Tata Nano GenX: cambio di rotta

È più “ambiziosa” della precedente: offre anche il cambio automatico e sono previste versioni discretamente equipaggiate.
CAMBIO PASSO - La Tata credeva di fare un grande boom con la sua supereconomica Nano, ma il mercato - anche quello emergente dell’India - non si è dimostrato troppo interessato per un’auto che esasperava il concetto di low cost. Così la Tata è corsa ai ripari e ha allestito la Nano in maniera più vicina a quelli che sono le aspettative più diffuse, che coincidono con gli gli standard più comuni. È nata così la Nano GenX, che la casa indiana ha presentato in grande stile oggi, annunciando le vendite praticamente da subito (in India).
 
TANTO CONTENUTO IN GAMMA - Le ambizioni sono chiare fin dai primi messaggi lanciati per annunciare la vettura: 21 diversi allestimenti, tra cui anche alcuni dotati di un equipaggiamento articolato e abbastanza ricco. Nella gamma ci sono infatti il cambio automatico, servosterzo elettrico, climatizzatore, e via via sino al sistema Bluetooth. La maggior parte delle versioni non ha tutte questi accessori, ma per tutti ci sono vanta comunque colori sgargianti e una scocca annunciata come più robusta, grazie all’adozione elementi di rinforzi in acciaio speciale. 
 
AMBIZIOSA STRATEGIA - È dunque evidente l’obiettivo della Tata con la nuova Nano GenX: superare l’immagine della prima Nano, che anche in India aveva finito con l’essere percepita come qualcosa di diverso da una vera e propria auto. La Tata non nasconde così le sue ambizioni di andare a contrastare la Suzuki Maruti Alto e la Hyundai Eon, che sono parecchio apprezzate dal mercato indiano. Addirittura nel riportare il lancio della Tata Nano GenX, qualcuno in India ha evocato la Smart, che è un’esagerazione, ma dà l’idea dell’operazione compiuta dalla Tata con il nuovo modello (in cui, per la cronaca, ha investito pare oltre un miliardo di dollari).
 
 
PREZZI SEMPRE BASSI - Potrebbe allora sorgere l’interrogativo sui prezzi, se cioè la Tata ha accantonato anche il progetto di fornire al grande mercato indiano (e magari anche ad altri) un mezzo a quattro ruote a prezzi ultrabassi. Ebbene, no. Anche la Nano GenX si fa notare per il prezzo basso. La gamma del nuovo modello va da un poco più di 3.000 euro fino a un massimo di 4.000 euro. 
 
AUTOMATICO CON MODALITÀ SPORT - L’argomento principale su cui batte la comunicazione Tata per la nuova Nano GenX è quello della trasmissione automatica. Si tratta di un automatico a cinque apporti il cui uso prevede anche la possibilità di regolarlo in modalità Sport, per quando si guida fuori dal traffico. 
 
NUOVO LOOK - Va detto però che la nuova Tata Nano GenX presenta anche un’immagine diversa sotto il profilo estetico, con la novità della griglia a “nido d’ape” e nuovi paraurti, nuovi fari e nuovo portellone (che chiude un bagagliaio da 120 litri). La Nano è lunga 316 cm, larga 175, alta 165 cm. L’abitacolo è omologato per 5 posti. Sotto il cofano motore della nuova Nano c’è il piccolo 2 cilindri di 624 cc da 40 CV. La Tata ha però già preannunciato anche l’uscita tra circa un anno di nuove versioni con motore di un litro.


Leggi l'articolo su alVolante.it