ di bravura? Invece di stare a picchiare la Fiat dalla mattina alla sera, gli volete riconoscere un po’ di abilità?” ha dichiarato il top manager. Interessante anche il passaggio nel quale Marchionne precisa che la Fiat intende sviluppare i nuovi modelli, necessari per invertire la contrazione delle vendite in Europa, e già previsti dal piano industriale 2010-2014, non attraverso nuovo indebitamento, ma attraverso i profitti realizzati vendendo le vetture.





Aggiungi un commento
Ritratto di Mister Grr
29 marzo 2011 - 19:32
coi soldi nostri degli anni 90 centra mister romiti, che tanto si lamenta di marchionne e poi lui i nostri soldoni li ha presi eccome... Che sputi sull'italia, faccia pure, non mi interessa, anche questo lo fa chiunque (basti pensare da chi siamo governati e da chi controbatte (fine OT)), neanche di questo mi stupisco, siamo noi i primi a gettar mèrda sull'italia, non stupiamoci se lo fanno gli altri (mi dispiace dire certe cose, ma siamo i primi a lamentarsi di qualunque cosa). Il discorso che si fa per lancia lo si può fare per porsche (strano che una cosa sportiva fa berline e suv...mica è un marchio sportivo?), ma anche questo non mi tange particolarmente, perchè io la guardo da un altro punto di vista: gli operai lavorano? BENISSIMO, possono portare a casa più soldi rispetto a quando sono i C.I., ricordiamo che in spagna gli operai nissan si sono perfino fatti ridurre lo stipendio pur di lavorare! Il discorso che fai non è sbagliato, eh. Solo che non mi interessa, perchè sinceramente, al posto di marchionne, io farei lo stesso. E non mi vergogno a dirlo! Cosa gliene frega a lui dell'italia? Della Fiat? A lui basta guadagnare...ma, ripeto, se fosse andato qualunque Pinco Panco avrebbe fatto gli stessi ragionamenti suoi (ROMITI, PER DIO!). Ma di cosa vi stupite?
Ritratto di maverick2010
28 marzo 2011 - 22:18
E dopo l'ennesima caga...ta di marchionne e la sua fiat volgio vedere chi ha ancora il coraggio come ha fatto in passato di difenderlo.........un uomo che ha deturpato il made in italy per regalarlo agli americani....un capo d'azienda che pur di guadagnare subito e costruirsi le sue ville in svizzera ha utilizzato l'aiuto dello stato italiano, senza minimamente preoccuparsi di risolvere il vero problema della fiat e cioe' la qualita' pessima dei prodotti effetto di una manovalanza sottopagata e scontenta.......ha cancellato l'arte delle linee italiane vedi giugiaro e company per importare obrobi americani e ricarrozzarli con lo stemma che se ne cade lancia e riproponendo il nome di leggende come thema........io da italiano mi sono rotto di vedere gente lurida e ipocrita come questi signori e come anche montezemolo che pizzicato da al volante sulla qualita' del prodotto lancia thema non ancora a livello delle tedesche ti ha anche il coraggio di rispondere che nel segmento lusso non conta la qualita'....BASTAAAAAAAAAA i tedeschi tanto odiati sanno costruire auto eccellenti e sanno anche dare lustro a cio' che l'italia ha bistrattato e cioe' il design di Giugiaro.........Che ben venga un'alfa-Vw perche' deve arrivare il momento per signori come marchionne e la m minuscola non e' un errore di capitolare e puzzarsi di fame come i lavoratori fiat o come altri che tutti i giorni devono quadrare il bilancio familiare mentre i cosiddetti manager si comprano le ville in svizzera
Ritratto di jamp83
29 marzo 2011 - 12:02
1
lui nn capitolerà mai...come hanno detto a report lui alla fine se ne uscirà con 250 milioni in saccoccia e potrebbe essere il secondo azionista di maggioranza dopo gli Agnelli...
Ritratto di romeo64
28 marzo 2011 - 23:35
Non capisco proprio certi commenti senza una logica... fino aprova contraria marchionne ha risollevato ECONOMICAMENTE la fiat. La FIAT sta "comprando" CHRYSLER e non il contrario. ha fatto delle scelte strategiche dettate dal momento ECONOMICO e la risposta l'avremo entro due anni come da piani strategici.... Li sapremo chi ha ragione, se i commentatori... la fiom... quelli che non hanno niente da fare... OPPURE chi ha gia' dimostrato nella vita.... non c'e' bisogno della sfera di cristallo.... qualcuno si ricordi di quello che diceva sulla GIULIETTA!!!!
