Suzuki Jimny Sakigake: ordinabile a 21.950 euro

La versione di lancio della piccola Suzuki Jimny è prevista in 20 esemplari e ha una ricca dotazione di serie.

SI ORDINA SUL WEB - Saranno 20 le persone in Italia a guidare per primi la nuova Suzuki Jimny, la piccola e spartana fuoristrada che si ispira alle precedenti generazioni degli Anni 70 e 80. I primi 20 esemplari della Jimny 2018 sono ordinabili sul sito internet della casa giapponese (shop.suzuki.it/auto/jimny) e fanno parte della serie speciale Sakigake, un termine giapponese che indica il componente più valoroso all’interno di un gruppo. La Suzuki Jimny Sakigake costa 21.950 euro e si può ordinare con tre colori: giallo pastello (8 esemplari), avorio metallizzato (8 esemplari) e blu metallizzato (4 esemplari), sempre in abbinamento al tetto, al cofano, alla mascherina, ai passaruota e ai montanti del tetto neri. L’emblema Sakigake si ritrova sulla ruota di scorta esterna e sul bordo del cofano motore, ma è presente anche il numero progressivo dell’esemplare scelto. Compresi nel prezzo ci sono i fari a led, il “clima” automatico, lo schermo di 7” nella consolle, le funzionalità Apple CarPlay e Android Auto, il regolatore di velocità, la frenata automatica d’emergenza e l’avviso che scongiura l’uscita involontaria dalla corsia. L'unico motore previsto per tutte le Jimny è il benzina 1.5 da 102 CV, che nel caso della versione Sakigake è abbinato al cambio manuale con 5 marce (più ridotte). Per odinare le normali Jimny di serie presso le concessionarie Suzuki si dovrà aspettare ancora qualche settimana.



Leggi l'articolo su alVolante.it