NEWS

I segreti delle Ferrari del futuro

21 agosto 2013

Alcuni brevetti rivelano cosa potremmo trovare presto sulle “Rosse”, come il sistema di aiuto alla sbandata controllata.

I segreti delle Ferrari del futuro
DERAPATE “PER TUTTI”? - Per i clienti del Cavallino (nella foto sopra la F12) è in vista un’ulteriore escalation del piacere di guida (già oggi di tutto rispetto) offerto dalle Ferrari di produzione? Parrebbe proprio di sì: un brevetto depositato dalla casa di Maranello descrive infatti un sistema che permetterebbe di “controllare l'angolo di sbandata di un veicolo a trazione posteriore quando sta curvando” “senza bisogno di particolari tecniche di guida”. E questo non per ricercare un puro e semplice aumento delle prestazioni (per esempio, il tempo sul giro) della vettura, ma solo perché tale comportamento è “altamente spettacolare e molto apprezzato dai guidatori”. Il sistema ricorda da vicino il controllo elettronico dell’angolo di assetto (Side slip angle control o SSC), annunciato dalla Ferrari per la 458 Speciale: un dispositivo che, come riporta il comunicato, consente “la naturalezza nella gestione dei sovrasterzi di potenza”.
 
 
IL PEDALE CONTROLLA L'ANGOLO - Secondo il brevetto (disegno qui sopra, che riguarda una vettura con motore anteriore, invece che centrale come nella 458 Speciale, ma che pare adattabile a vetture a trazione posteriore di qualunque tipo), un'apposita centralina si interfaccia col pedale dell'acceleratore quando il volante viene girato. Nella prima parte della sua corsa, il pedale controlla direttamente la potenza erogata (come avviene nelle auto tradizionali), mentre nella seconda parte l’effetto della pressione sul pedale diviene proporzionale all'angolo di sbandata che si vuole ottenere: più si accelera, più l'auto sbanda lateralmente “di potenza”, mentre rilasciando il gas l'auto si riallinea. Il tutto può essere attivato tramite un interruttore e viene controllato dall'elettronica della centralina, che evita che la scodata possa trasformarsi in una perdita di controllo del mezzo. Ma, addirittura, il controllo può avvenire anche attraverso il rilevamento delle reazioni psicofisiche del guidatore: proprio la Ferrari ha depositato, in passato, un brevetto al riguardo, che si basa su sensori che leggono la pressione del sangue, il battito cardiaco, il livello di attenzione degli occhi, la traspirazione della pelle e la sua temperatura e persino l'attività cerebrale. 
 
