NEWS

Sulle Volvo niente più guida in stato di alterazione

21 marzo 2019

La Volvo ha messo a punto una tecnologia in grado di rilevare lo stato di ebbrezza e la distrazione del guidatore.

Sulle Volvo niente più guida in stato di alterazione

L’AUTO TI OSSERVA - La Volvo ha annunciato i dettagli di una nuova tecnologia in grado di contrastare i problemi dovuti alla guida in stato di alterazione e alla distrazione. La casa svedese ritiene che queste possano essere contrastate mediante l’installazione di telecamere e di sensori in grado di monitorare lo stato del conducente, consentendo quindi all'auto di intervenire qualora non dovesse rispondere ai segnali di avvertimento preventivi.

SARÀ IN PRODUZIONE NEL 2020 - L’auto quindi, registrando comportamenti come la mancanza dell’input allo sterzo per lunghi periodi di tempo, o gli occhi chiusi, oppure l’uscita dalla propria corsia di pertinenza, o tempi di reazione eccessivamente lenti, potrebbe intervenire limitando la velocità, avvisando il servizio di assistenza Volvo on Call e, come ultima ipotesi, rallentando attivamente la vettura e parcheggiandola in sicurezza. L'introduzione di queste telecamere di sicurezza su tutti i modelli della Volvo inizierà nel 2020, in concomitanza della prossima generazione di veicoli basati sulla piattaforma scalabile SPA2. I dettagli sull'esatta quantità di telecamere e sul loro posizionamento all'interno saranno diffusi successivamente.
 
UN PROBLEMA SERIO - Oltre all'eccesso di velocità, che l'azienda intende combattere imponendo il limite massimo di velocità a 180 km/h, l'intossicazione da alcol (secondo i dati della NHTSA, negli Stati Uniti nel 2017 quasi il 30% delle vittime di incidenti stradali a bordo dei veicoli ha coinvolto conducenti in stato di ebbrezza) e la distrazione sono le altre due aree di primaria importanza per la sicurezza stradale. La Volvo vuole quindi intervenire in queste tre aree al fine di attuare il suo ambizioso programma “zero vittime su strada”.

UNA CHIAVE PARTICOLARE - La Volvo ha inoltre annunciato i dettagli della Care Key, una funzionalità disponibile a partire dal 2021, che consentirà ai proprietari di un’auto del costruttore svedese di imporre delle limitazioni alla velocità massima. Funzionalità utile in caso di prestito della propria vettura ad altri utenti. Il Care Key, le telecamere di monitoraggio, la limitazione della velocità massima a 180 km/h e i sistemi di assistenza alla guida esistenti hanno tutti un unico obiettivo: sostenere una guida più sicura.

Volvo XC60
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
106
111
60
35
40
VOTO MEDIO
3,6
3.59091
352




Aggiungi un commento
Ritratto di Epigrams
21 marzo 2019 - 15:18
Io invece vieterei l'ingresso in autostrada a tutti quelli col CVT che per arrivare a 130 km/h impiegano 20 chilometri perché hanno tutti un motore con pochissima coppia e quindi per sfruttare la potenza che si trova a 6.000 giri trasformano il motore in un frullatore.
Ritratto di slvrkt
21 marzo 2019 - 17:03
4
io vieterei di accendere l'auto, a quelli col cvt; non lo meritano.
Ritratto di tramsi
21 marzo 2019 - 17:24
Questa è magnifica! :-D
Ritratto di DavideK
22 marzo 2019 - 21:08
Grande Epigrams. I "buonisti della strada" hanno rotto le scatole, con le loro fobie assurde.
Ritratto di ELAN
21 marzo 2019 - 15:20
1
E trazione integrale permanente x tutti.
Ritratto di mika69
22 marzo 2019 - 11:21
:-))))))
Ritratto di erresseste
21 marzo 2019 - 15:32
Io alla Volvo per quanto riguarda il mercato italiano, direi di aggiungere Air bags alla coppa dell'olio e alla marmitta, viste le nostre strade
Ritratto di Gwent
21 marzo 2019 - 19:11
2
Io invece suggerirei di assumere un intero centro stile perché, per come le vedo io, le loro auto paiono disegnate dai dirigenti durante i consigli di amministrazione. Ma questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Gwent.
Ritratto di Mbutu
21 marzo 2019 - 16:26
Quello che io trovo assurdo è che sia una casa costruttrice a dover studiare un sistema del genere e non sia la gente da sola ad arrivarci che guidare da sbronzi, facendosi gli affari propri o come se si fosse in pista non è una cosa furba. Però è un'altra iniziativa sulla sicurezza meritevole da parte di Volvo.
Ritratto di Thomas90
21 marzo 2019 - 16:42
Ma infatti, se lo fanno è perché è pieno di caproni che vanno ai 200 col cellulare in mano (provocazione, ma nemmeno troppo). Sono decisioni prese dopo 20 anni di studi e la gente si lamenta di non poter raggiungere velocità ILLEGALI in Italia.
Pagine