Ritratto di romeo64
28 marzo 2011 - 23:35
Non capisco proprio certi commenti senza una logica... fino aprova contraria marchionne ha risollevato ECONOMICAMENTE la fiat. La FIAT sta "comprando" CHRYSLER e non il contrario. ha fatto delle scelte strategiche dettate dal momento ECONOMICO e la risposta l'avremo entro due anni come da piani strategici.... Li sapremo chi ha ragione, se i commentatori... la fiom... quelli che non hanno niente da fare... OPPURE chi ha gia' dimostrato nella vita.... non c'e' bisogno della sfera di cristallo.... qualcuno si ricordi di quello che diceva sulla GIULIETTA!!!!
Ritratto di romeo64
28 marzo 2011 - 23:49
Perche' non diamo la ferrari ai tedeschi cosi ci mettono un bel diesel magari porsche!!! l'Alfa, maserati ferrari, ducati, lamborghini.... sono diventate grandi con la passione e l'intuito italiano... non credo serve la standardizzazione tedesca, se c'e' un management FIAT solido. Io giro in continuazione l'EUROPA e quando vedono una giulietta passare... c'e' molta ammirazione...... perche' è un'alfa ed e bella! gli vogliamo dare qualche chance a chi ha prodotto questi modelli questa e' la terza alfa totalmente marchionne..... la mito e l'altra vi ricordo e la 8C!!!!!!!!!! che macchine volete da alfa la a1 con lo scudetto???
Ritratto di romeo64
28 marzo 2011 - 23:59
X MAVERIK VORREI RICORDARE CHE MARCHIONNE HA PORTATO LA FIAT AD UTILI ANNUALI ANCHE ABBONDANTEMENTE SOPRA IL MILIARDO, MENTRE PRIMA TANTI ANNI DI PERDITE... E PER ME LA VILLA SE LA PUO' COMPRARE TRANQUILLAMENTE. PER GLI OPERAI MI DISPIACE... MA SE HANNO UNA PRODUTTIVITA' TRA LE PEGGIORI D'EUROPA NON E' COLPA DI MARCHIONNE CHE NELLE FABBRICHE ALL'ESTERO, VEDI POLONIA PRODUCE IL TRIPLO.... DI SOLITO GLI STIPENDI ANDREBBERO ANCHE GUADAGNATI... NON SONO SEMPRE SOLO UN DIRITTO..... POI SE VOGLIONO COMPRARE AUTO STRANIERE FACCIANO PURE... LO SCONTO SPECIALE AI DIPENDENTI LA FIAT GLIELO FA.......
Ritratto di SempreAperto
29 marzo 2011 - 09:40
Andate a vedervi il film "il gioiellino". È sulla vicenda Parmalat. Io sarò paranoico ma vedo tante attinenze con la situazione finanziaria di Fiat.
Ritratto di porcellino
29 marzo 2011 - 10:32
Dobbiamo essere più nazionalisti... Le nostre auto non hanno niente da invidiare a nessuno....... e ve lo dico io che lavoro a Pomigliano sulla linea motori ALFA 159,posso dirvi che io e i miei colleghi siamo molto pignoli sui motori, e ci rende orgogliosi sentirli urlare quando escono dalla catena,nonostante i 1180 euro al mese quando lavoriamo tutto il mese(perchè stiamo a cassa integrazione da quasi 3 anni lavorando 3 giorni al mese e prendendo 800 euro al mese).
Ritratto di SHAOLIN QUAN
29 marzo 2011 - 13:07
Lampedusa,la mia Regione(CAMPANIA),le Istituzioni,gli imprenditori...ormai mi confermano che nn esiste piu'niente di umano.E'inutile che canticchiano Fratelli d'Italia,questo e'uno schifo.E'uno schifo che dopo incentivi statali cronici,si proponga questo piano industriale!Fusione,sede a Detroit?!MA lo Stato che fa?Che dice Tremonti che parlava di un'economia a misura d'uomo e eticamente orientata?sta zitto?Io nn lo so,non lo sento piu',se qualcuno ha sue notizie perche'io non ne ho!E ancora immondizia per strada di nuovo,2500 euro agli immigrati per rimborso rimpatrio( e ora c'e'la destra...figuriamoci),contratto collettivo nazionale disintegrato,strade al disarmo,sanita'al collasso...programmi nucleari su territori sismici,benzina alle stelle...Possibile che sia stata in prima linea la politica solo per scalate bancarie dubbie,prostituzione,corna , affari immobiliari poco chiari ,appalti poco trasparenti,centri di potere!?E ora che serve la politica dov'e'?Qualcuno vuol dire a Marchionne che un'operazione del genere implica danni alla collettivita'e al Paese Italia?Qualcuno vuol dirlo?Qualcuno vuol agire?Esistono tanti strumenti eppure,niente.I 150 anni d'Italia sono queste cose qui,sono gli anni che dovevano significare rinascita economica,culturale e invece niente.Prima erano casate straniere a opprimerci,ora non c'e'niente..anzi no forse l'oppressione e l'ansia son rimaste.Come mi intristisco a vedere il posto piu'bello del mondo amministrato cosi'...MALE!
Pagine