Smart: con Enel X un’app per ricaricare le batterie

La Smart ha sviluppato il suo servizio Ready to park, che aiuta a trovare un posto macchina in autorimessa con relativa colonnina di ricarica.

UNA RAGNATELA INDISPENSABILE - In concreto, la mobilità elettrica è ancora poca cosa, ma non è una chimera. Assieme ai tanti modelli già in produzione e i tanti già annunciati, aumentano le iniziative volte a creare l’indispensabile rete di punti di ricarica, senza dei quali è difficile convincere gli automobilisti a optare per un veicolo elettrico. Una sorta di ragnatela che consentirà alle auto a emissioni zero di muoversi senza preoccupazioni per l’autonomia. Una di queste iniziative è stata presentata dalla Smart, che l’ha messa a punto assieme all’Enel X (divisione dell’Enel che si occupa di servizi per la mobilità) e a un gruppo di autorimesse convenzionate. 

IN TRE PER UN SERVIZIO - La “triangolazione” ha come base una app con la quale i proprietari di Smart, aderenti al programma, potranno sapere dove trovare una colonnina di ricarica, assieme a un posteggio, sempre gradito. Attraverso lo smartphone l’automobilista comunica il numero di targa della propria Smart, assieme agli estremi del proprio documento di pagamento. Dopo di che sceglie sulla mappa dei parcheggi convenzionati quale sia nella posizione più conveniente per lui. Nell’autorimessa troverà un sistema che gli solleverà la sbarra automaticamente grazie al collegamento Bluetooth. Parcheggiata la Smart e collegata al punto di ricarica, l’automobilista in pratica sfrutterà il tempo di parcheggio per caricare le batterie. Trattandosi di un sistema fino a 22 kW, il tempo di una robusta ricarica è di meno di un’ora. 

NON SOLO PARCHEGGIO - Il progetto si basa su quello chiamato Ready to park, che appunto mette a disposizione una rete di autorimesse convenzionate con cui entrare in contatto mediante lo smartphone. La app “ready to charge” ora si rivolge ai proprietari di Smart elettriche che avranno così la possibilità di muoversi in città e ricaricare le batterie senza attendere di tornare nella propria autorimessa o senza dover cercarne una pubblica. 

IN CORSO D’OPERA - Il programma di ricarica sta nascendo e al momento riguarda solo Roma, dove sono 96 i parcheggi convenzionati che nel entro breve avranno da un minimo di due a un massimo di otto punti di ricarica. Nei prossimi mesi ci sarà anche l’estensione alle città di Firenze, Genova e Milano. Le autorimesse aderenti al programma Ready to park sono già reperibili su Google Player e Apple Store e su www.smart-ready-to.it



Leggi l'articolo su alVolante.it