È arrivata la Tarraco, terza suv di casa Seat

18 settembre 2018

La Seat ha presentato ufficialmente il nuovo modello che va a collocarsi “sopra” le altre due suv Ateca e Arona. In vendita entro fine 2018.

È arrivata la Tarraco, terza suv di casa Seat

UNO, DUE E TRE - Il programma di rinnovamento e ampliamento della propria proposta della casa spagnola continua con lo svelamento della Seat Tarraco, suv di dimensioni importanti (è lunga 474 cm e alta 166), tanto che la stessa Seat l’ha definita la sua nuova ammiraglia. Questo con una collocazione di mercato che la pone sopra le altre due suv Ateca e Arona. A proposito di nazionalità, va detto che la Tarraco è stata progettata e sviluppata in Spagna, a Martorell, ma la sua produzione avviene in Germania, a Wolfsburg, cuore del gruppo Volkswagen. 

OBIETTIVO: PUNTARE IN ALTO - Oltre che con l’essere un importante tassello nel potenziamento dell’offerta Seat, portando a tre modelli la gamma suv, la Seat Tarraco ha anche il compito di introdurre motivi stilistici che saranno sulle prossime Seat. In questo contesti risalta il design della griglia capace di dare personalità al modello. I fari sono Full LED, tecnologia che del resto è presente anche nei gruppi ottici posteriori e nell’abitacolo. Altra rilevante “mission” affidata al modello dai vertici Seat è la conquista di nuovi clienti nella fascia alta del mercato, quella che è particolarmente redditizia. Insomma, non che la Seat si metta in concorrenza con i marchi tedeschi del prestigio, ma la logica è quella.

SEAT NELL’ANIMA - La personalità della Seat Tarraco vuole essere l’esaltazione del dna del marchio Seat: immagine giovanile, funzionalità, sportività. Il tutto con ampie fondamento di tecnologia moderna e qualità realizzativa. Questo per la clientela che vuole un’auto versatile e con grande abitabilità: la Seat Tarraco sarà infatti disponibile con abitacolo da 5 e 7 posti. Due i livelli di allestimento, Style ed XCellence. Quanto all’offerta motoristica la Tarraco disponibile sia con motori a benzina che diesel. Sarà possibile scegliere tra due motori a benzina, entrambi 4 cilindri: 1.5 TSI da 150 CV e il 2.0 da 190 CV.  turbodiesel 4 cilindri 2.0, uno da 150 CV e l’altro da 190 CV. Dunque stesse potenze sia per i “benzina” che i diesel.

QUATTRO MOTORI - Articolata è anche la proposta in tema trasmissione e trazione. La versione a benzina da 150 CV è prevista soltanto con la trazione anteriore e in abbinamento a cambio manuale a 6 marce. La Seat Tarraco a benzina con propulsore 2.0 da 190 CV offrirà invece la trasmissione DSG con cambio a doppia frizione a 7 marce, con la trazione integrale 4Drive. La versione diesel da 150 CV verrà proposta sia con il cambio manuale a 6 marce e la trazione anteriore, che con il cambio DSG 7 a doppia frizione e la trazione 4x4 4Drive. La Tarraco diesel da 190 CV sarà invece disponibile esclusivamente con la trazione integrale 4Drive con cambio DSG 7 rapporti.

TANTA TECNOLOGIA - La collocazione “alta” della Seat Tarraco è testimoniata anche dalla dotazione tecnica. Per esempio, tra le altre cose la nuova suv Seat dispone anche della regolazione dinamica dell’assetto (DCC o Dynamic Chassis Control) che consente una guida sempre sotto controllo e particolarmente piacevole. Quanto ai dispositivi funzionali alla guida sicura c’è il catalogo completo dei dispositivi che “assistono” il conducente in ogni fase. Ci sono infatti Lane Assist e il Front Assist con rilevamento di pedoni e ciclisti, mentre altri importanti dispositivi saranno proposti in optional, come i vari Blind Spot Detection, Traffic Sign Recognition, Traffic Jam Assist, ACC (Adaptive Cruise Control), Light Assist e anche Emergency Assist.

EQUIPAGGIAMENTO MODERNO - L’abitacolo della nuova Seat Tarraco è stato concepito con due obiettivi: offrire tanto spazio vivibile e un comfort da vetture di prestigio. Al top, per esempio, è la dotazione sulla plancia, con il Virtual Cockpit che consente al conducente di fruire in maniera ottimale di informazioni personalizzate. Oltre a ciò nella consolle c’è uno schermo di 20,3 cm (8”), che è un po’ la centralina per governare le varie funzioni modi connettività offerte dalla vettura.