 
CAMBIA L'INCLINAZIONE DELLA RUOTA - Ma pure un’altra “chicca” che potrebbe trovare presto un'applicazione su strada viene descritta in un altro brevetto della Ferrari (disegno qui sopra) e riguarda un sistema che permette di regolare attivamente e in marcia l'inclinazione delle ruote sia in senso verticale rispetto al piano della strada (campanatura o camber), sia rispetto all'asse del veicolo (convergenza). Ciò sarebbe reso possibile grazie a due attuatori elettrici, montati sulla sospensione e incaricati si muovere il mozzo delle ruote, e permetterebbe di variare a comando il contatto pneumatico-suolo, ottimizzando il comportamento della vettura in curva. Inoltre, si migliorerebbe così anche l'usura dei pneumatici, che si troverebbero a lavorare sempre nelle migliori condizioni indipendentemente dal carico applicato.
Aggiungi un commento
Ritratto di Gino2010
21 agosto 2013 - 16:02
capisco il fascino di guidare un'auto senza nulla a limitarti,affidarsi completamente alla propria bravura(se c'è),auto da veri esperti come dice qualcuno,senza l'elettronica ma attenzione su due punti:1)il fatto di avere i soldi per comprare una ferrari non significa minimamente avere anche la competenza per saperla guidare come si deve,specie se è la prima 2)la ferrari,qualunque ferrari,è sempre una macchina stupenda,(alcune di più altre di meno),ma non è industruttibile.Quindi se l'elettronica serve ad evitare il sovraffollamento presso i reparti ortopedici ospedalieri o peggio delle camere ardenti,non solo per i propietari ma anche per coloro che passavano di la per caso,che ben venga.Ce ne sono tanti che ora sono passati a miglior vita per aver posseduto o incrociato ferrari,porsche,maserati,lamborghini,aston martin e compagnia cantante ed uno di meno di questi val bene un piccolo sacrificio emozionale.
Ritratto di ForzaPisa
21 agosto 2013 - 16:08
Giusto: solo che così mi pare di invogliare la gente a fare lo scemo. Intendiamoci, in pista o in un piazzale vuoto tutto ok e lo farei anche io al 100%. Ma quanti faranno i "ganassa" pure in città pensando "tanto ci pensa l'elettronica"?
Ritratto di Erdadda
21 agosto 2013 - 16:48
1
Concordo con te e aggiungo che 15 anni o 20 anni fa avevano anche la metà della potenza. Basta pensare che la 458 ha più o meno 100 cavalli in più di una f 40!! O addirittura laferrari ne ha 300 in più della Enzo. Poi se uno è capace disattiva tutto e si torna alle origini
Ritratto di fabri99
22 agosto 2013 - 09:56
4
Sinceramente, non ho mai capito questo doversi per forza adattare alla clientela. Capisco che devono venderle queste benedette Ferrari, ma se i principali non sanno guidarle, le comprano solo perchè c'è scritto Ferrari e perchè si vogliono far vedere, non possiamo mica cominciare a produrre Ferrari con tre cavalli, che vanno a 3 km\h perchè dopo chi le compra non le sa guidare... Se non le sanno guidare, comprino qualcos'altro! E, ovviamente non sono indistruttibili, ma se sai guidarle, non le distruggerai... Poi se un pazzo a 300 all'ora ti mette sotto con una 458, che dobbiamo fare??? Fare le Ferrari più facili??? O sparare all'idiota che va a trecento all'ora pur sapendo di non essere in grado di gestire quell'auto... E' anche giusto fare delle auto più semplici da guidare, per dare a tutti la possibilità di guidarne una e per venderle anche a quelli che non sono così esperti, ma dovrebbe esserci l'opzione di cui parlavo prima che disinstalla tutti gli aiuti, da disattivare solo in pista. Se poi chi le guida è un idiota, cosa ci vuoi fare??? Farle tutte di gomma, che vanno a tre all'ora, così anche se vanno adosso a qualcuno non succede niente...?? Sinceramente, non capisco dove volete arrivare, sembra di parlare di quelle persone che ci mettono 4 ore a far manovra perchè hanno un SUV... Se non sai guidare un SUV, prendi un'altra auto... No??? Questo è il mio parere... Saluti!
Ritratto di Gino2010
22 agosto 2013 - 10:44
dico,invece,che quella idea:disattivare tutti gli aiuti solo se si è in pista,la lascerei più alla discrezione della macchina che al guidatore.Mi spiego meglio:visto che sicuramente una macchina come questa avrà un navigatore anche sofisticato,la macchina "sa" quando è in pista,città,autostrada e quindi "sa" quali aiuti può farti disattivare.Fondamentalmente dovrebbe lasciarti l'illusione che tu la stai guidando quando in realtà il grosso del lavoro lo fa lei,salvo,appunto,trovarsi in pista.E comunque rassegnati:il futuro va verso ferrari più facili,lamborghini più facili,porsche più facili ecc Sei mai stato all'estero?se sei stato in russia ti sarà capitato di salire su taxi dove la radio vale di più della macchina ma guidano come fossero tutte ferrari.Ricordo ancora quel tassista che mi rimproverava:che te la metti a fare la cintura di sicurezza?siamo in russia!!!!Ho visto di