NEWS

Suzuki Jimny 2018: i dettagli tecnici

6 luglio 2018

La Suzuki ha svelato le caratteristiche della nuova generazione della piccola Jimny, che porta al debutto un nuovo motore 1.5 da 102 CV. 

Suzuki Jimny 2018: i dettagli tecnici

NON CAMBIA LO SPIRITO - Dopo averne mostrato ufficialmente le foto, ecco l’identikit completo della nuova Suzuki Jimny, modello che fin dai suoi esordi, quasi cinquant’anni fa, è un punto fermo del panorama delle piccole 4x4. La prima cosa da sottolineare è che non cambia l’impostazione alla base del successo di questo modello, volta a coniugare le esigenze della mobilità urbana con le notevoli capacità fuoristradistiche.

UNA VERA OFF ROAD - La nuova Suzuki Jimny 2018 resta una vettura piccola essendo lunga solo 348 cm (senza contare la ruota di scorta esterna), larga 164 cm, alta 172 cm e con un passo di passo di 225 cm. L’altezza minima da terra è di 21 cm, gli angoli di attacco, guado e uscita rispettivamente 37°, 28° e 49°: tutti valori ottimi per la guida in fuoristrada. Proprio per eccellere in questo impiego la Suzuki Jimny mantiene il telaio a longheroni e traverse sul quale sono fissate sospensioni con assale rigido, sia all’avantreno che dietro, e ammortizzatori telescopici. Il sistema di trazione si chiama All grip PRO e prevede la possibilità di innestare le trazione sulle quattro ruote quando necessario (normalmente è sulle sole posteriori) e avere anche le marce ridotte per affrontare salite e discese anche molto ripide. Il cambio può essere, a scelta, un manuale a 5 marche o un automatico a 4 rapporti.

UN MOTORE ROBUSTO - Sotto il cofano la nuova Suzuki Jimny ha un nuovo 4 cilindri a benzina aspirato di 1.462 cc di cilindrata, con 4 valvole per cilindro, capace di erogare 102 CV a 6.500 giri al minuto con coppia massima di 130 Nm a 4.000 giri. Il consumo medio dichiarato è di 14,7 km/l con il cambio manuale e 13,3 km/l con l’automatico. La velocità massima della versione con cambio manuale è di 145 km/h, con l’automatico è di 140 km/h.

INTERNI INTELLIGENTI - L’abitacolo della Suzuki Jimny 2018 è per quattro passeggeri. Sulla plancia e nelle portiere ci sono pratiche maniglie per tenersi nella guida in fuoristrada. Non manca al centro della plancia l’ampio schermo del sistema multimediale, ormai irrinunciabile su qualsiasi auto. Il cruscotto è di tipo tradizionale, con due quadranti. I comandi sono distribuiti tra plancia e volante. Quanto al bagagliaio, la nuova Jimny ha un volume utile di 377 litri con i sedili posteriori in posizione d’uso e 830 litri con gli schienali reclinati, che generano un piano di carico completamente piatto, molto comodo per caricare e trasportare merci o bagagli.

TECNOLOGIA MODERNA - La nuova Suzuki Jimny non si fa mancare le tecnologie relative alla sicurezza indispensabili su un’auto moderna. Tra i vari sistemi troviamo il DSBS (Dual Sensor Brake Support), cioè la frenata d’emergenza automatica. Ci sono poi il dispositivo che aiuta a mantenere la corretta posizione di marcia nella propria carreggiata (Lane Departure Warning), il rilevatore e ripetitore della segnaletica stradale, l’aiuto alla partenza in salita e il controllo elettronico della velocità in discesa. I freni sono a disco sull'avantreno e a tamburo sul retrotreno.

Suzuki Jimny
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
81
26
8
7
10
VOTO MEDIO
4,2
4.219695
132


Aggiungi un commento
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
7 luglio 2018 - 11:59
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Giuliopedrali
7 luglio 2018 - 12:10
Davvero auto interessanti queste ultime pubblicate su alVolante: Jimny, Focus e Borgward, fanno capire quanto si possano ancor oggi produrre auto generaliste o molto specifiche come ai bei tempi...
Ritratto di Fr4ncesco
7 luglio 2018 - 12:55
La Borgward fosse costata sui 20-30k Euro, anche con motori meno potenti...
Ritratto di Giuliopedrali
7 luglio 2018 - 14:50
Be la Borgward TS è il top di gamma e per la Germania dove le auto di lusso a livello di BMW serie6 o Panamera sono molto più comuni, quindi spendere 44.000€ per una Borgward sarà eccezionale si ma solo fino ad un certo punto...
Ritratto di Asburgico
7 luglio 2018 - 12:19
Se avessero fatto certe scelte meccaniche e stilistiche avrebbero intercettato lo spazio dedicato alla Ignis
Ritratto di MirtilloHSD
7 luglio 2018 - 12:38
4
Proprio simpatica questa Suzuki. Certo che, secondo me, la velocità massima doveva essere almeno 150 km orari. Non è l'auto da usare sugli autodromi e sulle piste, però temo che, a una ipotetica velocità di crociera di 130, il motore possa essere già messo sotto sforzo. Magari mi sbaglio. Comunque ribadisco che questo è un validissimo prodotto. Mirtillo
Ritratto di honda forever
7 luglio 2018 - 14:17
La prendo in considerazione come seconda auto, ma solo perché ho esigenze di spazio. Mi Sono sempre piaciute le auto che io definisco totali ossia in grado di trasmettere sicurezza su tutti i fondi e in tutte le situazioni. Perché se è vero che non si fanno tutti i giorni delle mulattiere vi garantisco che in 8 anni di vita trascorsi con un mezzo, questa è la mia media, di situazioni particolari ne ho incontrate parecchie. E poi ultimi ritrovati in fatto di sicurezza, linea splendida e misure giuste. Che dire?Promossa a pieni voti
Ritratto di Giuliopedrali
7 luglio 2018 - 14:52
Mi ricordo che però in autostrada si arrivava a 100 all'ora poi...
Ritratto di manuel1975
7 luglio 2018 - 15:54
Il motore è un aborto hanno il 1.2 da 90 cv che ha ben 120 Nm e questo 1.5 ha solo 130 Nm, come minimo dovrebbe avere 150 Nm. comunque meglio un motore turbo che aspirati.
Ritratto di SALVATORE LUZZI
7 luglio 2018 - 17:04
bisogna vedere a che regime ha la coppia massima, in un fuoristrada serve in basso..
Pagine