NEWS

Seat Leon: ecco com'è composta la gamma

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 17 marzo 2020

La nuova generazione della Seat Leon arriva a maggio 2020 in quattro allestimenti abbinati al motore a benzina 1.5 da 130 CV (anche ibrido leggero).

Seat Leon: ecco com'è composta la gamma

QUATTRO ALLESTIMENTI - In attesa di vederla negli autosaloni a maggio 2020, salvo ritardi dovuti all’emergenza sanitaria, arrivano nuovi dettagli sulla quarta generazione della compatta Seat Leon, disponibile con carrozzeria berlina o station wagon. La Leon 2020, già in fase di prevendita, sarà disponibile in 4 livelli di allestimento con prezzi stimati da circa 25.000 euro. Si parte dallo Style, che include fari e fanali a led, il cruscotto digitale, i cerchi in lega di 16”, il “clima” automatico, il sistema di accesso a bordo senza chiave, il volante e il pomello del cambio in pelle e diversi sistemi di assistenza alla guida, come il regolatore di velocità, il mantenimento in corsia, la frenata automatica con funzione anti-investimento di pedoni e ciclisti e il rilevamento della stanchezza del guidatore.

PER GLI SPORTIVI - Il secondo livello d’allestimento, il Business, aggiunge lo schermo a sfioramento di 10” nella consolle, l’integrazione dello smartphone con il sistema multimediale ed i fari anteriori full led, dotati anche di indicatori di direzione a led. Di serie anche il regolatore di velocità adattativo, i sensori di distanza posteriore e il sistema che riproduce nel cruscotto i segnali stradali. Il livello superiore è costituito dall’Xcellence, con “clima” a 3 zone (ha controlli separati per i passeggeri posteriori), sedili anteriori sportivi, ruote di 17”, tappetino per ricaricare senza fili gli smartphone compatibili e l’accensione automatica di fari e pioggia, oltre ai vetri oscurati, alle soglie d’accesso illuminate e ai fregi cromati per la mascherina, le cornici dei vetri e le barre al tetto. L’allestimento più ricco è l’FR, che aggiunge personalizzazioni di tono sportivo come gli specifici fascioni, le ruote di 18”, sospensioni ad hoc, sedili più contenitivi e volante in pelle, ma anche il selettore per le modalità di guida (rendono l’auto più “docile” nel traffico o più reattiva per la guida sportiva).

I MOTORI - Il primo motore disponibile per la Seat Leon 2020 sarà il 4 cilindri a benzina 1.5 TSI da 130 CV, anche nella versione eTSI con l’ibrido leggero: per ridurre i consumi sfrutta un motore-generatore elettrico collegato con una cinghia al motore principale, che ricarica una batteria al litio da 48 volt nei rallentamenti (trasforma l’energia cinetica in elettrica), mentre in trazione aumenta la coppia motrice. Il sistema consente di avanzare per inerzia, col motore termico spento, sempre per migliorare l’efficienza. Successivamente arriverà il 3 cilindri 1.0 TSI, nelle versioni da 90 e 110 CV, prima del turbodiesel 2.0 TDI, da 115 o 150 CV, del 1.5 TGI a metano e dell’ibrido da 204 CV con batterie ricaricabili dall’esterno.

Seat Leon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
52
62
41
22
31
VOTO MEDIO
3,4
3.39423
208




Aggiungi un commento
Ritratto di treassi
17 marzo 2020 - 15:35
Credo sia sbagliato il listino di al volante... di base è di 22.500 (e adesso fine serie la prendi a 17.500 scontata)... Anche perché costerebbe più della versione station wagon pari motore e non avrebbe proprio senso logico...
Ritratto di remor
17 marzo 2020 - 14:21
A partire da 25k... La Megane, evitando di tiràre in ballo la solita made in fiat, parte da meno di 21k.
Ritratto di littlesea
17 marzo 2020 - 14:38
1
E, qualitativamente, ha ben poco da invidiare a questo oggetto figlio di uno dei più becero ctrl+c ctrl+v...
Ritratto di remor
18 marzo 2020 - 06:34
E' una carta che, passati oramai i tempi in cui ci si affidava a una sorta di passaparola più o meno markettingarirazzto, onestamente non mi giocherei: se si vuole la qualità costruttiva (quella reale e duratura nel tempo, e non di facciata sulla plastichina più carina da vedere e toccare) lo dicono i vari resoconti/sondaggi, bisogna comprare esclusivamente coreano o giapponese. Le europee stanno tutte più in basso e scegliere in tal senso l'una piuttosto che l'altra non è che poi faccia questa differenza (non escluse le premium che non di rado appunto in tali classifiche finiscono per stare in zona bassissima). Fra l'altro che una nuova RENAULT Clio, ad esempio, poi abbia qualcosa da invidiare nei confronti di una SEAT Ibiza, ho i miei forti dubbi
Ritratto di remor
18 marzo 2020 - 06:41
Per dire, Clio ed Ibiza, 2 auto già entrambe a listino e per le quali i test drive già esistenti permettono un effettivo e reale paragone
Ritratto di Giuliopedrali
18 marzo 2020 - 08:57
La megane è brutta anche tra le Renault.
Ritratto di remor
18 marzo 2020 - 09:15
Io vidi per strada la sedan, e mi è sembrata più riuscita (penso la maggiore lunghezza si sposi meglio con la grandezza/importanza dei fanali sia anteriori che posteriori).
Ritratto di Giuliopedrali
18 marzo 2020 - 09:42
Quela turca, si meglio della Tipo Egea a 3 volumi.
Ritratto di littlesea
18 marzo 2020 - 13:15
1
Pedrali lascia perdere, per carità...Il tuo giudizio sullo stile delle vetture vale come il due di bastoni quando "regna" denari...Corri a disegnare le tue macchinine di carta e molla le cinesate cui corri inspiegabilmente dietro..
Ritratto di Giuliopedrali
19 marzo 2020 - 08:50
Magari disegno da sempre e certo quando si disegnano si disegnano sulla carta le auto, leggiti un Cardesignews o un Auto &Design per vedere a chi corre dietro oggi tutto il design del mondo (asse Torino-Cina).
Pagine