NEWS

Nel 2014 la nuova Chrysler 200

20 settembre 2013

Attesa il prossimo anno, la Chrysler 200 ha linee più filanti e sportive e potrebbe prefigurare la nuova Lancia Delta.

Nel 2014 la nuova Chrysler 200
PIÙ SLANCIATA - È stata più volte immortalata “travestita” da Alfa Romeo Giulietta, adesso la Chrysler 200 se ne va in giro, pur pesantemente camuffata, con la sua nuova “pelle”. Come si vede dalle immagini di Autoblog.com, le protezioni sono fin troppo coprenti, ma appare già evidente il cambio di rotta intrapreso: proporzioni più filanti, merito della linea del tetto ascendente che fa tanto coupé a quattro porte, accenno di spoiler sul baule posteriore e due minacciosi terminali di scarico rettangolari denotano la volontà di tagliare i ponti con l’attuale generazione figlia della Sebring. 
 
UNO SGUARDO DENTRO - Non esula da questo discorso l’abitacolo della Chrysler 200, le cui fotografie sono state diffuse dal sito Allpar, dominato dallo schermo centrale di tipo touch per la gestione dell’impianto multimediale UConnect e dalla strumentazione digitale che ricorda quella utilizzata dalla Dodge Dart. Ben visibile anche la plancetta di comando posta sul tunnel centrale, in posizione rialzata, che ospita i comandi della climatizzazione, il rotore del cambio automatico (fa tanto Jaguar e Land Rover) e il comando per il freno di stazionamento elettrico. 
 
 
PIATTAFORMA “ITALIANA” - La nuova Chrysler 200 adotterà la piattaforma Compact U.S. Wide, derivata da quella della Giulietta e già in uso su Dart e Jeep Cherokee. Sotto il cofano dovrebbero trovare posto il quattro cilindri 2.4 da 184 CV e il V6 Pentastar 3.2 da 271 CV, abbinati ad un cambio automatico ZF a nove marce. Il debutto potrebbe avvenire a gennaio al salone di Detroit, con la produzione che seguirebbe dopo un paio di mesi. 
 
SARÀ LA NUOVA DELTA? - Il piano industriale della Fiat, presentato a fine 2012, prevede per il 2015 un modello Lancia importato ed adattato per il mercato Europeo. Proprio questa Chrysler 200, con delle modifiche ad hoc, potrebbe dare origine alla sostituta della Lancia Delta.


Aggiungi un commento
Ritratto di Montreal70
21 settembre 2013 - 15:50
Sostenete tutti quello che voglio dire, ossia che se un'auto viene fatta rispettando i veri canoni Lancia, non può avere successo nei tempi moderni.
Ritratto di Williams
21 settembre 2013 - 17:16
dipende, se i designers sapessero coniugare i canoni Lancia con il gusto moderno sarebbe una bella cosa.. ma Mike Robinson non c'è riuscito e ha fatto solo danni! così come hanno fatto danni quelli che hanno disegnato le ridicole Jaguar degli ultimi anni, prima che arrivasse Ian Callum a fare le bellissime XF e XJ e Ftype.
Ritratto di fedex
20 settembre 2013 - 22:40
Dalle mie parti la Thesis è sempre stata considerata brutta ma a parte questo che è molto soggettivo... Vogliamo mettere veramente mettere a confronto quella sottospecie di Fiat con l'immagine che ti da la classe E?
Ritratto di ilovemultijet
22 settembre 2013 - 03:39
2
a me piaceva e piace ancora,una volta sono salito su una 2.4 jtd,silenziosa,comodissima e curata nei particolari...secondo me non ha avuto successo oltrechè per la linea proprio per i pregiudizi di essere un auto progettata dalla fiat,i contenuti tecnici c'erano tutti,basta pensare a quanta elettronica c'era a bordo che non offriva nessuna concorrente dell'epoca.sicuramente molto meglio della chrysler thema ,almeno la thesis era un italiana progettata in italia e costruita da italiani.
Ritratto di lorenzoto 46
24 settembre 2013 - 10:33
Perfino in Germania la classe E , in particolare , è considerata la tipica macchina del "birraio arricchito " . Solo noi italioti ( italiani idioti ) terroni del nord , sud e centro la consideramo una macchina da " fighi " . La verità e che tra la Thesis e la classe E c'e la differenza che c'è tra un gentleman e un vetturino di piazza vestito a festa .
Ritratto di UnAltroFiattaro
20 settembre 2013 - 23:46
Mio padre ce l'ha e ancora la usa (è del 2007). A me come macchina piace ancora moltissimo, linea elegante e molto personale, interni molto curati, rifiniti, spaziosi e confortevoli! Però è vero che è afflitta da parecchi difetti, la sua per esempio avuto vari problemi in questi 6 anni. I più gravi: cambio automatico che a 120.000 Km era da buttare e difettosità del sistema di iniezione con irregolarità e fumosità del propulsore, più o meno sempre da quel kilometraggio... Altre cose invece erano più stupide e diffuse anche su vetture di altre marche, che comunque gli sono costate e lo hanno costretto a portare più volte l'auto in officina...
Ritratto di Gino2010
23 settembre 2013 - 10:52
napolitano accompagnato lui e tutta la scorta da una crhysler 300 (vecchia) ricarrozzata che ha l'ardire di chiamarsi thema.Ma evidentemente siamo noi italiani esterofili che non riescono ad apprezzare la bellezza di una lancia made in USA con le sue armoniose linee in stile pick-up per il carico dei tori da accoppiamento.Ehh la thesis...quanti ricordi.....ma la gente non capisce e le preferisce sempre un marchio come mercedes senza storia nè classe......
Ritratto di fedex
25 settembre 2013 - 23:03
Prima di tutto devo dire che io sarei orgoglioso di di apprezzare una Lancia... Ma una vera Lancia e non un progetto Fiat fatto con caratteristiche che con la vera Lancia non ci azzeccano proprio nulla... Ma poi come fai a dire che un marchio come Mercedes non ha ne storia ne classe?? Prima di fare certi commenti conta fino a 10 così magari si evita di riempire questo sito di ca***te ;)
Ritratto di Gino2010
30 settembre 2013 - 15:49
chi ha detto veramente che mercedes non ha nè storia nè classe è un tale che si fa chiamare viva fiat.Vedi tu.Era rivolto a lui quel commento come agli altri fiattari.Non hai mai letto un mio post se dici questo..Io la mercedes c'è l'ho,è una classe C pure se non nuovissima......vedi tu.
Ritratto di fedex
30 settembre 2013 - 22:06
ah bhe scusami se non mi sto a intrippare il cervello leggendo i post di tutti... ne ho avute diverse anche io di classe C in famiglia... ma non me ne sto a vantare...
Pagine