La Seat annuncia i programmi futuri

30 settembre 2016

Tappe importanti saranno le nuove Leon e Ibiza e il lancio di una crossover piccola che si chiamerà Arona.

La Seat annuncia i programmi futuri

NOVITÀ E PROGRAMMI - Al centro dell’attenzione sullo stand Seat del Salone di Parigi (nelle foto) c’è la novità Ateca, che ha portato il marchio nell’agone delle suv e viene ora proposta nell’allestimento X-Perience (qui sopra), tutto votato all’avventura. Ma un momento importante della presenza Seat alla rassegna parigina è stata la conferenza stampa tenuta dal presidente Luca De Meo (foto qui sotto). Al centro dell’iniziativa c’è stata infatti la presentazione dei programmi per il 2017. E che programmi: ben tre novità nel corso di dodici mesi. 

LEON, IBIZA E UNA CROSSOVER - Si tratta delle nuove edizioni di due modelli chiave nella gamma del marchio: la nuova Leon e la quinta generazione della Ibiza. Novità rilevante sarà poi il lancio di un nuovo modello inedito nella gamma della casa spagnola. Si tratta infatti della Seat Arona, un modello della categoria crossover più piccolo rispetto alla Ateca. Tre novità che andando ad affiancarsi alla Ateca lanciata da pochissimo daranno alla Seat una gamma giovane e moderna.

STRATEGIA PER IL FUTURO - Accanto a queste novità di prodotto, De Meo ha anche illustrato le iniziative della casa per affrontare la fase di cambiamenti che il mondo dell’automobile affronterà nel prossimo decennio, sulla base di un nuovo concetto di mobilità e con una profonda evoluzione tecnologica. Elemento significativo di questo lavoro è la creazione di un team di tecnici chiamato Easy Mobility Team, impegnato a supportare tutti i settori della azienda in questa fase di cambiamenti. 

AUTO COME SERVIZIO - Il team sta operando nei tre campi su cui si attuerà la trasformazione: la digitalizzazione e la ricerca, i nuovi rapporti tra auto e clienti e lo sviluppo del business. Ciò in funzione del diverso approccio con l’auto che il mercato sta mostrando di avere, in cui la connettività è avvertita come fondamentale e indispensabile. “Questa è la nostra visione della mobilità del futuro, perciò vogliamo che le nostre auto siano un servizio offerto sul terreno delle funzioni digitali e della connessione alla rete”.

NUOVI MODI DI VENDERE - Per testimoniare le strategie Seat in materia di rapporti con i clienti e dello sviluppo del business, De Meo ha citato la creazione dei Seat Live Store, dove attraverso la realtà virtuale il cliente Seat può venire a contatto con ogni dettaglio delle vetture. In questa logica rientra anche la collaborazione con Amazon per la vendita della Mii Mango, un modo nuovo per distribuire automobili. Altra iniziativa significativa è stata la creazione a Barcellona del centro di studi e ricerche urbane chiamato Carnet, impegnato ad analizzare la realtà urbana al fine di mettere a fuoco le esigenze in tema di mobilità, e quindi poter offrire le risposte adeguate.

Seat Altea
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
14
9
7
12
28
VOTO MEDIO
2,6
2.557145
70


Aggiungi un commento
Ritratto di Edoardo98
30 settembre 2016 - 17:26
5
*ho
Ritratto di Vlad III
30 settembre 2016 - 17:46
Anch'io sono del Varesotto e conosco bene Arona, comunque non mi sembra un gran nome per un'auto. A questo punto potevano chiamarla ... Carlona!
Ritratto di Edoardo98
30 settembre 2016 - 20:43
5
Anche secondo me non è un bel nome, era meglio la Seat Angera!
Ritratto di Gasswagen
1 ottobre 2016 - 20:53
Perché no allora "Angheria"
Ritratto di VEIIDS
30 settembre 2016 - 12:15
Ma proprio non riescono a fare qualche design più complesso? Tra interni ed esterni sembrano davvero auto di 15 anni fa, per non parlare poi del capolavoro Mii, praticamente una Seicento del 2016.
Ritratto di ct46
30 settembre 2016 - 12:58
VEIIDS penso davvero sia una questione di gusti..io per esempio sono piu' conservatore,preferisco linee piu semplici,pulite..per farti un banale esempio guardando in foto la nuova Nissan Micra la trovo davvero non riuscita con quelle linee tormentate,quei tratti un po, morbidi e dietro cosi spigolosi. Non sempre avere design complessi,rende giustizia alle auto (ovviamnete un mio parere),invece sono d'accordo con te per quanto riquarda gli interni,in Seat li trovo vecchiotti e noiosi,che stonano con l'immagine "sportiva e giovanile" che si vuole dare al" marchio.
Ritratto di Akira Koga
30 settembre 2016 - 14:14
Concordo, troppo spesso di pensa che tutto il mondo debba avere i nostri stessi gusti. A me ad esempio esteticamente non piacciono troppi né l'una né l'altra per i motivi che avete indicato entrambi. :)
Ritratto di cris25
30 settembre 2016 - 12:54
1
Non penso che l'Ateca sia brutta anzi, però la trovo abbastanza "semplice" per essere un nuovo modello su cui la casa punta molto e che in teoria dovrebbe vendere parecchio. Per quanto riguarda i nuovi modelli mi incuriosisce tantissimo la nuova Ibiza e anche la futura Leon, anche se ancora oggi reputo l'attuale davvero bella e ben fatta! Ps: leverei dal listino la Mii, a mio avviso inutile!
Ritratto di Gasswagen
30 settembre 2016 - 14:32
Quelle persone dietro alla ateca che è? La claque? Perchè ormai per il gruppo vag siamo a questi livelli o forse anche meno. Anzi senz'altro meno.
Ritratto di Ale94
30 settembre 2016 - 21:18
Bruttino il nome Arona per questo suv piccolo. Immagino un suv su pianale Ibiza sui 4,10 cm ci sta ad aumentare le vendite. Io non vedo l ora di vedere la nuova Ibiza che la vecchia è molto datata ormai puó essere interessante. Già un altra Leon? L attuale è del 2013 non molto vecchia e doveva arrivare solo un leggero restyling a breve sapete qualcosa?
Pagine