NEWS

Sulle Volvo niente più guida in stato di alterazione

21 marzo 2019

La Volvo ha messo a punto una tecnologia in grado di rilevare lo stato di ebbrezza e la distrazione del guidatore.

Sulle Volvo niente più guida in stato di alterazione

L’AUTO TI OSSERVA - La Volvo ha annunciato i dettagli di una nuova tecnologia in grado di contrastare i problemi dovuti alla guida in stato di alterazione e alla distrazione. La casa svedese ritiene che queste possano essere contrastate mediante l’installazione di telecamere e di sensori in grado di monitorare lo stato del conducente, consentendo quindi all'auto di intervenire qualora non dovesse rispondere ai segnali di avvertimento preventivi.

SARÀ IN PRODUZIONE NEL 2020 - L’auto quindi, registrando comportamenti come la mancanza dell’input allo sterzo per lunghi periodi di tempo, o gli occhi chiusi, oppure l’uscita dalla propria corsia di pertinenza, o tempi di reazione eccessivamente lenti, potrebbe intervenire limitando la velocità, avvisando il servizio di assistenza Volvo on Call e, come ultima ipotesi, rallentando attivamente la vettura e parcheggiandola in sicurezza. L'introduzione di queste telecamere di sicurezza su tutti i modelli della Volvo inizierà nel 2020, in concomitanza della prossima generazione di veicoli basati sulla piattaforma scalabile SPA2. I dettagli sull'esatta quantità di telecamere e sul loro posizionamento all'interno saranno diffusi successivamente.
 
UN PROBLEMA SERIO - Oltre all'eccesso di velocità, che l'azienda intende combattere imponendo il limite massimo di velocità a 180 km/h, l'intossicazione da alcol (secondo i dati della NHTSA, negli Stati Uniti nel 2017 quasi il 30% delle vittime di incidenti stradali a bordo dei veicoli ha coinvolto conducenti in stato di ebbrezza) e la distrazione sono le altre due aree di primaria importanza per la sicurezza stradale. La Volvo vuole quindi intervenire in queste tre aree al fine di attuare il suo ambizioso programma “zero vittime su strada”.

UNA CHIAVE PARTICOLARE - La Volvo ha inoltre annunciato i dettagli della Care Key, una funzionalità disponibile a partire dal 2021, che consentirà ai proprietari di un’auto del costruttore svedese di imporre delle limitazioni alla velocità massima. Funzionalità utile in caso di prestito della propria vettura ad altri utenti. Il Care Key, le telecamere di monitoraggio, la limitazione della velocità massima a 180 km/h e i sistemi di assistenza alla guida esistenti hanno tutti un unico obiettivo: sostenere una guida più sicura.

Volvo XC60
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
106
111
60
35
40
VOTO MEDIO
3,6
3.59091
352




Aggiungi un commento
Ritratto di Thomas90
21 marzo 2019 - 16:59
ma sei bipolare o che?
Ritratto di Mbutu
23 marzo 2019 - 09:33
No Thomas90, è solo epigrams che clona i nick per fare lo spiritoso. E' il massimo che gli riesca.
Ritratto di slvrkt
21 marzo 2019 - 17:00
4
e se sono un afroamericano che sta' cercando di sfuggire ad un agguato della polizia in una highway americana come faccio? quelli hanno le Dodge Charger RT e mi prendono, e mi linciano senza alcun motivo se non il colore della mia pelle, e poi mi deridono pure per la mia stupida limitata volvo.
Ritratto di Thomas90
21 marzo 2019 - 17:01
AHAHAHAHAHAH
Ritratto di slvrkt
21 marzo 2019 - 17:24
4
vero eh, ma pure vero che i neri non comprano volvo, comprano solo bmw.
Ritratto di Fr4ncesco
21 marzo 2019 - 21:20
2
Ma anche se uno ha un serial killer che lo insegue e per una ferita perde lucidità sembrando ai sensori uno sbronzo... Ci vorrebbe una modalità "fuga" per sbloccare le massime prestazioni e collegarsi automaticamente alla centralina della polizia.
Ritratto di DavideK
21 marzo 2019 - 20:14
Sarà meglio ricordare ai proprietari cinesi che non siamo in Cina, dove vigono sistemi totalitari, facendo prontamente fallire Volvo un'altra volta.
Ritratto di Pavogear
21 marzo 2019 - 21:59
Ottima l'idea di utilizzare sistemi che impediscano la guida a persone in stato di ebbrezza o che, in un qualche modo, facciano capire a chi è stanco che si dovrebbe fermare. Pessima invece l'idea i utilizzare un limitatore per limitare la velocità massima in quanto ormai si dovrebbe sapere benissimo che ad uccidere non è la velocità ma la disattenzione e la stupidità: se vado a 250 km/h con un' auto sportiva in un' autostrada deserta o semideserta sono comunque più sicuro che ne andando a 130 km/h con un' auto vecchia e insicura. Oppure posso pensare a chi viaggia rispettando i limiti ma dimostrandosi per mille motivi e non tutte le distrazioni si possono rilevare con i sensori. Quindi niente, come al solito appena viene una buona idea, poi bisogna rovinarla.
Ritratto di Mbutu
22 marzo 2019 - 08:36
"ormai si dovrebbe sapere benissimo che ad uccidere non è la velocità.." In realtà quello che si sa benissimo è esattamente il contrario. Tant'è che anche in Germania dove si muore di meno che in Italia se si prende la statistica autostradale i ruoli si invertono. E, sempre la Germania, ci dice che da loro si muore di più dove non ci sono i limiti rispetto a dove ci sono. E questo senza nulla togliere al fatto che, come giustamente dici tu, stupidità e disattenzione sono autentiche calamità. Per concludere, autolimitare le auto a 180 non mi sembra poi questo gran problema. Tanto il limite è comunque più basso in tutto il mondo, al limite se ne potranno lamentare i tedeschi che comunque non è che viaggino tutti col pedale a tavoletta.
Ritratto di Epigrams
22 marzo 2019 - 10:58
Questo è assolutamente falso visto che la Germania e l'Italia hanno delle statistiche autostradali praticamente identiche, nonostante in Italia il limite massimo applicato è di appena 130 km/h mentre in Germania sul 50% delle autostrade NON C'È alcun limite di velocità (e il 50% delle autostrade tedesche è praticamente il 100% delle autostrade italiane). L'unico numero statistico è che sulle autostrade tedesche senza limiti ci sono 1/4 di incidenti mortali in più, ma non per forza per colpa della velocità. Altrimenti interpretando le statistiche a piacimento come fa l'ignorantone Mbutu possiamo dire che se sul Ponte Morandi ci fosse il limite 40 invece di 60 ci sarebbero meno morti. Sul raccordo di Roma ci sono 10 volte più incidenti che sulle autostrade tedesche senza limiti. Se te tizio con la Prius ti gasa avere il limitatore a 180 fai pure, ma lascia in pace a noi altri che siamo normali e guidiamo meglio a 320 km/h rispetto a te a 130 km/h mentre giochi con il telefonino https://www.youtube.com/watch?v=QTMJBkKkKzk
Pagine