tutto:auto senza targa,enormi suv con finestrini oscurati parcheggiati sui marciapiedi,taxi con il lettore dvd che proietta film por.no per il cliente ma anche il conducente guarda più quello che la strada......Ma il massimo è stato l'egitto.Lì i limiti di velocità li rispettano solo i cammelli.Niente linee di separazione tra le corsie,taxi che sfrecciano a tutta velocità a fari spenti,(di notte),gente che attraversa l'autostrada come dai noi sulle striscie pedonali(mai viste lì).Il punto è che sta arrivando un'ondata di bif.olchi arricchiti senza precedenti dai paesi emergenti che ha la cultura automobilistica di un bambino.A questa gente o gli dai la ferrari che si guida da sola facendogli credere che è un pilota oppure hai introdotto un'arma di distruzione di massa.I discorsi che si fanno qui li fa chi vive in un paese dove c'è il tutor,l'autovelox,la multa che ti arriva a casa,l'assicurazione obbligatoria,la scuola guida.Ma non in tutto il mondo è così.
Ritratto di fabri99
22 agosto 2013 - 11:04
4
Capisco che vuoi dire, ma non c'è bisogno di andare in Russia: questi video di incidenti dei russi ci sono a valanghe su Youtube, ma non c'è bisogno di andare in Russia... Ho trovato un video fatto da una moto, dove si vedeva il SUV della forestale tagliare le curve e invadere l'altra corsia, come se niente fosse. In ogni caso, come ho già detto, il problema è il pilota e le leggi assenti là, non l'auto. Sarebbe una buona idea anche quella che hai detto tu, la GT-R di Nissan già la ha: è limitata a 180 km\h(limite giapponese credo) in strada, mentre in pista non ci sono limiti. Anche se preferisco delle diverse opzioni da usare dove si vuole, anche quella della pista non è male, sicuramente aumenta la sicurezza... Eppure non mi piace l'idea che la Ferrari si debba adattare all'idiozia dei clienti... Non possono guidare a mille all'ora come se non ci fosse un domani, che si regolino! Comunque, se la stupidità dilaga, meglio correre ai ripari: non vorrei che Ferrari perdesse tutto il blasone e tutto l'amore dei russi e dei cinesi che s'è fatta finora... E, anche se rimango dell'idea che una supercar debba essere difficile da guidare, così da rimanere una cosa esclusiva, non per tutti gli idioti, meglio che le auto diventino più sicure... Certo, con tutti quei dispositivi di sicurezza, ci sono dei problemi: si potranno si disattivare in pista, ma il peso eccessivo del sistema rimane anche se è stato disattivato... E questa cosa mi piace ancora meno... Comunque, non deve essere Ferrari ad adattarsi... Ciao!
Ritratto di Gino2010
22 agosto 2013 - 13:04
dovendo ferrari vendere in tutto il mondo gli tocca adattarsi anche a realtà come la cina dove fino all'altro ieri conoscevano solo la bicicletta.Può anche non farlo in realtà.Può dire:la ferrari la compri chi è in grado di guidarla.Però se invece,poniamo il caso,aston martin si adatta alle necessità di questi clienti,idioti compresi,sfornando supercar facili da guidare,anche se in termini di blasone ci perde qualcosa,(ma poi basta che compaia al prossimo film di bond ed il blasone è presto recuperato),toglie clienti a ferrari.Basta che uno fa il furbo e tutti poi devono seguirlo.E quindi temo che invece nel futuro vedremo sempre più ferrari-giocattolo dove la tecnologia consente all'auto di fare tutto da sola e il pilota sta lì a mettere marce,sterzare.....virtualmente,perchè se la macchina facesse davvero quello che gli dice si sarebbe già sfracellata da tempo.Ma c'è di più.Non escluderei anche un suv ferrari.Porsche in fondo ha già "tradito" la sua nobile origine,lamborghini e bentley stanno seguendo a ruota,se un bel giorno aston martin o mac laren se escono col suv che piace tanto agli emiri arabi ferrari cosa fa?difende la purezza?Ma l'esempio per tutti rimane audi.Dai gloriosi anni 30 dell'auto union siamo passati alla A1,sono andati a rubare il mestiere a VW,anzi ormai VW è un semi premium e le automobiline le poteva lasciare tranquillamente a skoda.E' il mercato purtroppo.
Ritratto di fabri99
22 agosto 2013 - 13:22
4
Beh, per i SUV i sono anche Maserati e Jaguar, Ferrari ha già fatto la FF, basta e avanza... Comunque, spero che tu abbia torto, anche se mi vien difficile crederlo... Peccato... Ciao!
Ritratto di padoin
21 agosto 2013 - 16:22
nn sn assolutamente d accordo con questa innovazione x facilitare le sbandate.. una cosa sn gli aiuti alla guida e i sistemi di sicurezza che sn i benvenuti ma i traversi lasciateli a chi li sa fare gli altri si accontentino di potersi permettere questi capolavori e se sn anche cosi "ingordi" da voler mettere la macchina di traverso senza averne le capcità è giusto che si trovino in un fosso
Ritratto di Gino2010
21 agosto 2013 - 17:05
in pratica chi fa si spinge a fare queste bravate non mette a rischio solo se stesso ma anche gli altri
Pagine