È arrivata la Tarraco, terza suv di casa Seat

18 settembre 2018

La Seat ha presentato ufficialmente il nuovo modello che va a collocarsi “sopra” le altre due suv Ateca e Arona. In vendita entro fine 2018.

È arrivata la Tarraco, terza suv di casa Seat

UNO, DUE E TRE - Il programma di rinnovamento e ampliamento della propria proposta della casa spagnola continua con lo svelamento della Seat Tarraco, suv di dimensioni importanti (è lunga 474 cm e alta 166), tanto che la stessa Seat l’ha definita la sua nuova ammiraglia. Questo con una collocazione di mercato che la pone sopra le altre due suv Ateca e Arona. A proposito di nazionalità, va detto che la Tarraco è stata progettata e sviluppata in Spagna, a Martorell, ma la sua produzione avviene in Germania, a Wolfsburg, cuore del gruppo Volkswagen. 

OBIETTIVO: PUNTARE IN ALTO - Oltre che con l’essere un importante tassello nel potenziamento dell’offerta Seat, portando a tre modelli la gamma suv, la Seat Tarraco ha anche il compito di introdurre motivi stilistici che saranno sulle prossime Seat. In questo contesti risalta il design della griglia capace di dare personalità al modello. I fari sono Full LED, tecnologia che del resto è presente anche nei gruppi ottici posteriori e nell’abitacolo. Altra rilevante “mission” affidata al modello dai vertici Seat è la conquista di nuovi clienti nella fascia alta del mercato, quella che è particolarmente redditizia. Insomma, non che la Seat si metta in concorrenza con i marchi tedeschi del prestigio, ma la logica è quella.

SEAT NELL’ANIMA - La personalità della Seat Tarraco vuole essere l’esaltazione del dna del marchio Seat: immagine giovanile, funzionalità, sportività. Il tutto con ampie fondamento di tecnologia moderna e qualità realizzativa. Questo per la clientela che vuole un’auto versatile e con grande abitabilità: la Seat Tarraco sarà infatti disponibile con abitacolo da 5 e 7 posti. Due i livelli di allestimento, Style ed XCellence. Quanto all’offerta motoristica la Tarraco disponibile sia con motori a benzina che diesel. Sarà possibile scegliere tra due motori a benzina, entrambi 4 cilindri: 1.5 TSI da 150 CV e il 2.0 da 190 CV.  turbodiesel 4 cilindri 2.0, uno da 150 CV e l’altro da 190 CV. Dunque stesse potenze sia per i “benzina” che i diesel.

QUATTRO MOTORI - Articolata è anche la proposta in tema trasmissione e trazione. La versione a benzina da 150 CV è prevista soltanto con la trazione anteriore e in abbinamento a cambio manuale a 6 marce. La Seat Tarraco a benzina con propulsore 2.0 da 190 CV offrirà invece la trasmissione DSG con cambio a doppia frizione a 7 marce, con la trazione integrale 4Drive. La versione diesel da 150 CV verrà proposta sia con il cambio manuale a 6 marce e la trazione anteriore, che con il cambio DSG 7 a doppia frizione e la trazione 4x4 4Drive. La Tarraco diesel da 190 CV sarà invece disponibile esclusivamente con la trazione integrale 4Drive con cambio DSG 7 rapporti.

TANTA TECNOLOGIA - La collocazione “alta” della Seat Tarraco è testimoniata anche dalla dotazione tecnica. Per esempio, tra le altre cose la nuova suv Seat dispone anche della regolazione dinamica dell’assetto (DCC o Dynamic Chassis Control) che consente una guida sempre sotto controllo e particolarmente piacevole. Quanto ai dispositivi funzionali alla guida sicura c’è il catalogo completo dei dispositivi che “assistono” il conducente in ogni fase. Ci sono infatti Lane Assist e il Front Assist con rilevamento di pedoni e ciclisti, mentre altri importanti dispositivi saranno proposti in optional, come i vari Blind Spot Detection, Traffic Sign Recognition, Traffic Jam Assist, ACC (Adaptive Cruise Control), Light Assist e anche Emergency Assist.

EQUIPAGGIAMENTO MODERNO - L’abitacolo della nuova Seat Tarraco è stato concepito con due obiettivi: offrire tanto spazio vivibile e un comfort da vetture di prestigio. Al top, per esempio, è la dotazione sulla plancia, con il Virtual Cockpit che consente al conducente di fruire in maniera ottimale di informazioni personalizzate. Oltre a ciò nella consolle c’è uno schermo di 20,3 cm (8”), che è un po’ la centralina per governare le varie funzioni modi connettività offerte dalla vettura.