VIDEO
Seat Tarraco
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
44
28
33
26
84
VOTO MEDIO
2,6
2.63721
215




Aggiungi un commento
Ritratto di nickthree
19 settembre 2018 - 10:15
1
Adesso scrivo al Pentagono di controllare i progetti Seat e poi ti faccio sapere...
Ritratto di gjgg
19 settembre 2018 - 11:54
1
Allora mi sa che per il momento si attesta a max 190HP. Che poi non è male come step d i potenza, solo che ad esempio in ford ne fanno 200Hp col 1.5 a 3 cilindri
Ritratto di nickthree
19 settembre 2018 - 13:33
1
Povera Tarraco, è appena stata presentata è già stanno organizzando raduni davanti ai consolati spagnoli per lamentarsi del fatto che ha solo 190hp contro i ben 200hp della Ford. Prevedo il fallimento di Seat nei prossimi mesi, ma anche di VW e ovviamente Audi (che non c'entra niente ma prendersela con Audi a random aiuta i fiattari a dormire meglio)
Ritratto di torque
18 settembre 2018 - 22:07
Nuovi modelli a nastro, ma manca tremendamente la diversificazione: nessuno si accorgerebbe di nulla se quest'auto venisse marchiata Skoda o Volkswagen. Seat vuole essere il marchio sportivo generalista del gruppo, ma all'atto pratico non offre nulla più di Skoda, e ha anche la medesima offerta prodotti. Su questa Tarraco, non capisco il senso di quelle forme di finto scarico al posteriore che oltretutto sono pure tappate, mentre gli interni hanno un design che mi sembra sinceramente (molto) datato.
Ritratto di AMG
19 settembre 2018 - 09:49
Sono d'accordo. Difatti per me questo modello avrebbero potuto tranquillamente marchiarlo Skoda che non mi avrebbe sorpreso... Davvero di Seat ha molto poco, ed è anche molto banale... La coda non mi convince, la fiancata è tale quale con gli altri suv del gruppo, il frontale ha qualche debole elemento seat riproposto ed è gradevole ma nulla di che. Anche la carrozzeria nel suo complesso non è brutta ma non dice niente. Gli interni sono spaventosi. Datati e non capisco quel posticcio quanto terrificante rettangolo incollato al centro... Retaggio Audi? Ma toglieteli quelle manopole!
Ritratto di bridge
18 settembre 2018 - 22:30
1
Sono molto deluso da questa Tarraco. Meglio prendere l'originale.
Ritratto di 488gtb
18 settembre 2018 - 22:39
Per me è bocciata, trovo la parte posteriore davvero mal riuscita. Trovo più equilibrata la cugina Kodiaq sul piano estetico.
Ritratto di Gatsu
19 settembre 2018 - 00:13
2
Onestamente non è certo brutta ma non è che si rimane fermi a guardarla, SUV onesto ma credo che al max fregherà solo clienti al Touareg come la Karoq, avrebbero dovuto fare linee più sportive e ardite, in Seat dovrebbero (e potrebbero) decisamente "osare" di più nello stile, in Audi e VW ormai le linee guida sono quelle e si teme di cambiare, Skoda già offre modelli razionali, quindi Seat deve offrire sportività maggiore e queste linee non mi danno questa idea, così come gli interni
Ritratto di Gordo88
19 settembre 2018 - 00:48
1
Poca originalità soprattutto dentro mi pare spoglia e senza personalità.. peccato perché la più piccola ateca invece era uscita bene
Ritratto di ardo
19 settembre 2018 - 01:35
decisamente il marchio meno appetibile del gruppo con linee banali ed anonime. e semplificazioni nel design per farle apparire più cheap anche negli interni. skoda la vedo più a fuoco con una personalitá più definita. mejo 'l'originale' tiguan a passo lungo (allspace) o il kodiak a sto punto, se si vogliono questi 4,70 metri su base mqb. personalmente vedo ottimo il tiguan normale, perfetto per il segmento c. queste alternative generaliste al segmento d suv, un po' meno. ma c'è chi ha bisogno di spazio e non svenarsi, quindi ben vengano. a ognuno il suo.
Pagine