Al Salone di Francoforte la rivoluzione della Volvo

5 settembre 2011

Sarà svelato un prototipo "fondativo" della nuova Volvo, che svela una inedita generazione di motori a quattro cilindri, un pianale modulabile e il nuovo corso stilistico della casa svedese.

Al Salone di Francoforte la rivoluzione della Volvo

TUTTI QUATTRO CILINDRI - VEA, Volvo Enviromental Architecture, questa è la sigla dei nuovi motori turbo a quattro cilindri dotati di sistema common-rail (i diesel), e iniezione diretta di carburante (i benzina), che la Volvo presenterà al Salone di Francoforte insieme a un prototipo che resta ancora misterioso. Destinati a sostituire anche gli attuali motori a cinque e sei cilindri, permetteranno di “tagliare” sensibilmente i consumi (fino al 35%) e ridurre i costi di sviluppo: il 40% delle componenti sarà in comune.

PRONTI PER L'IBRIDO - Sviluppati per essere inseriti in posizione trasversale nel vano motore, i nuovi motori saranno già predisposti per essere abbinati a moduli ibridi come il sistema Kers che sta sviluppando la Volvo: recupera l'energia attraverso un volano e, secondo la casa svedese, permette di tagliare i consumi del 20% e fornire un “boost” di 80 CV in piena accelerazione (leggi qui per saperne di più).

UN'UNICA “OSSATURA” - Altra novità fondamentale per il contenimento dei costi sarà la nuova piattaforma modulare denominata SPA (Scalable Platform Architecture) che permetterà di costruire sulla stessa linea di montaggio modelli di diverse dimensioni. Per quanto non siano state ancora svelate le caratteristiche di questo nuovo pianale, la Volvo assicura che permetterà di avere modelli più leggeri di 100-150 kg rispetto agli attuali modelli di pari dimensioni.

NUOVO DESIGN - Infine, il prototipo che vedremo al Salone di Francoforte "vestirà" un nuovo stile che dovremmo ritrovare sui futuri modelli della Volvo: avranno un aspetto più personale e “dinamico”, come richiesto dai gusti degli automobilisti che acquistano auto di prestigio. Si dovrebbe trattare di un'evoluzione di quanto già anticato con il prototipo Universe (nella foto in alto un particolare), presentato al Salone di Shanghai (leggi qui per saperne di più).



Aggiungi un commento
Ritratto di Fede97
6 settembre 2011 - 10:33
costeranno sorattutto di meno i motori, ma il pianale forse anche no D: comunque accetto la sfida della Volvo :DDDD
Ritratto di fabri99
6 settembre 2011 - 13:51
4
Vorrei proprio vedere cosa salta fuori... BD
Ritratto di fogliato giancarlo
7 settembre 2011 - 02:54
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di artoten
7 settembre 2011 - 10:04
Mi ricordo una vettura che gareggiava in non mi ricordo quale competizione che utilizzava un volano come le macchinine che si trovavano nei vovetti di cioccolato. Ricordo che ai saloni uscivano prototipi di auto con motori endotermici (alcuni azzardavano pure una turbina) non collegati alle ruote ma che servivano solamente per caricare le batterie dei motori elettrici che muovevano la vettura. Dopo 16 anni l'unica che presenta qualcosa è una casa automobilistica in mano agli indiani! Che probabilmente hanno solo aperto un cassetto impolverato.
Ritratto di viva fiat
7 settembre 2011 - 11:31
volvo fa auto sicure ma bruttissime è destinata a fallire a scapito di fiat
Ritratto di volvo96
17 ottobre 2011 - 20:47
hahahah!! complimenti per la battuta!! infatti le volvo sono talmente brutte che vendono non come le tedesche ma come le altre... vogliamo sempre parlare delle fiat che sono orrende auto squadrate?? o del fatto che ci sono gli stessi modelli da 9 miliardi di anni oppure preferisci parlare della freemont '?? non sapendo come fare un auto hanno preso l'idea di un altro... la fiat vende solo perchè gli italiani invece di prendere una estera ( senz'altro migliore e più sicura ) prendono la fiat che è "italiana" .... poi scusa tanto se al robotizzato alfa continuano a dire che è pronto ma non sanno come farlo...
Pagine