SsangYong Rexton: i dettagli sulla nuova generazione

La SsangYong Rexton si rinnova completamente, ma mantiene una vocazione fuoristradistica.

PRIMA DI TANTE - Il rilancio sul mercato della SsangYong, dopo la Tivoli, vede protagonista la nuova SsangYong Rexton. In occasione della presentazione della Rexton al Salone di Seoul (al quale si riferiscono le foto) l’amministratore delegato della SsangYong, Johng-sik Choi, ha confermato l’arrivo in futuro anche di un pick-up, di un’elettrica e di altri modelli a basso impatto ambientale. La nuova generazione sostituisce la Rexton in vendita dal 2001 e aggiornata nel 2005, da cui riprende le dimensioni generose (è lunga 485 cm, larga 192 e alta 180 cm) e l’impostazione telaistica rinforzata adatta anche all'uso in fuoristrada. La trazione, in condizioni normali, è sulle ruote posteriori con le anteriori inseribili e le marce ridotte per il fuoristrada. 

IL TELAIO È PIÙ RIGIDO - La SsangYong Rexton 2017 porta all’esordio un nuovo telaio, che l’azienda ha già annunciato di voler utilizzare su altri modelli. La sua particolarità sta nella costruzione per il 63% con acciai ad alta resistenza: la SsangYong promette un sensibile incremento della rigidità strutturale, a fronte però di un taglio dei pesi nel paragone con un telaio convenzionale. È stato aggiornato inoltre lo stile esterno e tratto ispirazione dal prototipo LIV-2, a partire dalla fiancata, mentre la griglia anteriore richiama la Tivoli e secondo gli stilisti ha l’aspetto di un uccello in volo. Le ruote sono disponibili con misure fino a 20 pollici, per l’abitacolo si possono ordinare sedili in pelle Nappa e nella plancia si trova uno schermo touch da 9,2 pollici, che controlla un sistema multimediale dotato delle funzionalità Apple Car Play e Android Auto.

2 MOTORI E 2 CAMBI - La nuova SsangYong Rexton verrà commercializzata in Sud Corea entro la prima metà del 2017, mentre in Europa arriverà prima di fine anno. I motori previsti sono due: il benzina da 2.0 litri e il diesel da 2.2 litri, entrambi sovralimentati, che si abbinano rispettivamente a un cambio automatico a 6 marce della Aisin e ad un automatico a 7 rapporti della Mercedes. L’equipaggiamento prevede tutti i più moderni sistemi di ausilio alla guida, come ad esempio la frenata automatica d’emergenza o l’anti-sbandamento, oltre alla telecamera di parcheggio con visuale a 360° e al sedile che si posiziona nella maniera ideale per facilitare l’uscita dall’abitacolo.



Leggi l'articolo su alVolante.it