VIDEO
Seat Tarraco
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
44
27
33
26
84
VOTO MEDIO
2,6
2.63084
214




Aggiungi un commento
Ritratto di Euro7
25 settembre 2018 - 16:09
Come no.. Il mondo intero si sta elettrificando, Cina in testa, e per fortuna, per poter respirare aria decente nelle città, e inoltre le batterie nelle auto ci sono sempre state giusto?
Ritratto di Boys
19 settembre 2018 - 20:59
1
Mah... il frontale non è male, il posteriore mi lascia più di un dubbio mentre gli interni me ne lasciano parecchi di dubbi a cominciare dal design povero con i pomelli del clima molto in basso... non so ma in generale mi dice poco.
Ritratto di Probos
19 settembre 2018 - 21:08
SEAT Tarocco
Ritratto di FollowMe
19 settembre 2018 - 22:30
Banale, anonima e insignificante che di più non si può. Ai tecnici di Martorell si saranno fuse le meningi a forza di studiare soluzioni stilistiche per farla diversa dalla "mamma" Tiguan All Space. Complimenti, davvero un gran lavorone.....!!! In pratica cosa cambia dall'originale? Nulla!!! I lamierati sono gli stessi (basta guardare il taglio dei finestrini e dei parafanghi), confrontando le foto qui pubblicate i comandi della climatizzazione e i pannelli delle porte sono gli stessi... hanno messo una mascherina esagonale e hanno invertito il display con le bocchette dell'aria? WOW che emozione!!!!! Vista tutte queste novità introdotte su questo modello per forza poi la devono costruire a Wolfsburg.... e che fanno una doppia catena di montaggio per due auto identiche? Sono krukki ma mica so scemi....!!! E con questi presupposti Seat dovrebbe rappresentare l'anima sportiva del gruppo WAG? Dei motori ne vogliamo parlare? Sempre la solita solfa. Ma per favore... anche questa Seat è e rimane una sosia VW da "svendere" ad un prezzo ancora più basso delle promozioni dei modelli VW originali. Intanto si legge altrove che VW in Germania stoppa la linea di produzione di Golf e Passat e introduce la settimana lavorativa di 4 giorni.
Ritratto di Giuliopedrali
20 settembre 2018 - 09:16
Poi tanto la gente comune pensa che c'è di peggio, soprattutto dal nuovo oriente, tanto questa è una VAG, perfino la T-roc ha le plastiche dure...
Ritratto di Claus90
20 settembre 2018 - 17:58
Continuano con i copia è incolla, questa è una Tiguan Allspace, solo che le hanno cambiato il paraurti e mascherina anteriore e posteriore, andrei in officina vw ad ordinare il paraurti anteriore e posteriore della Tiguan per montarli sulla seat.
Ritratto di Ercole1994
20 settembre 2018 - 21:05
Continuo a reputare l'Ateca, la migliore del trio di crossover-suv di Seat. L'Arona, la trovo si carina, ma mi dà sempre l'idea di una caricatura. Questa Tarraco, ha nel frontale il suo punto di forza, ma si perde nella fiancata troppo simile alla Tiguan Allspace. Morale: un'Ateca Xcellence è la scelta migliore del trio.
Ritratto di grande_punto
21 settembre 2018 - 19:06
3
Non trovo parole per esprimere questo sgorbio... Decisamente meglio Ateca!
Ritratto di Roberto Castellacci
25 settembre 2018 - 14:28
Interni con colori smorti, plancia e strumentazione da non guardare ancor prima dell'uscita Rimango sempre più basito per quanto i disegnatori e tecnici della Seat non sappiano neanche minimamente inventare e neanche minimamente "scopiazzzare" le strumentazioni della moda odierna!!!!!! Esterno copiato pari pari dalla Skoda Kodiaq con piccoli ritocchi. Niente di che lodare dovrebbero osare molto ma molto di più (ammesso che la casa madre lo permetta) la medesima mentalità vecchia della Seat.
Ritratto di anthony78
25 settembre 2018 - 17:14
Bella la Tarraco, complimenti alla Seat un auto da vera sportiva. Costerà meno di 2000/3000 della Tiguan, avrà un grande successo nelle vendite. Io sono convinto che ne venderà molte. Avete presente a partire dai comandi del clima fino al tunnel dove c'è il cambio? uguale alla tiguan! so che appartengono nello stesso gruppo VAG. se voglio acquistare io punterei questa macchina perchè la tiguan costa molto di più.
Pagine