NEWS

Il simulatore della Opel per l’autonomia delle elettriche

Pubblicato 30 marzo 2021

Quanto incidono la velocità e la temperatura esterna sull’autonomia? La Opel risponde a questa e ad altre domande con un apposito simulatore.

Il simulatore della Opel per l’autonomia delle elettriche

PER ORA DUE MODELLI - L’autonomia delle auto elettriche è molto suscettibile alle variazioni di temperatura. Ovviamente il riferimento rimane sempre il dato dichiarato dalla casa, che si basa sul ciclo di omologazione WLTP, ma molti utenti si chiedono quanto effettivamente incidano caldo, freddo e velocità su questo valore. La Opel per rispondere a questa e ad altre domande ha predisposto un apposito simulatore utilizzabile per le elettriche Mokka-e e Corsa-e raggiungile al seguente link. Entrambe condividono lo stesso powertrain elettrico basato su un motore da 136 CV e su una batteria da 50 kWh. La rispettiva autonomia secondo il ciclo WLTP è di 324 km per l’Opel Mokka-e di 337 km per la Corsa-e.

I VARI PARAMETRI - Con il simulatore online della Opel è possibile prendere maggiore confidenza con i differenti parametri in gioco e capire quanto essi incidano sull’autonomia. Viene chiesto all’utente di scegliere il tipo di guida tra normale, tranquilla e dinamica, la velocità, la temperatura esterna e l’attivazione/disattivazione del “clima”. Una volta impostati tutti questi parametri il simulatore propone la stima dell’autonomia. Ad esempio, sulla Mokka-e, impostando una guida normale, una velocità di 100 km/h, e una temperatura esterna di 25° C, con “clima” attivo, l’autonomia proposta è di 242 km (324 km il valore dichiarato dalla casa).

PER PRENDERE CONFIDENZA - “Giocare” con il simulatore della Opel consentirà quindi di comprendere cose basilari ma importanti per tutti coloro che si approcciano per la prima volta verso una guida “a emissioni zero”. Ad esempio, accelerare con fluidità e sfruttare il recupero dell'energia di frenata, possono aiutare a ottenere una maggiore autonomia complessiva. Ovviamente anche la velocità incide in maniera rilevante; aumentando la velocità media rispetto a quella prescritta nel ciclo WLTP l'autonomia del veicolo elettrico si riduce di conseguenza. Mantenere velocità costante e ridotta rispetto a quanto previsto dal ciclo ufficiale permette chiaramente di coprire percorrenze superiori, anche rispetto a quelle indicate sul ciclo WLTP.

COME INCIDONO I VARI FATTORI - Anche la temperatura esterna ricopre un ulteriore importante ruolo (nel ciclo WLTP è definita a 23°C). Temperature esterne maggiori o minori rispetto a quella standard hanno un effetto sull’autonomia. Meno impattante sulla percorrenza risulta l’utilizzo o no del “clima”, questo perché sia la Opel Corsa-e che la Opel Mokka-e hanno un sistema di climatizzazione a pompa di calore, più efficiente in termini di consumo di energia rispetto ai sistemi tradizionali.





Aggiungi un commento
Ritratto di v8sound
30 marzo 2021 - 22:52
Sepp0. Si a patto di ricaricare a 150 kW... una rarità, con le colonnine pubbliche da 11 kW in 5 minuti ricarichi per 8 km, a casa a 2,3 kW per 2 km... pensavi molto peggio?
Ritratto di RubenC
31 marzo 2021 - 08:10
1
Se vuoi fare un rabbocco non vai certo a una colonnina in AC...
Ritratto di EnricoRS
1 aprile 2021 - 13:35
I possessori delle Tesla si sbellicheranno dalle risate nel leggere che secondo alcuni le colonnine da 150 kW sono una rarità. Del resto chi un elettrica c'è l'ha davvero carica +80 km veri in 5 minuti, chi non c'è l'ha invece si fa le sèghe mentali con i 2,3 kW.
Ritratto di Volpe bianca
30 marzo 2021 - 13:59
Andre_a ho scritto così perché ascoltando un po' in giro sento spesso parlare di autonomia ridotta, tipo "io non ho voglia di stare sempre a guardare quanto manca prima che si scarica la batteria", oppure "devo sempre pianificare i tragitti perché se mi trovo in mezzo ai monti e mi si scarica rimango fermo per strada" oppure "se vado a sciare e lasco l'auto una giornata intera a - 15°C - 20°C quando torno quanta carica mi è rimasta?" robe del genere
Ritratto di Volpe bianca
30 marzo 2021 - 13:41
Se le elettriche saranno il futuro, mi immagino o auto da oltre 1000 km di autonomia o che ogni singolo posto auto di ogni parcheggio pubblico o privato sarà come una grande piastra di ricarica senza cavo, un po' come quelle per gli smartphone. Ogni sosta ricarica automatica e pagamento con card in base alla durata. Più che futuro però mi sembra quasi fantascienza...
Ritratto di paultrevi
31 marzo 2021 - 08:16
Vediamo dal prossimo anno le batterie allo stato solido quanto/e se, saranno veramente performanti in chilometraggi!!!!
Ritratto di ziobell0
30 marzo 2021 - 15:10
Non ho pregiudizi sull'auto elettrica. Per il mio utilizzo avendo la possibilità di ricaricare nel box andrebbe bene nel 95% dei casi. Il problema è quel 5%, che sarebbero i viaggi medio-lunghi, fatti max 2 /3 volte anno. Al momento per me è un NO.
Ritratto di RubenC
30 marzo 2021 - 15:39
1
Il problema è l'uso quotidiano se non puoi ricaricare; i viaggi difficilmente sono un problema, soprattutto se li fai 2-3 volte l'anno, però a patto di poter spendere almeno 20.000 per un'auto.
Ritratto di deutsch
31 marzo 2021 - 07:47
4
Sarebbe come dire che visto che 2/3 volte l'anno incontro la neve prendo la macchina 4x4, oppure la prendo 7 posti per raramente siamo in 6 in auto
Ritratto di Pintun
30 marzo 2021 - 15:30
Poi oggi il problema dell'autonomia è anche legato alle batterie, ovvero per avere magari 1000 km di autonomia l'auto diventerebbe una monoposto e peserebbe come un bilocale. Magari in futuro avremo batterie che staranno sotto i sedili, non ruberanno posto nel baile e garantiranno 800 km di autonomia. Se congiuntamente per ricaricarle non serviranno ore potrebbe essere interessante
Pagine