NEWS

Stellantis: gli obiettivi dell’elettrificazione

Pubblicato 16 aprile 2021

Entro il 2025, il gruppo Stellantis offrirà versioni elettrificate di quasi tutta la sua gamma europea. Previste quattro nuove piattaforme dedicate ai modelli elettrici.

Stellantis: gli obiettivi dell’elettrificazione

400.000 NEL 2021 - Stellantis, il gruppo automobilistico formato a gennaio dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles e PSA, dispone di oltre 14 marchi tra cui Peugeot, Citroën, Opel, Fiat, Alfa Romeo, Maserati, Jeep la maggior parte dei quali ben radicati in Europa. Sfruttando le sue radici europee e la grande disponibilità di marchi che consentiranno di attuare sinergie ed economie di scala, Stellantis ha come obiettivo nel 2021 quello di portare le vendite di veicoli elettrificati (elettriche e ibride ricaricabili) a oltre 400.000 unità, triplicando le vendite rispetto al precedente anno.

A RITMO SERRATO - A fissare l’obiettivo è lo stesso ceo del gruppo automobilistico, Carlos Tavares, nell’ambito della prima riunione annuale di Stellantis. Il dirigente portoghese ha dichiarato che il gruppo, entro il 2025, offrirà ai suoi clienti versioni elettrificate di quasi tutta la sua line-up europea. Il ceo di Stellantis si aspetta che entro il 2030 i modelli elettrificati possano costituire il 70% delle vendite europee e il 35% delle consegne negli Stati Uniti. Previsioni in linea con gli analisti, che entro il 2025 prevedono in Europa una quota di mercato per il veicoli elettrificati pari al 38%, un salto enorme rispetto alle proiezioni del 2021 che danno uno stima del 14%. 

LE NUOVE PIATTAFORME - L’offensiva elettrica di Stellantis si concretizzerà attraverso l’impiego di quattro nuove piattaforme concepite per i veicoli passeggeri: una più piccola, che dal 2026 sostituirà la eCMP per i modelli più compatti, in grado di garantire autonomia oltre 500 km, una per le vetture di dimensioni medie e medio grandi con autonomia oltre 600 km, una i modelli più grandi con autonomia oltre 800 km, e una quarta di tipo “frame” per suv e pick-up di grandi dimensioni (operativa dal 2024).





Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
16 aprile 2021 - 19:19
4
Stellantis rispetto alla migliore concorrenza sembra molto indietro con la/le piattaforma elettrica (tipo MEB di VW), a mio avviso nei prossimi anni si andrà a mettere a rimorchio di GM (con un'Alleanza o meglio ancora con una Fusione)
Ritratto di AndyCapitan
18 aprile 2021 - 00:58
1
ma no...stellantis ha gia' le piattaforme peugeot electric....baaa...io aspetterrei a buttarmi in questo assurdo mercato...l'elettrico rimarra' a una cifra percentuale!!!
Ritratto di Giuliopedrali
18 aprile 2021 - 08:17
Stellantis si unirà a GM che si unirà a Ford, tutti quelli seri dall'altra parte...
Ritratto di Dario Visintin
18 aprile 2021 - 08:35
1
NO ,Stellantis non farà nessun'altra alleanza almeno per il prossimo decennio. L'unica lettura che potrebbe trovare spazio nella tua sintesi ,potrebbe essere un matrimonio GM FORD, ma questo andrebbe a toccare tasti delicati visto che FORD ha bisogno anche dei motori Peugeot ,e non ultimo la storia dei due marchi americani è molto diversa , e la competizione tra loro è un'arma strategica.
Ritratto di Roomy79
18 aprile 2021 - 08:41
1
E fu così che partendo da globalizzazione e capitalismo selvaggio, si arrivò al socio liberismo con un unica marca di auto, un'unica azienda che gestisce tutti i servizi internet, un unico Di tipo di smartphone, un unico modo di fare acquisti online line...il tutto condito con la totale assenza di cura per i servizi pubblici che perlomeno garantivano i regimi rossi (scuola, salute, infrastrutture) fantastico.
Ritratto di Giuliopedrali
18 aprile 2021 - 08:48
Roomy79: infatti stavo sottolineando, ironicamente, proprio questo, ma possibile che si è contenti che si arrivi ad un'unica marca di auto, di smartphone, di servizi, di aria per respirare, di politicamente corretto etc etc, io sono un fans dell'inizio della storia dell'auto, 1900-1915 circa la cosiddetta Brass era o era dell'ottone quando nei soli USA c'erano almeno 1000 costruttori di auto indipendenti, poi fusioni e catena di montaggio...
Ritratto di Andre_a
18 aprile 2021 - 15:56
9
La differenza è che col capitalismo l'azienda unica deve restare al top e rischia continuamente di essere rimpiazzata. Fino a poco fa, dicendo "unico modo di fare acquisti online" avremmo pensato tutti a eBay, oggi ad Amazon, domani chissà. Non dico che mi piaccia, ma la differenza con i "regimi rossi" è colossale.
Ritratto di Oronzo Birillo
16 aprile 2021 - 19:13
Il futuro gli darà ragione o torto?
Ritratto di Andrea Doria
16 aprile 2021 - 20:03
Quando Psa acquisì Opel nel 2017, Tavares in meno di un anno è riuscito a riportare i suoi conti in attivo (dopo 20 anni di buco finanziario da parte di GM). Certo, Opel non aveva una gamma sanguinante, quindi sarà un'operazione ben più complessa far rinascere Alfa Romeo e il paziente grave Lancia. Potrebbe essere una sfida stimolante.
Ritratto di Claudio48
17 aprile 2021 - 08:59
Lancia no?
Pagine