NEWS

Subaru: vendite e guadagni in calo nel 2018-19

22 maggio 2019

Il 31 marzo la casa giapponese ha chiuso un anno ben al di sotto delle aspettative: vendite giù del 6,3%, il guadagno lordo del 48,5%.

Subaru: vendite e guadagni in calo nel 2018-19

VENDITE IN FLESSIONE - Risultati non positivi per la Subaru nel 2018-19 (per le società giapponesi l’anno fiscale va dal 1 aprile 2018 al 31 marzo 2019), che in questo periodo ha visto una diminuzione delle vendite del 6,3% rispetto all’anno precedente: la casa delle Pleiadi è passata da 1.065.000 a 1.000.000 di automobili. Il calo è stato particolarmente accentuato in Giappone con un -17,2%, per un totale di 135.000 auto in meno, a causa del minore gradimento nei confronti di Impreza, XV e Levorg. Nel resto del mondo invece le consegne sono diminuite del 4,3% e hanno toccato le 865.000 unità, complice l’arrivo della nuova Subaru Forester (in vendita da dicembre 2018, qui il primo contatto), che ha spinto molti clienti a ritardare l’acquisto. La casa giapponese ha prodotto 989.000 auto al 31 marzo 2019, il 5,8% in meno rispetto a dodici mesi prima: in questo caso hanno pesato alcuni ritardi nella fabbrica di Gunma. 

UTILE DIMEZZATO - Il calo delle vendite ha avuto prevedibili effetti sul fatturato, passato dai 26,17 miliardi di euro registrati il 31 marzo 2018 ai 25,59 miliardi di quest’anno, pari al 2,2% in meno. Nel fatturato della Subaru sono incluse anche le attività relative alla divisione aeronautica (anch’essa in flessione). Il l’utile lordo invece si è quasi dimezzato, passando da 3,07 miliardi di euro a 1,58 miliardi (il 48,5% in meno). La Subaru stima di vendere 1.058.000 automobili nell’anno fiscale che si chiuderà il 31 marzo 2020 e di portare il giro d’affari a circa 27 miliardi di euro, per un utile di 2,2 miliardi di euro al lordo delle tasse.





Aggiungi un commento
Ritratto di Pablo
24 maggio 2019 - 10:35
Stelvio e Giulia Q4...mi auguro non abbia da ridire
Ritratto di ELAN
24 maggio 2019 - 12:33
1
Più che da ridire ho da ridere. Ovvero, la bellissima Giulia e la un pò meno bella Stelvio non mi pare eccellano in quanto a vendite. Anzi. Associare presunte qualità estetiche direttamente al successo commerciale è, se in buona fede, tipico di una visione limitata che non tiene conto di millemila altri fattori.
Ritratto di Pablo
24 maggio 2019 - 12:55
Lei mi ha chiesto quali sono auto belle...cosa c’entrano le vendite. Sappiamo tutti che Giulia e Stelvio arrancano ma almeno hanno decisamente più stile di queste lavatrici Subaru considerate anonime da tanti così tanti che il pubblico non se le c@g@ proprio...Ma capisco che lei fa un po’ fatica ad accettare pareri diversi. Chiuso il discorso.
Ritratto di ELAN
24 maggio 2019 - 12:36
1
Poi oh, per definire "anonime" le Subaru ce ne vuole. Il che mi fa pensare che il sig. Pablo tanto in buona fede non sia...
Ritratto di MarcoDT
23 maggio 2019 - 22:36
sono ottime auto in generale (soprattutto il 4x4), ma a design sono onestamente rimaste indietro. E i motori consumano troppo. Dovrebbero fare come Mazda, ossia avviare una rivoluzione stilistica e ricercare nuove soluzioni per migliorare l'efficienza dei propulsori.
Ritratto di ELAN
24 maggio 2019 - 10:17
1
Non metterebbero mai un ponte torcente spacciandolo per "scelta" solo per infarcire l'auto di similpelle e chicche da wannabe premium.
Ritratto di ELAN
24 maggio 2019 - 10:22
1
L'Impreza e la XV saranno le sole seg.C con architettura "premium" ora che anche la 1er sarà TA trasversale. Senza contare poi che molte TA trasv. vengono ancor più ridotte all'osso con ponti torcenti vari (Mazda3).
Ritratto di ELAN
24 maggio 2019 - 10:24
1
Mancano motori competitivi, soprattutto per il mercato EU e con l'ibrido sono in ritardo.
Ritratto di alex_rm
24 maggio 2019 - 14:07
La subaru è una casa molto conservativa e tradizionalista che non segue il mercato e le sue richieste(come fa il gruppo VW,coreani ed ecc ecc con crossover e SUV-suv coupe di ogni taglia immaginabile,ha tolto dal mercato i diesel e il turbo benzina sulla levorg.Trovo molto riuscita la nuova XV ma i motori non sono adeguati ed il cambio automatico e un incognita. E un momento di transizione del mercato automobilistico in cui quasi tutti i marchi sono in negativo nelle vendite e i consumatori nell indecisione aspettano a comprare auto nuove
Ritratto di MotorG
26 maggio 2019 - 11:35
Stimo il marchio da sempre, ma non si può togliere un diesel dal mercato e rimpiazzarlo da un mild hybrid (che da noi deve ancora arrivare) sveglia Subaru il tempo passa !
Pagine