NEWS

Smart: i primi disegni della suv elettrica

Pubblicato 20 maggio 2021

Sarà presentata al Salone di Monaco la suv elettrica della Smart, che utilizzerà una base meccanica sviluppata dalla Geely. Dovrebbe arrivare nel 2023.

Smart: i primi disegni della suv elettrica

POCHI MESI AL DEBUTTO - La suv elettrica della Smart è il primo modello nato dopo la cessione del 50% alla cinese Geely,  siglato nel 2019. Le due case hanno infatti creato una joint venture per realizzare modelli elettrici destinati alla Cina e ad alcuni importanti mercati mondiali. Dopo aver diffuso le specifiche della piattaforma modulare SEA, Sustainable Experience Architecture, del Gruppo Geely, sulla quale sarà ingegnerizzata la futura suv, la Smart ha diffuso i primi disegni che danno un’idea di massima di come sarà il nuovo modello. Le forme definitive saranno svelate al Salone di Monaco, che si terrà a settembre 2021. L’uscita sul mercato è invece attesa nel 2023.

IL BRAND SI REINVENTA - Risulta piuttosto evidente che la nuova Smart suv ha uno stile completamente diverso rispetto al passato, avendo il team di designer guidato da Gordon Wagener colto l’occasione per reinventare il brand. La vettura, la cui lunghezza dovrebbe aggirarsi intorno ai 420 cm (quindi una concorrente della Mini Countryman), si rivolge infatti a un pubblico giovane ed esigente. La casa ha infatti optato per un posizionamento premium, garantendo, tra le altre cose, anche diverse opzioni in termini di connettività.

SOLO ELETTRICA - L’utilizzo della piattaforma modulare della Geely (la stessa della Zero EV della Lynk & Co.) dovrebbe garantire abbondante spazio a bordo per cinque persone, oltre che a ottime prestazioni in termini di sicurezza. La Smart, infatti, punta ad assicurarsi le 5 stelle Euro NCAP. Non sono state divulgate le caratteristiche tecniche, ma in virtù della natura cittadina della nuova Smart suv, l’autonomia potrebbe aggirarsi intorno ai 300-320 km.





Aggiungi un commento
Ritratto di Marcello Emanuele
21 maggio 2021 - 12:00
E non parliamo che usano la base della Geely che copiò la classe E degli anni duemila ed è noto per le copie di autovetture europee. Oltre ad essere costosa e con una scarsa autonomia è pure cinese, allora proprio non ci siamo.
Ritratto di Giuliopedrali
21 maggio 2021 - 19:15
Geely copiò la mercedes E degli anni 2000 già è una balla e la Mercedes E degli anni 2000 non credo sia stata tanto copiata, quelle precedenti magari si, poi il fatto che sia Geely vuol dire che è una delle migliori auto al mondo, tra l'altro questi disegni sono tra i pochi interessanti di oggi.
Ritratto di adrio
21 maggio 2021 - 21:08
auto per andare a fare la spesa e le compete in citta come tutte le elettriche pure
Ritratto di Dario 61
21 maggio 2021 - 23:41
Ma esiste ancora la “Smart”?
Ritratto di adrio
22 maggio 2021 - 07:58
ora la smart ha il motore della piccola Renault ed e costruita su quel telaio ma venduta con il marchio Mercedes, quella che avevo io era un diesel che faceva 30 km litro ma il motore era giapponese
Ritratto di Meandro78
22 maggio 2021 - 08:10
Bah. Il progetto Smart è finito. Ora è un marchio senza storia e senza senso. Unico vantaggio un minimo di riconoscibilità. Ma senza alcun tratto distintivo. Auguri.
Ritratto di Giuliopedrali
22 maggio 2021 - 09:10
Essendo cinese Smart ora, penso che buona parte della sua storia sia ancora da scrivere...
Pagine