NEWS

Subaru: vendite e guadagni in calo nel 2018-19

22 maggio 2019

Il 31 marzo la casa giapponese ha chiuso un anno ben al di sotto delle aspettative: vendite giù del 6,3%, il guadagno lordo del 48,5%.

Subaru: vendite e guadagni in calo nel 2018-19

VENDITE IN FLESSIONE - Risultati non positivi per la Subaru nel 2018-19 (per le società giapponesi l’anno fiscale va dal 1 aprile 2018 al 31 marzo 2019), che in questo periodo ha visto una diminuzione delle vendite del 6,3% rispetto all’anno precedente: la casa delle Pleiadi è passata da 1.065.000 a 1.000.000 di automobili. Il calo è stato particolarmente accentuato in Giappone con un -17,2%, per un totale di 135.000 auto in meno, a causa del minore gradimento nei confronti di Impreza, XV e Levorg. Nel resto del mondo invece le consegne sono diminuite del 4,3% e hanno toccato le 865.000 unità, complice l’arrivo della nuova Subaru Forester (in vendita da dicembre 2018, qui il primo contatto), che ha spinto molti clienti a ritardare l’acquisto. La casa giapponese ha prodotto 989.000 auto al 31 marzo 2019, il 5,8% in meno rispetto a dodici mesi prima: in questo caso hanno pesato alcuni ritardi nella fabbrica di Gunma. 

UTILE DIMEZZATO - Il calo delle vendite ha avuto prevedibili effetti sul fatturato, passato dai 26,17 miliardi di euro registrati il 31 marzo 2018 ai 25,59 miliardi di quest’anno, pari al 2,2% in meno. Nel fatturato della Subaru sono incluse anche le attività relative alla divisione aeronautica (anch’essa in flessione). Il l’utile lordo invece si è quasi dimezzato, passando da 3,07 miliardi di euro a 1,58 miliardi (il 48,5% in meno). La Subaru stima di vendere 1.058.000 automobili nell’anno fiscale che si chiuderà il 31 marzo 2020 e di portare il giro d’affari a circa 27 miliardi di euro, per un utile di 2,2 miliardi di euro al lordo delle tasse.





Aggiungi un commento
Ritratto di Scatnpuz
8 settembre 2019 - 12:33
hanno tutte un design anni 80..... E’ un miracolo che ancora riescano a vendere in qualche posto di montagna i loro 4x4......
Ritratto di ABCD1234
14 dicembre 2019 - 15:18
Bravo! direi neanche anni '80 (se uno fa il conto che la precedente Forester è ancora la più richiesta nel mercato dell'usato rispetto all'attuale), piuttosto auto disegnate da qualcuno che non sa cosa sia la parola design, ma purtroppo a parte gli appassionati del marchio che trovano solo pregi, la maggior parte sceglie l'auto perchè deve essere bella esteticamente, il resto viene in secondo piano. Ormai si esce dal seminato con prestazioni e soluzioni uniche (e qualcosa è rimasto in Subaru), ma soprattutto con auto belle, ripeto belle (cioè l'opposto di quello che fanno)se no la concorrenza è vicinissima, avendo in più design, appeal e reputazioni del marchio ben superiori. Se non la capiscono in Subaru le vendite andranno sempre a picco
Pagine