NEWS

Spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa dice il nuovo Dpcm

Pubblicato 26 ottobre 2020

Il Decreto, valido dal 26 ottobre al 24 novembre 2020, non vieta gli spostamenti, ma sconsiglia di farlo se non per necessità. Resta il coprifuoco notturno in alcune Regioni con autocertificazione per circolare.

Spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa dice il nuovo Dpcm

PER NECESSITÀ - A causa dell’aggravamento della situazione della crisi da Covid-19 il governo Conte ha varato un nuovo Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio), in vigore da oggi, per un ulteriore giro di vite sulle norme anticontagio. Tra le varie disposizioni, più o meno restrittive, per quanto riguarda i mezzi di trasporto, si limita a raccomandare, di non utilizzare mezzi pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute o per necessità. 

VALIDO  UN MESE - Inoltre dopo le ore 21, potranno essere chiuse vie e piazze dei centri urbani per evitare assembramenti. Queste vie, o piazze, comunque, saranno raggiungibili da chi deve recarsi negli esercizi commerciali aperti o nelle abitazioni private. Il Dpcm è entrato in vigore ore oggi 26 ottobre e sarà valido fino al 24 novembre. Nelle pieghe del decreto la precisa volontà di tutelare economia evitando il più possibile ulteriori inasprimenti. Una serie di misure che, si augura Conte, siano sufficienti per tenere sotto controllo la curva epidemiologica.

IL COPRIFUOCO - Non sono vietati gli spostamenti tra Regioni, Province e Comuni, ma si raccomanda di farlo solo in caso di necessità. Resta in vigore in alcune Regioni il coprifuoco notturno. La Lombardia, il Lazio e la Campania sono le prime Regioni ad aver introdotto il divieto di spostarsi. In Lombardia, dove è entrato in vigore giovedì 22 ottobre e durerà almeno fino al 13 novembre, lo stop inizia alle ore 23.00 e finisce alle 05.00 del giorno successivo. Nel Lazio, sarà in vigore dalla notte tra venerdì 23 e sabato 24 ottobre: scatta alle 24.00 e finisce alle 05.00. Dal 26 ottobre anche in Piemonte è vietato spostarsi dalle 23 alle 5. Inoltre, proprio come avveniva nel lockdown, chi ha un valido motivo per spostarsi deve portare con sé il modulo compilato di autocertificazione: lo trovi QUI.

GLI ALTRI PROVVEDIMENTI - Più in generale il decreto impone la chiusura di palestre, cinema, piscine, teatri, sale gioco sia al chiuso che all’aperto, ma non i musei. Inoltre I servizi di ristorazione, sette giorni su sette, potranno esercitare solo dalle ore 5 alle 18. Dalle 18 sarà consentita la consegna a domicilio e il servizio d’asporto fino alle 24, ma senza consumazione sul posto o nei pressi dell'esercizio. Da sottolineare inoltre che Il Dpcm impone ora la didattica a distanza, almeno al 75% (ma le Regioni potranno in autonomia decidere di arrivare anche al 100%), agli alunni delle scuole superiori. Escluse le materne, le elementari e le medie inferiori. Sono poi vietati convegni e congressi che non siano svolti in modalità a distanza e le feste nei luoghi chiusi e all’aperto compresi, ad esempio, i ricevimenti nuziali.

