NEWS

Conferme per la seconda suv della Maserati

26 ottobre 2017

Prevista nel 2020, avrà la base meccanica dell’Alfa Romeo Stelvio, ma motori dedicati, e si collocherà un gradino sotto alla Levante.

Conferme per la seconda suv della Maserati

LA LEVANTE NON RESTERÀ SOLA - I buoni risultati nel mondo della Maserati Levante hanno giovato alla casa modenese, che ha venduto 36.000 vetture nei primi nove mesi del 2017 contro le 23.900 nello stesso periodo dell’anno scorso. I numeri rimangono però ancora molto lontani da quelli che si aspetta Sergio Marchionne, a capo della FCA (il gruppo di cui fa parte la Maserati), secondo cui il marchio di lusso avrebbe le potenzialità per attestarsi a 70.000-80.000 vendite l’anno. Per avvicinarsi a questo obiettivo la Maserati sta pensando ad una seconda suv, destinata a “cavalcare” i successi di vendita che auto del genere ottengono in tutto il mondo. Marchionne ha parlato del nuovo modello nel corso di una recente assemblea con gli azionisti del gruppo.

SARÀ UNA RIVALE DELLA MACAN - A differenza di altre occasioni il manager non ha risposto alle domande in maniera evasiva, stando alla ricostruzione del sito internet Autonews, ma si è lasciato sfuggire qualche informazione di natura tecnica: la suv riprenderà la base costruttiva a trazione posteriore o integrale dell’Alfa Romeo Stelvio, ma avrà motori dedicati (quindi non Alfa Romeo), molto probabilmente a 6 cilindri. La suv della Maserati avrà inoltre finiture interne più curate, materiali di qualità superiore e un prezzo di listino più elevato. Il nuovo modello farà concorrenza alla Porsche Macan e avrà l’impronta sportiveggiante tipica del costruttore modenese.

CON LEI SU I GUADAGNI - La seconda suv della Maserati avrà caratteristiche diverse rispetto alla più grande e costosa Levante, lunga 500 cm e ordinabile con prezzi da oltre 73.000 euro. Grazie a questa vettura la Maserati spera di avvicinare gli obiettivi di vendita fissati da Marchionne e far aumentare i guadagni annuali, portandoli nell’ordine di 1 miliardo di euro. Il manager non ha anticipato però un dettaglio chiave dell’auto, ovvero lo stabilimento in cui sarà prodotta, anche se è quasi certo che verrà costruita nel nostro Paese: qui infatti la FCA ha concentrato la produzione delle Giulia e Stelvio, che dall’impianto di Cassino vengo esportate in tutto il mondo.





Aggiungi un commento
Ritratto di Metalmachine
27 ottobre 2017 - 06:43
1
Auto per cinesi
Ritratto di Davelosthighway
27 ottobre 2017 - 07:18
Attenzione ai sistemi di sicurezza vw venduti come tecnologici ma che fallano e possono essere pericolosi ! http://www.cornwalllive.com/news/cornwall-news/vw-tiguan-automatic-braking-problem-658847
Ritratto di Dirk
27 ottobre 2017 - 13:29
Sicuramente certe auto (erede Punto e Giulia station per citarne due, a caso) non 'falleranno' visto che non le fanno.
Ritratto di Davelosthighway
27 ottobre 2017 - 20:40
E quindi?la Dyson produce i tosaerba? La Miele produce idropulitrici? La Apple produce lavastoviglie? Se fai qualcosa falla senza truffare e violare leggi e possibilmente falla bene. Non esiste nessuna teoria di buonsenso manageriale che ti dice che devi produrre qualsiasi prodotto in commercio. Per il resto meglio prima avvisare i consumatori che non vale la pena dare soldi ad una azienda per bidoni come tiguan golf audi etc perché é una azienda che truffa clienti ed evade le tasse del proprio paese. http://m.espresso.repubblica.it/affari/2017/10/26/news/le-manovre-di-volkswagen-in-lussemburgo-1.312863
Ritratto di marcoluga
28 ottobre 2017 - 03:14
È arrivato il difensore dei consumatori. Grazie di esistere.
Ritratto di Dirk
28 ottobre 2017 - 08:08
E quindi Davelosthighway?? Dyson fa auto?? Miele fa auto?? Apple fa auto??. No! E quindi cosa c'entra con le auto?? E cosa c'entrano i tedeschi con questo articolo? Ah, si lei è all'avanguardia... nell'essere ossessionato dai tedeschi.
Ritratto di Davelosthighway
28 ottobre 2017 - 10:00
Sei tu che vai cercando sempre risposte e ti nascondi quando vedi che sono risposte che non vorresti sapere perché fosse per te qualsiasi discussione finirebbe tirando in ballo banche italiane , segmenti di auto e numero di auto prodotte. Un grand visir dell'economia con una teoria del tutto come la tua é proprio sprecato in un forum come questo. Se tale teoria poi la esponi a bordo di una golf maranza...beh allora si che fai proprio centro.
Ritratto di Dirk
28 ottobre 2017 - 10:05
Mah veramente è lei che è sempre fuori tema Davelosthighway. D'altro canto lei ed il suo omonimo alter ego che si ritiene all'avanguardia... citate sempre lo stesso argomento. in qualsiasi articolo. Peccato che 10 volte su dieci non c'entri un bel nulla. Se i suoi commenti li fa a bordo del suo 'trattore' bicilindrico non che ci fa una gran figura. Povero Davelosthighway...
Ritratto di fiat146r
27 ottobre 2017 - 10:16
la chiameranno Giugliotta o Scadente?
Ritratto di bubu
27 ottobre 2017 - 10:31
Il progetto è ottimo, ma i tempi delle case automobilistiche italiane, come al solito, sono sempre troppo lunghi! C'è chi fa modelli (anche inutili) per ogni 5 cm di differenza di lunghezza (vedi BMW X1, X2, X3...Xinfinito) e chi per ogni nuovo modello aspetta che passino almeno 10 anni! La cosa che mi consola è che quando arrivano poi questi modelli, per fortuna, hanno poco a che fare con la concorrenza (vedi Alfa Romeo Giulia, Stelvio e Maserati Levante). Perciò non ci rimane che aspettare!
Pagine