NEWS

SsangYong: la Mahindra taglia i fondi

Pubblicato 07 aprile 2020

A soli due mesi dall'annuncio che avrebbe investito 390 milioni di euro nella controllata SsangYong, la Mahindra cambia idea.

SsangYong: la Mahindra taglia i fondi

LA CRISI COLPISCE - Dopo aver quasi azzerato le attività produttive delle case automobilistiche, fermate per contenere la diffusione del coronavirus, l’emergenza sanitaria inizia ad avere ripercussioni anche nei loro piani di investimento. Fra i primi costruttori a farne le spese c’è la coreana SsangYong, che non riceverà ulteriori finanziamenti dal suo principale azionista, l’indiana Mahindra (ne controlla il 74,65% delle quote) oltre ai 30 milioni di euro per 3 mesi necessari per la “sopravvivenza”. 

RISULTATI DELUDENTI - La SsangYong dovrà cercare altri investitori per assicurarsi i circa 390 milioni di euro con cui far proseguire il piano di rilancio, destinato a farla tornare all’utile dal 2022, dopo anni “rosso” e vendite in contrazione: nel 2019, in Europa, ha consegnato 14.627 nuove auto, contro le 16.082 del 2018. Per dare impulso alle vendite, tra le altre cose, il produttore coreano aveva in programma l’arrivo delle versioni elettrica e ibrida della suv media Korando (nella foto).

SsangYong Korando
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
15
18
25
26
VOTO MEDIO
2,8
2.76699
103




Aggiungi un commento
Ritratto di BigDeals
8 aprile 2020 - 12:52
Peccato perché la Rexton versione Icon ha degli interni veramente belli e una dotazione ricchissima. Trazione posteriore, peso e consumi esagerati non hanno aiutato. Probabilmente nell'usato recente si troveranno ottimi affari.
Ritratto di otttoz
8 aprile 2020 - 22:06
come l'arceloremittal con l'illva
Ritratto di Giulio Menzo
9 aprile 2020 - 09:45
2
La SS secondo me ha una buona dotazione,che per non è valorizzata dai consumi alti e dalla linea secondo me artificiosa. E poi in Italia non ha una rete capillare di concessionarie e assistenza. Personalmente a Rexton è l'unica riuscita
Ritratto di 82BOB
9 aprile 2020 - 11:32
Peccato, alternano vetture carine, come la Tivoli e la vecchia Korando, a prodotti più sotto tono, difficile poi fidelizzare e accrescere prestigio. Mancano di continuità e i prezzi, mi sembra, rispetto a un tempo troppo vicini alla concorrenza.
Ritratto di andre9191
11 aprile 2020 - 14:52
Avete Pininfarina sfruttattelo!
Pagine