> DPCM DEL 24 OTTOBRE: IL TESTO COMPLETO





Aggiungi un commento
Ritratto di Mbutu
26 ottobre 2020 - 18:06
Flavio, quoto ma penso servano alcuni puntini sulle i. Siamo tutti colpevoli ma qualcuno è più colpevole di altri. Perché certamente quello che è andato a trovare i parenti dopo mesi di isolamento certo non è responsabile quanto quello che si è messo a cercare le falle per aggirare la legge (abbiamo presente quello che pensava di essere un genio perché chiudeva solo 15 minuti a mezzanotte? Ecco, adesso chiude alle 18). E quelli che possono essere stati i comportamenti irresponsabili dei singoli cittadini non possono però nascondere errori e manchevolezze di chi ci governa (dai sindaci in su) e di quella politica che ha preferito sciacallare piuttosto che fare il suo.
Ritratto di BigDeals
26 ottobre 2020 - 20:33
Parliamo chiaramente, Salvini al governo avrebbe fatto le stesse scelte e l'opposizione avrebbe contestato grosso modo le stesse cose. È la polarizzazione della discussione politica in Italia, molto simile a quanto accade negli USA. Si segue ciecamente il proprio leader perché il senso critico non fa proprio parte della natura umana. Il COVID-19 non c'è solo in Italia e tutti gli altri paesi hanno adottato praticamente le stesse misure. Il problema della letalità, più alta della Spagnola, è comunque relativo. L'intasamento degli ospedali rappresenta un grosso pericolo per tutti. Tutte le altre considerazione sono fake news e un eccessivo amore per la propria parte politica. Finché dura, ovviamente.
Ritratto di LanciaRules
26 ottobre 2020 - 15:00
Ciao Stefano allterrain, non riesco a risponderti direttamente per un bug del sito: tu parti dal presupposto che i dati e quanto ti raccontano i media siano giusti ed in buona fede. Se così non fosse, vedrai che le prospettive di default annunciato ed italia svenduta dai nostri politicanti assumono nuove prospettive.
Ritratto di Stefano allterrain
26 ottobre 2020 - 15:46
Lancia ciao, parlo da persona da sempre critica vs la informazione ufficiale e che sempre si sforza di scovare oltre ma, tuttavia, visti i numeri mondiali della pandemia (faccio sinceramente fatica a credere che si tratti di una azione complottista a livello del globo) mi sento di sostenere le azioni restrittive. Non so a chi gioverebbero azioni diverse, con quali finalità? di soggiogarci? lo siamo già, grazie ai social e ai media oramai ritengo che tutti noi siamo già oggetto di campagne per manovrarci e orientarci..
Ritratto di LanciaRules
26 ottobre 2020 - 16:01
però riducendoci in povertà non saremmo solo controllati, ma anche schiavi...senza contare del passaporto vaccinale attraverso il quale potrebbero controllarti, importi se lavorare o meno, ecc. Inoltre con nanotecnolgie iniettate tramite vaccini potrebbero controllarti a distanza, o farti coagulare il sangue di conseguenza (sembra fantascienza ma già avviene coi fluidi delle sospensioni elettroniche). O, più semplicemente, ti vendono milioni di vaccini inutili a caro prezzo. Non sono assolutamente un complottista, un negazionista né un terrapiattista, ma mi ha fatto pensare la colonna di camion coi feretri che sfilavano: quale governo cialtrone può fare una pagliacciata simile, se non con lo scopo di instillare il terrore? Un governo serio avrebbe fatto di tutto per differenziarne il percorso così da non creare allarmismo, ed invece lo scopo era evidentemente un altro...
Ritratto di BigDeals
26 ottobre 2020 - 18:33
Non rispondo alla marea di inesattezze e farneticazioni. I camion sono stati filmati da un telefono di un privato alla finestra. Mi allarmerei di più se il "governo" avesse fatto di tutto per non creare allarmismo.
Ritratto di LanciaRules
27 ottobre 2020 - 09:11
Il passaporto sanitario in africa è già realtà. Persino gli ottantenni ora hanno uno smartphone e possono fare foto: facendo passare quella colonna in mezzo alla città era certo che qualcuno l'avrebbe fotografata o filmata...
Ritratto di BigDeals
27 ottobre 2020 - 10:56
Meglio una dittatura dove le notizie sono filtrate e censurate.
Ritratto di Claus90
26 ottobre 2020 - 15:13
Questo nuovo dpcm non mi è chiaro, per me dovevano chiudere e bloccare tutto in modo chiaro come fu per i mesi addietro, Dispiace per le attività o microimprese che non sono sostenute abbastanza dallo stato.
Ritratto di FERRARI F1
26 ottobre 2020 - 19:24
Andrà tutto bene ahahahah
Pagine