NEWS

A Roma le prime strisce pedonali a led

29 luglio 2018

In una via della capitale sono entrati in funzione i primi attraversamenti pedonali segnalati con luci a led annegate nell’asfalto.

A Roma le prime strisce pedonali a led

NOVITÀ TECNICA - A Roma, all’incrocio tra via dell’Amba Aradam e Porta Metronia, da ieri le strisce pedonali sono illuminate. Non dai diffusi lampioni che concentrano il fascio di luce sugli attraversamenti per i pedoni, ma con led inseriti in pannelli a loro volta “annegati” nell’asfalto. Il risultato è una piena visibilità notturna, a tutto vantaggio della sicurezza. L’intervento era stato deciso nei mesi scorsi anche in conseguenza delle polemiche e delle proteste conseguenti a un incidente in cui aveva perso la vita una ragazza romana, investita appunto sulle strisce. L’installazione era iniziata a maggio e ieri sera i led sono stati “accesi”. 

IN VISTA DI ALTRE INSTALLAZIONI - La soluzione migliora la sicurezza dell’incrocio e l’amministrazione comunale è intenzionata a valutare gli esiti di questo primo caso per decidere l’installazione dei led anche in attraversamenti pedonali di altri incroci della città. Il progetto dell’insediamento dei led invia dell’Ambra Aradam e Porta Metronia comprende anche altre misure, come nuovi semafori, sistemazione e ampliamento delle aree pedonali, la riduzione del traffico consentito nelle zone ZTL (anche con esclusione dei pullman turistici), la messa in funzione di ulteriori dispositivi per il rilevamento della velocità.

Aggiungi un commento
Ritratto di Andrea Di Romolo
30 luglio 2018 - 21:35
Vi consiglio uscita Palasport Roma, e guardate il Ministero dello Sviluppo Economico, sembra Beirut dopo un bombardamento, tapparelle roote, finestre chiuse con la plastica e però un immancabile amore per le piante che sountano da ogni finestra... ma che è una serra? Purtroppo ci siamo abituati al degrado ed il Ministero dello sviluppo economico ne è un esempio eloquente. Non parliamo del resto. Purtroppo solo se spostassero fisicamente i ministeri ci sarebbe qualche speranza. Comunque le persone all'interno non c'entrano, loro dopo tanti anni pensano anche di lavorare... e si impegnano pure... :-)
Ritratto di Massimo Giulia
31 luglio 2018 - 13:48
Ovvio e magari ti vien voglia di metterli sotto quando attraversano...
Ritratto di acterun
31 luglio 2018 - 12:50
Le cose semplici no? Se le strisce non fossero sbiadite, se la segnaletica fosse visibile, se le strade fossero illuminate e se i guidatori prestassero attenzione non servirebbero spese inutili. i soldi li utilizzino per le cose serie, compresa la presenza di agenti sulle strade e quando inizieranno a saltare patenti la gente inizierà a guidare come si deve. E anche i pedoni magari staranno più attenti.
Ritratto di Massimo Giulia
31 luglio 2018 - 13:45
Il problema non sono le strisce che non si vedono, le possono fare anche a led, colororate blu e bianco, il problema è che sulle strisce non si ferma nessuno. Proprio stamattina attraversavo sulle strisce, ben visibili, ed una non è fermata, poi mi ha fatto il gesto di scusa, ma scusa di che!!
Pagine