NEWS

Il simulatore della Opel per l’autonomia delle elettriche

Pubblicato 30 marzo 2021

Quanto incidono la velocità e la temperatura esterna sull’autonomia? La Opel risponde a questa e ad altre domande con un apposito simulatore.

Il simulatore della Opel per l’autonomia delle elettriche

PER ORA DUE MODELLI - L’autonomia delle auto elettriche è molto suscettibile alle variazioni di temperatura. Ovviamente il riferimento rimane sempre il dato dichiarato dalla casa, che si basa sul ciclo di omologazione WLTP, ma molti utenti si chiedono quanto effettivamente incidano caldo, freddo e velocità su questo valore. La Opel per rispondere a questa e ad altre domande ha predisposto un apposito simulatore utilizzabile per le elettriche Mokka-e e Corsa-e raggiungile al seguente link. Entrambe condividono lo stesso powertrain elettrico basato su un motore da 136 CV e su una batteria da 50 kWh. La rispettiva autonomia secondo il ciclo WLTP è di 324 km per l’Opel Mokka-e di 337 km per la Corsa-e.

I VARI PARAMETRI - Con il simulatore online della Opel è possibile prendere maggiore confidenza con i differenti parametri in gioco e capire quanto essi incidano sull’autonomia. Viene chiesto all’utente di scegliere il tipo di guida tra normale, tranquilla e dinamica, la velocità, la temperatura esterna e l’attivazione/disattivazione del “clima”. Una volta impostati tutti questi parametri il simulatore propone la stima dell’autonomia. Ad esempio, sulla Mokka-e, impostando una guida normale, una velocità di 100 km/h, e una temperatura esterna di 25° C, con “clima” attivo, l’autonomia proposta è di 242 km (324 km il valore dichiarato dalla casa).

PER PRENDERE CONFIDENZA - “Giocare” con il simulatore della Opel consentirà quindi di comprendere cose basilari ma importanti per tutti coloro che si approcciano per la prima volta verso una guida “a emissioni zero”. Ad esempio, accelerare con fluidità e sfruttare il recupero dell'energia di frenata, possono aiutare a ottenere una maggiore autonomia complessiva. Ovviamente anche la velocità incide in maniera rilevante; aumentando la velocità media rispetto a quella prescritta nel ciclo WLTP l'autonomia del veicolo elettrico si riduce di conseguenza. Mantenere velocità costante e ridotta rispetto a quanto previsto dal ciclo ufficiale permette chiaramente di coprire percorrenze superiori, anche rispetto a quelle indicate sul ciclo WLTP.

COME INCIDONO I VARI FATTORI - Anche la temperatura esterna ricopre un ulteriore importante ruolo (nel ciclo WLTP è definita a 23°C). Temperature esterne maggiori o minori rispetto a quella standard hanno un effetto sull’autonomia. Meno impattante sulla percorrenza risulta l’utilizzo o no del “clima”, questo perché sia la Opel Corsa-e che la Opel Mokka-e hanno un sistema di climatizzazione a pompa di calore, più efficiente in termini di consumo di energia rispetto ai sistemi tradizionali.





Aggiungi un commento
Ritratto di Check_mate
31 marzo 2021 - 14:02
No no, nessun errore di battitura.
Ritratto di AndyCapitan
2 aprile 2021 - 00:24
1
compratevi una bella bifuel benzina e metano...non ve ne pentirete!!!.....con l'elettrica ci vuole sempre un ingegniere a disposizione per pianificare un viaggio un po lungo ....ahahah
Ritratto di Flavio8484
31 marzo 2021 - 13:51
Ho avuto modo di provarla un elettrica, ma a parte l effetto"appiccicato al sedile", non mi ha dato altro, trppo lontana dall idea di auto che ho io, piu tradizionale, poi non capisco xche tolgono i comandi e li infilano in uno schermo(questo anche le termiche). Trovo che distrae di piu un tablet al centro plancia che un comando fisico che sai dov é! L elettrico arriverà per forza, ma la strada per me é ancora molto lunga x far si che tutto vada al suo posto(colonnine in primis)
Ritratto di RubenC
31 marzo 2021 - 18:24
1
Flavio, lo schermo ha diversi pregi: per esempio lo puoi aggiornare e ammodernare via internet, poi le funzioni possono essere disposte in modo più ordinato che avendo pulsanti sparsi qui e là... e inoltre penso che sia anche un'interfaccia più naturale per le nuove generazioni. Non voglio parlare a nome di altri, ma per me, che sono giovane, uno schermo è molto più intuitivo e semplice da usare di pulsanti e manopole. Ti do però ragione sulla questione del distrarsi alla guida: se uno non usa queste tecnologie in modo responsabile e si mette a smanettare con il tablet mentre guida, diventa un po' più pericoloso.
Ritratto di Quello la
31 marzo 2021 - 19:59
Giovane... quanto, caro Ruben? >:-(
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
30 marzo 2021 - 12:20
Anche la renault ha qualcosa di simile per le plug-in, solo che loro ti dicono quanti km fai con un litro di benzina, in base a quanti passeggeri trasporti, che tipo di passeggeri (bambini o adulti), quanti km fai in città tangenziale e autostrada e così via.
Ritratto di Lorenz99
30 marzo 2021 - 12:56
QUINDI CHI HA IL PIEDE PESANTE , E NON SA ADOTTARE UNA GUIDA FLUIDA, NON ANDRÀ OLTRE I 160/180KM. PER QUESTO IN FERRARI DICONO CHE LA TECNOLOGIA NON È ANCORA MATURA. SE VOGLIONO OBBLIGARE A PRENDERLE FACCIANO COME IN JAPAN, SOLO CHI HA IL GARAGE PUÒ PRENDERLA. PERCHÈ SE UNA SERA ARRIVI TARDI E LE COLONNINE IN STRADA SONO OCCUPATE, COME SI FA?
Ritratto di Andre_a
30 marzo 2021 - 13:35
9
In Giappone devi avere un posto auto, non il garage. Comunque sarei favorevole a una legge uguale anche in Italia.
Ritratto di Meandro78
30 marzo 2021 - 15:13
Per tutte le auto qualificabili come tali in Giappone è necessaria la disponibilità di un posto auto(sono escluse le kei-car).
Ritratto di Volpe bianca
30 marzo 2021 - 13:19
Tutto questo perché per ora l'autonomia delle elettriche è scarsa e passare da una tdi da oltre 1000 con un pieno ad una elettrica da ricaricare ogni sera non è facile. Discorsi tipo temperatura esterna, velocità costante ecc vanno bene per una simulazione, in realtà la temperatura cambia durante la giornata, i mesi e le stagioni e la velocità costante è solo in autostrada o statali con poco traffico, e non sempre.... Se le elettriche avessero autonomie di 1000 o più km, questi discorsi avrebbero una rilevanza marginale.
Pagine