NEWS

Subaru Forester 4dventure: per chi ama lo sport 

Pubblicato 01 ottobre 2020

Debutta la serie speciale 4dventure della Subaru Forester, con fregi arancioni e sedili in tessuto idrorepellente. Prezzo da 42.500 euro. 

Subaru Forester 4dventure: per chi ama lo sport 

ARANCIO E NERO - Dopo il debutto della quinta generazione della suv media Subaru Forester, avvenuto nel 2019, arriva una serie speciale concepita per gli amanti dello sport e delle attività all’aria aperta. Si chiama Forester 4dventure e si riconosce esteticamente per i numerosi fregi di colore arancio, presenti nella parte bassa del fascione anteriore, nelle minigonne e anche nel paraurti posteriore, oltre che nelle barre al tetto. L’arancione contrasta con il nero della mascherina, dei fregi sopra i fendinebbia e delle ruote di 18”, ma sono neri anche i gusci degli specchietti e la scritta e-Boxer nel portellone. Inoltre, è più scura la parte interna dei fari. Due i colori esterni: grigio e bianco.

FACILI DA LAVARE - L’arancione si trova anche nell’abitacolo della Subaru Forester 4dventure: sono di questo colore le cornici dei diffusori dell’aria, l’inserto ai lati della leva del cambio e le cuciture di plancia, volante, portiere e sedili. Questi ultimi sono rivestiti in tessuto idrorepellente, dunque facile da lavare. La serie speciale 4dventure, come la Premium da cui deriva, ha di serie il clima automatico bizona, i fari a led, la telecamera posteriore di parcheggio, il tetto apribile elettricamente, la frenata automatica, il regolatore di velocità adattativo e il sistema multimediale, con schermo tattile di 8” nella consolle e compatibilità per gli smartphone. 

IBRIDA LEGGERA - Come tutte le altre versioni della suv giapponese, anche Subaru Forester 4dventure è spinta dal motore ibrido e-Boxer, composto da un piccolo motore elettrico, con 16,7 CV e 66 Nm, e dal 4 cilindri boxer 2.0 aspirato capace di 150 CV e 194 Nm. Il motore elettrico aiuta il “duemila” nelle riprese, dando un po’ di coppia motrice in più e contribuendo a contenere i consumi di benzina. La Forester 4dventure è mossa da una trazione integrale permanente e dal cambio automatico Cvt a variazione continua.

IL PREZZO - La Subaru Forester 4dventure è venduta al prezzo da 42.500 euro.

Subaru Forester
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
30
22
15
16
18
VOTO MEDIO
3,3
3.29703
101




Aggiungi un commento
Ritratto di 82BOB
1 ottobre 2020 - 20:50
Così agghindata mah... fosse stata una Impreza o una XV... sembra fuori luogo!
Ritratto di Lorenz99
2 ottobre 2020 - 02:18
OTTIMA VETTURA TECNICAMENTE, MA MANCA TUTTO IL RESTO. MARKETING E STILE, SONO FONDAMENTALI PER STARE SU UN MERCATO COMPETITIVO COME QUELLO AUTOMOTIVE. SE DAVVERO NEI PROSSIMI 10/15 I GOVERNI INCENTIVERANNO/OBBLIGHERANNO A PASSARE ALL'ELETTRICO (SU PRESSIONE DEI GRUPPI CHE VI HANNO INVESTITO) ALLORA SUBARU COME BRAND RISCHIA. PERCHÈ LA STORICA ACCOPPIATA BOXER+ 4WD PERDEŔÀ SENSO , E ALTRE CARTE DA GIOCARE NON NE HANNO...
Ritratto di mika69
2 ottobre 2020 - 09:18
Infatti Subaru sta già lavorando alla prossima elettrificazione totale dei suoi mezzi.
Ritratto di mika69
2 ottobre 2020 - 08:22
Non mi piacciono molto queste declinazioni su mezzi di questo tipo. Non riesco a dargli un senso. In ogni caso gran macchina, lenta come ho potuto verificare, ma veramente inarrestabile e robistissima. Fatto circuito in fuoristrada spinto, fango e sassi...va ovunque. Il CVT ha un "primino" virtuale che tutte le altre unità si sognano,
Ritratto di mika69
2 ottobre 2020 - 08:23
"robustissima"
Ritratto di ELAN
2 ottobre 2020 - 16:26
1
Il 2.5 è SOHC o DOHC? Un solo albero a camme in testa o due?
Ritratto di mika69
5 ottobre 2020 - 08:41
DOCH
Ritratto di ELAN
5 ottobre 2020 - 10:32
1
Ok, grazie. Una volta andai un auto con un titolare di autosalone di BO che aveva la legacy con il monoalbero e lo sbandierava in auto, tra i tornanti. Aveva circa 160cv mi pare.
Ritratto di Lucky29
2 ottobre 2020 - 18:23
Salve, sono da poco felice possessore di una Forester eBoxer e non concordo con quelli che sostengono che le Subaru sono costose e poco appetibili esteticamente. Personalmente cercavo su una 4x4 vera (e non di quelle un po’ finte con il motore elettrico sull’assale posteriore) che mi desse quel senso di sicurezza in più quando mi trovo su strade di montagna o anche solo sdrucciolevoli e una meccanica collaudata e affidabile. Bene ho girato parecchi dealer e alla fine ho scelto Subaru. La linea non mi dispiace e la qualità e la sostanza si toccano con mano. La mia Forester ha praticamente tutto di serie, dai sedili in pelle al tettuccio apribile per non parlare dei sistemi di sicurezza che sono efficacissimi e all’avanguardia. Il tutto ad un prezzo più che onesto se raffrontato a quello di marchi più “prestigiosi” che spesso badano più all’estetica che alla sostanza e sulle quali devi aggiungere “pacchetti” ultracostosi che incidono quasi come il costo di una city car! Anche i consumi sono in linea se consideriamo che stiamo parlando di un’auto che pesa circa 18 quintali in ordine di marcia con in più la trazione integrale sempre attiva. Con una guida normale e rispettando i limiti riesco a percorrere tranquillamente i 13/14 km con un litro sul misto (autostrada+ statale + città) che ritengo in linea con vetture di caratteristiche paragonabili. Aggiungo solo che Subaru è un costruttore di nicchia (poco più di 1.000.000 di vetture vendute ogni anno nel mondo) e che il loro mercato non è certo l’Italia o l’Europa ma gli Stati Uniti dove vendono quasi il 70% della loro produzione e dove il marchio è molto apprezzato per la proverbiale trazione integrale e l’affidabilità nel tempo.
Ritratto di Flynn
2 ottobre 2020 - 20:52
6
Quello che mi lascia perplesso e’ il consumo. Non tanto perché sia alto in assoluto ma perché credo che con il motore dell’Outback avrebbe fatto gli stessi risultati. Mi piace la filosofia della motorizzazione unica ma dovrebbe essere più consona al peso della vettura.
Pagine