NEWS

Telepass Pay: sistema di pagamento unificato

22 luglio 2017

Non solo pedaggio, con il nuovo servizio Telepass Pay si può pagare anche bollo auto, multe, taxi, parcheggi e altro.

Telepass Pay: sistema di pagamento unificato

NON SOLO PEDAGGI… - Con il periodo dei “grandi esodi” vacanzieri la società Telepass ha presentato una novità che si chiama Telepass Pay, un sistema di pagamento unificato che è una sorta di carta di credito con cui regolare non solo il pagamento dell’autostrada ma anche il bollo auto, le multe, i taxi, il trasporto pubblico locale, i servizi di car sharing e il parcheggio nelle zone con “strisce blu”. Il pagamento del carburante con Telepass Plus è possibile in 160 aree di servizio sparse sulle autostrade italiane, a partire già da questo mese di luglio, ovviamente per i clienti Telepass che aderiranno all’offerta. Successivamente saranno possibili anche gli altri nuovi servizi tramite l’ulteriore ampliamento delle possibilità della carta aderendo al sistema di pagamento Pyng+, che in pratica è una app abbinata alla tessera Telepass Pay.

ALTRE INIZIATIVE DI AUTOSTRADE  - Contemporaneamente al lancio di Telepass Pay, la società Autostrade per l’Italia ha presentato una iniziativa volta a controllare il prezzo dei carburanti praticati nei distributori della rete autostradale. È la campagna “Prezzo OK” con la quale le stazioni di servizio che vi aderiscono si impegnano a praticare prezzi in linea con quelli riscontrabili nei distributori, della stessa marca, fuori delle autostrade. L’operazione viene svolta con la garanzia del Codacons a cui è demandato di verificare che i prezzi praticati negli impianti che aderiscono all’iniziativa siano appunto analoghi a quelli che si trovano nelle stazioni di servizio dello stesso marchio fuori dalle autostrade. Ciò per le colonnine in self service.

INFORMAZIONI IN OGNI MODO - Altro forte impegno della società Autostrade per l’Italia per l’estate 2017 è quello per l’informazione di chi guida circa le condizioni del traffico e della viabilità. Ciò con un arricchimento dei messaggi diffusi con i grandi pannelli disseminati sulla rete autostradale (che utilizzeranno anche Google Maps) e con il ricorso a internet, tramite l’app My Way le cui funzioni sono state anch’esse allargate, soprattutto con la “Colonnina SOS Virtuale”. Con essa è possibile chiamare i servizi di soccorso senza dover ricorrere alle colonnine fisse (ciò grazie al fatto che l’app My Way è dotata di geolocalizzazione). La stessa app My Way offre anche un ricco complesso di informazioni e servizi di carattere turistico, dall’indicazione dei luoghi di maggior significato storico, architettonico e paesaggistico, alle informazioni sull’ubicazione dei vari servizi nella zona dove ci si trova.



Aggiungi un commento
Ritratto di emergency
24 luglio 2017 - 14:08
Che ne dite se lo mettiamo in conto al primo politico di turno?
Ritratto di Dirk
24 luglio 2017 - 19:27
Magari si potesse. Sognare in Italia tra un po' costerà pure quello. Manca solo la tassa sul respiro e poi siamo a posto.
Pagine