NEWS

La Seat realizzerà un’elettrica da 20.000 euro

Pubblicato 23 marzo 2021

La prima citycar elettrica della Seat, basata sulla versione accorciata della piattaforma MEB, dovrebbe arrivare entro il 2025.

La Seat realizzerà un’elettrica da 20.000 euro

ELETTRICA ENTRY LEVEL - In occasione della conferenza annuale dove sono stati annunciati i risultati del 2020, la Seat ha presentato il piano Future Fast Forward che ha l’obiettivo di far diventare la casa spagnola un punto di riferimento in l’Europa per l’elettrificazione. Obiettivo che il costruttore spagnolo intende perseguire anche attraverso una citycar elettrica che dovrebbe avere un prezzo di circa 20.000 euro (qui sopra uno schizzo diffuso della stessa Seat). 

PER TUTTO IL GRUPPO - La nuova strategia prevede che la Seat diventi il punto di riferimento all’interno del Gruppo Volkswagen nella produzione di veicoli elettrici compatti, che saranno ingegnerizzati su una versione accorciata della piattaforma MEB, attualmente utilizzata dalla Volkswagen ID.3, ID.4 e Skoda Enyaq IV. La nuova architettura consentirà, non solo alla Seat, ma a tutto il Gruppo Volkswagen, di produrre auto elettriche a un prezzo di accesso basso. L’uscita dei primi modelli basati sulla “MEB lite” è prevista nel 2025.

SERVONO SOSTEGNI - Secondo le stime i modelli ingegnerizzati sulla MEB-Lite, che saranno prodotti nello stabilimento Seat di Martorell vicino a Barcellona, potrebbero superare le 500.000 unità all'anno. Numero che tuttavia, stando a quanto dichiarato dal presidente della Seat, Wayne Griffiths, dipenderà dal sostegno e dagli investimenti del governo spagnolo e della Commissione Europea, ma anche dalle strategie degli altri marchi del gruppo.
 
UN PROGETTO PIÙ AMPIO - L'obiettivo di produrre auto elettriche a Martorell è uno dei punti cardini del piano Future Fast Forward della Seat, poiché contribuirebbe in maniera determinante all'elettrificazione della Spagna, oltre a creare nuovi posti di lavoro. Il progetto prevede la collaborazione del governo, che dovrà mettere a disposizione nuovi incentivi così da far raggiungere alle elettriche una quota di mercato del 10%, e delle aziende spagnole operanti nei servizi di ricarica che dovranno installare almeno altri 20.000 colonnine (la Spagna è in ritardo rispetto a gran parte dell'Europa nell'adozione delle EV). 

UNA FABBRICA DI BATTERIE - Secondo Griffiths, questi passi propedeutici dovranno essere poi essere accompagnati dalla costruzione di una fabbrica di batterie. Il Gruppo Volkswagen ha infatti in programma di realizzare in Europa sei diverse Gigafactory.





Aggiungi un commento
Ritratto di Jemba80
23 marzo 2021 - 20:47
A 20.000 euro sforneranno una pseudomobile in cartone pressato tipo Dacia Spring.
Ritratto di zioesse
24 marzo 2021 - 06:59
La e-up con l'ultimo aggiornamento era ritenuta fra le più giuste come rapporto prezzo rispetto all'autonomia fra le eletrriche comprese anche le tesla. e tolto il powertrain era la solita up confrontabile fea punti meno e più con una panda o twingo. solo che pare non si possa più comprare
Ritratto di Er sentenza
23 marzo 2021 - 20:54
Un' Ibiza da 95 CV e' passata da 17.400 euro a 20.000 di listino in 3 anni!!!!!! E qui si vuol far credere ad un'elettrica da 20.000euro tra 4 anni? Nel 2025 una city car elettrica costera' minimo 30k con la politica attuale delle case automobilistiche.
Ritratto di zioesse
24 marzo 2021 - 06:52
Fra adas potenzialmente infiniti che l'aspetto sicurezza è sempre un argomnento forte al quale molti si aggrgano senza se e ma che anche sulle microcar alla e-ami li vorrebbero per forza. e i vari gadget che oggi sono sui medio e alti segmenti ma poi finiranno a scendere anche sulle utilitarie come telecamere 360° e headup display. credo anche io sarà un crescendo di prezzi in questo settore elettrico dive spesso fare un discorso contenuti proporzionale alle finalità dell'auto sembra non tanto interessare. tutta un'altra filllosofia rispetto al tipico che pensa nel momento in cui la trovo a 1500 euro anche la panda del 1999 senza clima e radio mi va bene come terza macchina per i servizi in città
Ritratto di Biondi stefano
23 marzo 2021 - 22:22
Vedremo,quando uscirà, se avrà le batterie di oggi, o le batterie più moderne,ossia quelle CHE dovrebbero costare si meno e avere più autonomia. La cosa che mi ha colpito dell'articolo, é la stima di vendita, 500000 all'anno. Mi sembravano troppe le 80000 le 500e, figuriamoci queste,anche se costano quasi la metà. Spero che non abbiano gli interni come quelli della UP.
Ritratto di Rav
23 marzo 2021 - 23:56
3
Quando leggo citycar elettrica non posso che pensare alla strada giusta, quali auto meglio di queste hanno senso in versione elettrica? Sono auto che spesso percorrono pochi km e tutti nelle vicinanze. Spesso sono seconde auto per cui in caso di viaggi si può contare su un'altra vettura. Sono queste le auto da eletteificare per prime, non quelle utilizzate da macinatori di km ad ampio raggio che finiscono per dover cambiare le proprie abitudini, spesso risparmiando poco o nulla in termini economici.
Ritratto di zioesse
24 marzo 2021 - 06:39
Preannuncio un skoda avrà la sua eletrica da 20 mila euro entro il 2025. e anche un ultreiore vw farà un'elettrrica da 20 mila euro entro il 2025 :) ma poi perchè tutto questo tempo se ce le avevano già la e-up e le cugine eletrriche fino a qualche tempo fa a circa quel prezzo :)
Ritratto di Alex1111
24 marzo 2021 - 14:16
1
Visto che il mercato dei componenti base delle batterie è in mano cinese preannuncio una hiper car elettrica a 10000 euro e il fallimento della Renault
Ritratto di Scatnpuz
24 marzo 2021 - 06:45
Ecco già fregato chi comprerà un’Audi elettrica da 50K.......hi hi hi.
Ritratto di RubenC
25 marzo 2021 - 19:55
1
Scusa eh, ma fra una Q4 e una citycar della Seat c'è un po' di differenza, a mio parere.
Pagine