NEWS

Sulle Volvo niente più guida in stato di alterazione

21 marzo 2019

La Volvo ha messo a punto una tecnologia in grado di rilevare lo stato di ebbrezza e la distrazione del guidatore.

Sulle Volvo niente più guida in stato di alterazione

L’AUTO TI OSSERVA - La Volvo ha annunciato i dettagli di una nuova tecnologia in grado di contrastare i problemi dovuti alla guida in stato di alterazione e alla distrazione. La casa svedese ritiene che queste possano essere contrastate mediante l’installazione di telecamere e di sensori in grado di monitorare lo stato del conducente, consentendo quindi all'auto di intervenire qualora non dovesse rispondere ai segnali di avvertimento preventivi.

SARÀ IN PRODUZIONE NEL 2020 - L’auto quindi, registrando comportamenti come la mancanza dell’input allo sterzo per lunghi periodi di tempo, o gli occhi chiusi, oppure l’uscita dalla propria corsia di pertinenza, o tempi di reazione eccessivamente lenti, potrebbe intervenire limitando la velocità, avvisando il servizio di assistenza Volvo on Call e, come ultima ipotesi, rallentando attivamente la vettura e parcheggiandola in sicurezza. L'introduzione di queste telecamere di sicurezza su tutti i modelli della Volvo inizierà nel 2020, in concomitanza della prossima generazione di veicoli basati sulla piattaforma scalabile SPA2. I dettagli sull'esatta quantità di telecamere e sul loro posizionamento all'interno saranno diffusi successivamente.
 
UN PROBLEMA SERIO - Oltre all'eccesso di velocità, che l'azienda intende combattere imponendo il limite massimo di velocità a 180 km/h, l'intossicazione da alcol (secondo i dati della NHTSA, negli Stati Uniti nel 2017 quasi il 30% delle vittime di incidenti stradali a bordo dei veicoli ha coinvolto conducenti in stato di ebbrezza) e la distrazione sono le altre due aree di primaria importanza per la sicurezza stradale. La Volvo vuole quindi intervenire in queste tre aree al fine di attuare il suo ambizioso programma “zero vittime su strada”.

UNA CHIAVE PARTICOLARE - La Volvo ha inoltre annunciato i dettagli della Care Key, una funzionalità disponibile a partire dal 2021, che consentirà ai proprietari di un’auto del costruttore svedese di imporre delle limitazioni alla velocità massima. Funzionalità utile in caso di prestito della propria vettura ad altri utenti. Il Care Key, le telecamere di monitoraggio, la limitazione della velocità massima a 180 km/h e i sistemi di assistenza alla guida esistenti hanno tutti un unico obiettivo: sostenere una guida più sicura.

Volvo XC60
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
99
106
60
25
36
VOTO MEDIO
3,6
3.63497
326


Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
21 marzo 2019 - 12:57
8
La limitazione della velocità massima a 180 km/h per tutte le Volvo è una decisione assurda, primo perchè ci sono circostanze dove tenere una velocità superiore ai 180 km/h non è pericoloso, secondo perchè nulla impedisce ad un conducente incosciente di attraversare un centro abitato con limite 50 km/h e svariati passaggi pedonali a 180 km/h.
Ritratto di RS
21 marzo 2019 - 13:49
1
Pericoloso o no viaggiare a 180 km/h non sarebbe consentito... almeno qui da noi.
Ritratto di Ivan92
21 marzo 2019 - 14:04
8
Mah, guarda, indifferentemente dal dove è o non è consentito andare a più di 180 km/h trovo scorretto che la Volvo mi impedisca di farlo in modo arbitrario, sono io che devo decidere in base alle circostanze e non l'automobile. Mettere il limitatore a 180 km/h significa che quella determinata Volvo non potrà mai andare oltre ma potrà sempre raggiungere i 180 km/h, indifferentemente se ti trovi al Nürburgring, o su un autostrada (tedesca, così evitiamo polemiche) alle 04:00 del mattino con zero traffico, oppure alle 11:30 davanti ad una scuola mentre i ragazzi stanno uscendo. E questo lo trovo estremamente scorretto, perchè se sborso 80'000 € per una Volvo S90 T8 da 407 CV voglio poter andare a oltre 180 km/h quando la strada, le condizioni atmosferiche, la visibilità e il traffico (e mettiamoci pure la legislazione) lo permettono.
Ritratto di RS
21 marzo 2019 - 14:27
1
Ci può stare come ragionamento. Se però Volvo ti impedirà di guidare in stato di ebrezza (giustamente) non vedo perché dovrebbe consentirti di poter guidare a velocità così elevate. Semplicemente se non condividi queste scelte non comprare da questa casa automobilistica.
Ritratto di Ivan92
21 marzo 2019 - 15:09
8
Non condivido la scelta del limitatore tarato a 180 km/h perchè velocità così "elevate" in determinate condizioni non sono pericolose, oltre ad essere anche legali in molti ambiti (sul 50% dei 13'000 km di autostrade tedesche, circuiti). Al contrario poter raggiungere i 180 km/h in altre situazioni (città, strade extraurbane con molti incroci, ecc..) è estremamente pericoloso, ma a questo Volvo non ci ha pensato. Se l'obbiettivo è migliorare la sicurezza con dei limiti meccanici hanno fallito alla grande, almeno per quanto riguarda il limitatore della velocità.
Ritratto di RS
21 marzo 2019 - 15:18
1
A 180 km/h è ancora abbastanza sicuro in determinate situazioni, oltre potrebbe complicarsi la questione. Se avessero limitato a 135 km/h condividerei il tuo pensiero ma a 180 km/h mi sembra accettabile.
Ritratto di Ivan92
21 marzo 2019 - 15:47
8
Secondo me, se è la sicurezza che vogliono, avrebbero potuto fare un lavoro migliore e sincronizzare la telecamera che legge i cartelli + i dati del navigatore per stabilire il limite di velocità senza errori (sulla mia auto li legge correttamente il 100% delle volte) e poi attivare il limitatore di velocità adattivo calcolando la % di tolleranza (per esempio +30% del limite). Così invece c'è soltanto un limitatore a 180 km/h che fondamentalmente non serve a nulla ma punisce solamente chi vuole viaggiare alle alte velocità in sicurezza (sulle autostrade tedesche per esempio). Poi personalmente mi da fastidio anche avere il limitatore a 250 km/h, cioè la stessa velocità della BMW 328i con quasi 100 cv meno della mia, se compro un determinato prodotto voglio che si distingua dal prodotto base in tutto, velocità compresa, poi dopo sta a me rispettare i limiti, non all'automobile.
Ritratto di Giuliopedrali
21 marzo 2019 - 16:58
La velocità massima di 180 km/h, piuttosto sensata secondo me, è stata adottata in Giappone anni fa dai locali costruttori e mi sembra in parte anche in USA.
Ritratto di Ivan92
21 marzo 2019 - 17:16
8
Meno male che i Giapponesi hanno deciso di adottare questa strana regola soltanto da loro perchè il mio veicolo giapponese l'unica cosa che ha di bloccato è il tachimetro a 299 km/h (segna al massimo quella velocità anche se i giri del motore continuano a salire...). Comunque credo che i giapponesi debbano trovare qualche altra idea un po' più intelligente rispetto a quella di piazzare il limitatore a 180 km/h per tutti i veicoli, considerando che la Germania (nazione senza limiti di velocità in autostrada) ha 4,3 incidenti mortali per ogni 100'000 abitanti mentre il Giappone (nazione con limiti di velocità molto più bassi e anche limiti meccanici a 180 km/h) ne ha 4,7 per ogni 100'000 abitanti. Forse come in Giappone, neanche il limitatore dei 180 km/h sulle future Volvo servirà davvero a salvare vite umane.
Ritratto di Andre_a
21 marzo 2019 - 18:18
Io invece il limite giapponese l'ho sempre trovato ipocrita: che senso ha limitare i veicoli a 180 in un paese dove legalmente non puoi mai fare più di 100?
Pagine