NEWS

Scandalo diesel: la Volkswagen riadatterà le auto non conformi

29 settembre 2015

Si preannuncia un maxi richiamo per le auto del gruppo Volkswagen con il motore 2.0 TDI con motore EA 189 Euro 5.

Scandalo diesel: la Volkswagen riadatterà le auto non conformi
IMPEGNO PER UNA SOLUZIONE - La Volkswagen ha diffuso oggi un comunicato con cui annuncia che in ottobre presenterà alle autorità competenti le soluzioni a cui sta lavorando per poter intervenire sulle auto Euro 5 con il motore 4 cilindri 2.0 TDI (nome in codice EA 189) per renderle pienamente rispondenti alle norme sulle emissioni inquinanti. La casa parla di un riadattamento, senza precisare di più. Intanto le vendite delle auto soggette a richiamo ancora giacenti presso le concessionarie sono state fermate in vari paesi, fra cui l'Italia.
 
 
11 MILIONI DI AUTO DA RICHIAMARE - Le vetture da riadattare sono potenzialmente 5 milioni di Volkswagen, 2,1 milioni di Audi, 1,2 milioni di Skoda, 1,8 milioni di veicoli commerciali e 700.000 Seat. Anche se il numero potrebbe essere inferiore, dato che il programma che attiva una speciale modalità volta a ridurre le emissioni durante i test di laboratorio rispetto a quanto poi fatto registrare su strada, potrebbe essere attivo solo su alcuni modelli. I possessori di queste auto riceveranno la comunicazione di un imminente richiamo dopo che sarà approvata dalle autorità tecniche competenti. La Volkswagen precisa che metterà a disposizione nelle varie nazioni appositi siti web per informare i proprietari sulle azioni in corso.




Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
29 settembre 2015 - 19:59
C'era un senso fino all'ultima frase, perché "tutti i prodotti dell'intero gruppo" vuol dire tutti i prodotti, e non sono affatto sempre "un gradino sopra le concorrenti". Hanno anche Quei modelli in cui la frase vale, ma generalizzare è sciocco e peraltro falso.
Ritratto di IloveDR
29 settembre 2015 - 20:12
4
e come ti spieghi che fino a una settimana fa, la maggior parte dei prodotti dell'intero Gruppo hanno, anno dopo anno, sempre incrementato le quote di mercato in buona parte del mondo, tranne nelle due Americhe...il gradino c'è, ihmo, nelle finiture più accurate, nei 5 bulloni per ruota, nelle cerniere pressofuse, nella mente delle persone, nella storia...devono essere bravi a riscriverla, non è facile.
Ritratto di Davelosthighway
29 settembre 2015 - 20:28
Si dai parliamo delle plastiche ,display lcd,dei led e di infotainment ! queste sono le prerogative della qualità. L infotainment! Basta parlare di motori e Diesel. Cosa importano?tanto il cliente non li vede. L inforainment invece si che si vede
Ritratto di Sepp0
29 settembre 2015 - 21:45
Non c'è nessun gradino. VW aumenta le quote perchè è brava a fare leva sulla pancia della gente, con la complicità della carta stampata. Una cromatura di qua, una plastichina morbida di la, un cassettino smorzato, un bullone in più ed il cliente è servito. Chissenefrega poi se di serie hanno giusto il volante e le ruote o se i motori si sfasciano a manco 100 mila chilometri o se ci sono frequenti problemi all'elettronica, è VW, va bene per forza. La forza più grossa di VW è avere clienti talmente decerebrati da accettare passivamente qualsiasi tipo di guasto e scusarlo "perchè succede", laddove invece il proprietario di altra marca con un guasto analogo alzerebbe la scrivania del capo-meccanico o del concessioanrio. E poi chiamiamo pecore quelli che fanno la coda per iPhone. Ma per favore.
Ritratto di Subaru_Impreza
29 settembre 2015 - 22:19
Sottoscrivo ogni parola. Se succede con le tedesche, appunto, "succede", se succede, malauguratamente, con una fiat... evvabbè ma cosa ti aspettavi. Aggiungo che questo modo di pensare non cambierà mai, almeno per gli italiani, il popolo più schifosamente ed inspiegabilmente esterofilo del mondo.
Ritratto di Sepp0
29 settembre 2015 - 22:40
Siccome comunque cerco di essere obiettivo, c'è però da dire, a parziale difesa dell'italico popolo, che c'è stato un periodo "buio" in cui la qualità delle italiane, paragonata a quella delle tedesche, era imbarazzante sotto quasi tutti i punti di vista. I crucchi hanno colto la palla al balzo e si sono insinuati, rosicchiando quote di mercato che poi Fiat, pur rialzandosi, non è più riuscita a recuperare, molti di quelli rimasti scottati nel periodo "buio" non hanno più provato a riprendere quella padella in mano per paura di riscottarsi.
Ritratto di gilrabbit
30 settembre 2015 - 13:58
Forse siamo esterofili per che nostre trisavole l'hanno data a dx e a manca tanto che nella stessa nazione, tra l'altro giovanissima, convivono le genti più disparate. Del resto un altoatesino non ragionerà mai come un calabrese o un sardo e un romano (siamo rimasti veramente pochi) ha tempi di pensiero opposti al milanese. Quando forse chissà un domani avremo un governo che saprà dare l'orgoglio di appartenenza alle nuove generazioni potremo dire con orgoglio di essere italiani. Personalmente mi ci sento evitando nel modo più assoluto, la dove possibile, di integrarmi in questa cruccolandia che sta diventando l'europa e credo anche se qualcosa non cambierà in tempi brevi i fantasmi degli ultimi 2 secoli potrebbero tornare a insanguinare i popoli.
Ritratto di jonny holiday
30 settembre 2015 - 19:44
Gli unici che hanno dato sempre il sedere a destra e a manca sono stati i nostri regnanti. Il popolo, nonostante tutto, ha sempre reagito alle vessazioni del tiranno di turno, con la magnificenza dell'arte e dell'ingegno. Dalla Pax Romana, passando per l'Umanesimo e il Rinascimento, fino al Risorgimento e alla Resistenza. Nonostante l'odio e l'invidia dei popoli nord europei. Siamo sempre stati un grande e meraviglioso popolo.
Ritratto di jonny holiday
29 settembre 2015 - 22:27
Vero. Purtroppo, credo che, anche una certa politica, "indipendentista" e "nordica" (accondiscendente, corrotta e cialtrona) abbia contribuito molto a diffondere il (tarocco) mito della "razza germanica e celtica" nel nostro paese. Tali politici infatti, hanno spesso usato tale mito, come simbolo di "distinzione" e "purezza" degli intenti, di certe aree e regioni del paese nei confronti di altre (regionalismo, odio sociale). In questo modo, tali politici, hanno contribuito a creare una fittizia divisione all'interno della popolazione italiana. In parole povere, certi partiti populisti, hanno (de facto) legittimato, una guerra tra poveri, agevolando anche gli interessi della Germania nel nostro paese, e soprattutto, hanno aumentato il livello di odio sociale e corruzione a livello locale.
Ritratto di jonny holiday
29 settembre 2015 - 22:58
edit: Il mio messaggio 29 settembre 2015 - 22:27 è indirizzato all'utente Subaru_Impreza
Pagine