NEWS

Sarà la S60 la prima Volvo senza diesel

16 maggio 2018

La nuova generazione della Volvo S60, attesa fra pochi mesi, non avrà motori a gasolio ma solo benzina e ibridi.

Sarà la S60 la prima Volvo senza diesel

PROBLEMA DI COSTI - La Volvo metterà in vendita la nuova edizione della berlina media Volvo S60 senza motori diesel, ma soltanto con benzina e ibridi. Lo ha annunciato la casa svedese, spiegando che la decisione non è legata solo all’inquinamento e ai costi di sviluppo per consentire ai motori diesel di superare le future norme sulle emissioni, ma rientra nella strategia già annunciata dalla Volvo di rinunciare progressivamente ai motori termici in funzione, prima di quelli ibridi e poi degli elettrici puri. Come primo passo, la Volvo vuole arrivare al 2025 con la metà delle auto vendute dotate di motore elettrico.

DUE IBRIDI? - La nuova Volvo S60 (qui sopra in un'immagine spia senza camuffature pubblicata da Teknikens Värld) verrà presentata fra poche settimane e dovrebbe essere in vendita entro la fine del 2018. Lunga circa 476 cm, ha dimensioni in linea con le rivali Alfa Romeo Giulia, Audi A4 e BMW Serie 3. Mancando i diesel, i motori saranno i soli benzina, presumibilmente i 4 cilindri 2.0 T4 (190 CV), T5 (247 CV) e T6 (310 CV), ai quali si aggiungeranno poi due versioni ibride e un'elettrica pura. I motori a benzina dal 2019 saranno dotati di un nuovo sistema ibrido leggero a 48 Volt.

Aggiungi un commento
Ritratto di bridge
16 maggio 2018 - 22:15
1
Le vendite delle auto con motore a gasolio sono in forte calo in quasi tutta Europa... Nei mercati di riferimento della S60 i motori diesel sono poco considerati.
Ritratto di lucios
16 maggio 2018 - 22:32
4
E beh, con la campagna di demonizzazione che c'è stata, vorrei ben vedere!!! Cmq, le case che sono all'avanguardia sul piano dei costi e delle tecnologie stanno continuando ad investire (PSA, BMW, VW, RENAULT).
Ritratto di palazzello
17 maggio 2018 - 08:38
Sono in forte calo come dici tu non perché' ci sia un effettiva valorizzazione, da parte del cliente sano di mente, dei costi di un diesel piuttosto che di un benzina ma perché stanno facendo una campagna di demonizzazione del diesel, una campagna ambientalista che spaventa i consumatori che sono dei polli!!! E il diesel non è il principale problema!!!!
Ritratto di Mark R
16 maggio 2018 - 22:55
Mah... Mancanza di know how non credo.... Semplicemente investono su nuove tecnologie che hanno un futuro certo... Il diesel non ha futuro. Ai tedeschi fa paura la decisione che ha preso Nissan, ora in parte volvo.... E soprattutto Toyota che solo con 4 marchi produce le stesse vetture del gruppo vag... Nissan poteva benissimo adottare i motori diesel della Renault (dato che sembrano così buoni... Poi a lungo termine si vedrà)... Eppure ha scelto di non commercializzare diesel fra poco tempo.... PS: da quello che so bmw (perché in R&D, dove lavoro, lavoriamo per bmw) investe molto nel benzina più che nel diesel perché ha ancora margini di miglioramento.
Ritratto di lucios
17 maggio 2018 - 01:09
4
Nissan e Toyota semplicemente sono giapponesi e loro non hanno la cultura del diesel. Probabile pure che Nissan abbia lasciato il diesel in quanto le altre due case continueranno a farlo. Quanto ai tedeschi, siamo propri sicuri che stiano tremando. Considerare che l'europa la fa ancora da padrone a livello di mercato mondiale assorbendo il 40% del mercato. Toyota ha 4 marchi ma è praticamente presente ovunque. E' forse la casa automobilistica con la più grande rete distributiva al mondo.
Ritratto di Mark R
17 maggio 2018 - 18:43
Perchè il gruppo VAG non è presente ovunque con tutti i marchi che ha?? Seat, skoda, audi, vw, porsche etc.... Infatti i giapponesi sono più avanti... già dal 1997 toyota in commercio aveva l'ibrido....
Ritratto di delfinod72
17 maggio 2018 - 09:56
10
Sul AUTo.it leggevo che il diesel avrà ancora molti anni davanti a sè in quanto i nuovi motori diesel saranno molto più puliti e saranno certificati con la prova su strada, non come avvine oggi sui rulli, ci sarà una diminuzione del 13-15% di emissioni, e sarà acquistato solo da chi veramente percorre molta strada, non come oggi che lo comprano auto diesel solo per andare a fare la spesa.
Ritratto di Mark R
17 maggio 2018 - 18:41
....Si quel 13-15% in meno parte dalle emissioni odierne che rientrano forse nelle tolleranze. Vorrei far riflettere su una cosa.... "leggevo che il diesel avrà ancora molti anni davanti a sè in quanto i nuovi motori diesel saranno molto più puliti etc etc". Come fanno a dichiarare ciò se a priori il diesel è un carburante meno raffinato e contiene oli esausti di ogni genere? Il carburante sempre diesel rimane; la benzina in confronto è pulita e per questo ha margini di miglioramento in quanto il carburante è più raffianto... Ricordo, quasi in ogni commento, che la legge di Lavoisier è tutt'ora valida... "nulla si crea nulla si distrugge, tutto si trasforma".... Questa è chimica elementare.
Ritratto di delfinod72
17 maggio 2018 - 09:56
10
sembrerebbe bella, quella con 310 cv chi la compra con il superbollo che abbiamo mi sembra irragionevole produrla in Italia. Sul AUTo.it leggevo che il diesel avrà ancora molti anni davanti a sè in quanto i nuovi motori diesel saranno molto più puliti e saranno certificati con la prova su strada, non come avvine oggi sui rulli, ci sarà una diminuzione del 13-15% di emissioni, e sarà acquistato solo da chi veramente percorre molta strada, non come oggi che lo comprano auto diesel solo per andare a fare la spesa.
Ritratto di studio75
17 maggio 2018 - 10:35
5
@Lucios. Non ce lo vedo più il basso di gamma per Volvo. Ormai i prezzi partono tutti da cifre molto elevate. Anche se ci sarà una nuova V40 , penso partiranno dai 30k come per mercedes classe A.
Pagine