NEWS

La Tesla presenterà un camion elettrico

2 maggio 2017

Sarà svelato a settembre 2017 per cercare di rivoluzionare il trasporto su gomma con soluzioni innovative.

La Tesla presenterà un camion elettrico

INTENTO RIVOLUZIONARIO - La berlina elettrica Model 3 non è l’unico progetto su cui la Tesla è al lavoro in questi mesi. A settembre 2017 verrà mostrato un camion elettrico, destinato secondo l’azienda a rinnovare il settore del trasporto merci: non soltanto in termini di alimentazione, visto che i motori per veicoli di questo genere sono a gasolio, ma anche a livello di stile e comportamento su strada. Il tir avrà un design più morbido rispetto a vetture analoghe, come visibile nell’anticipazione pubblicata dalla Tesla (foto qui sopra), grazie ai fari dallo stile molto elaborato e al parabrezza che si restringe in prossimità delle fiancate, che appaiono stondate e non spigolose come sulla maggior parte dei tir. L’autonomia dovrebbe rivelarsi congrua per le caratteristiche del mezzo, stando alle informazioni disponibili. L'amministratore delegato della Tesla, Elon Musk, ha rivelato di essere già salito sul mezzo e di considerarlo molto divertente da guidare, indicazione che lascia supporre la presenza delle batterie vicino all’asfalto, sotto il pavimento interno, così da avvicinare i pesi a terra e aumentare la manovrabilità.

Aggiungi un commento
Ritratto di Gianlupo
2 maggio 2017 - 21:12
Madonn4 che silenzio c'è stasera...
Ritratto di AlexTurbo90
3 maggio 2017 - 00:36
" L’autonomia dovrebbe rivelarsi congrua per le caratteristiche del mezzo". Ok, ma il problema principale resterebbe il tempo di ricarica: i camionisti (soprattutto loro, in questo caso) non possono permettersi di aspettare 30 minuti (anzi, verosimilmente ci vorrà anche di più) tra una ricarica e l' altra. Sono curioso di sapere come ovvieranno a questo grosso limite. Comunque io fossi stato in Musk, avrei aspettato di vedere prima quanto avesse venduto la Model 3 e soprattutto con quanti UTILI. Un camion è un progetto ancora più insidioso e complesso di un' auto.
Ritratto di Clayton
3 maggio 2017 - 07:58
Roba giá vecchia, al massimo per una breve transizione... I camion a guida autonoma spazzeranno via tutto. Chi mai sará cosi fesso da guidare un camion per mille km quando lo potrá fare da solo?
Ritratto di anarchico2
3 maggio 2017 - 11:11
Nulla vieta che sia anche elettrico, tecnologia permettendo.
Ritratto di NITRO75
3 maggio 2017 - 10:07
Magari faranno batterie asportabili e sostituibili con pacchi già carichi in apposite stazioni di servizio. Lo vedo un po' utopico, però ad esempio FCA IVECO utilizza per le bisarche già motrici a gas, con ottimi risultati. Inoltre non dimentichiamo che già un moderno trattore stradale costa una tombola (sui 100000 euro di media) questi cosa costeranno? Tre volte tanto? Ed il costo viene dissipato su di chi? Immaginate un po' voi.......
Ritratto di Ivan92
3 maggio 2017 - 10:10
6
Le informazioni sono ancora molto frammentarie su come sarà questo camion elettrico, tuttavia l'idea sembrerebbe geniale, un motore elettrico come si deve (e Tesla li sa fare) sarebbe molto più efficiente rispetto a quelli tradizionali offrendo tantissima coppia e potenza disponibile immediatamente, il tutto a emissioni zero (o meglio, emissioni non emesse direttamente dal camion), se nella realtà l'autonomia sarà in grado di offrire una percorrenza di almeno 4 ore e 30 minuti a 90 km/h senza che la batteria scenda sotto il 20% questo sarebbe già un ottimo traguardo, inoltre se i tempi di ricarica da 20% a 100% (o 20%-80% visto che per riempire tutta la batteria bisogna rallentare l'erogazione nell'ultima fase) tramite dei appositi Supercharger saranno inferiori a 45 minuti sarebbe davvero possibile iniziare a rivoluzionare i mezzi pesanti, questi numeri che ho scritto sono dati dal fatto che per legge un veicolo che oltrepassa 3.5 tonnellate è obbligato a fare una pausa di 45 minuti dopo un massimo di 4 ore e 30 di guida (oppure due pause nello stesso lasso di tempo, la prima non inferiore a 15 minuti e la seconda non inferiore a 30 minuti, altrimenti queste pause non verranno contate sul tachigrafo e saranno inutili per quanto riguarda il codice della strada), tempo durante il quale il camion non si può muovere, perciò visto che già deve stare fermo sarebbe il momento ideale per usufruire dei futuri Supercharger (i quali dovranno essere installati in numeri nettamente maggiori e in posti più idonei per i mezzi pesanti) e ricaricare la batteria senza compromettere la giornata lavorativa dei camionisti risparmiando un sacco di soldi in gasolio ed inquinando molto meno e soprattutto non direttamente. Il Svizzera qualche mese fa hanno testato le emissioni dei camion in movimento con dei appositi apparecchi e si è scoperto che il traffico interno era tutto in regola mentre alcuni camion dell'Unione Europea emettevano 4-5 volte più emissioni del dovuto, non perchè i camion avessero problemi, bensì perchè sono stati manomessi con dei dispositivi in grado di ingannare la centralina del veicolo per evitare di dover rifornire il mezzo di AdBlue, perciò per risparmiare qualche spicciolo (visto quello che costa) alcune aziente inquinano 5 volte di più con dei mezzi che se non manomessi sarebbero fra i più efficienti sul mercato dei mezzi pesanti rovinando così tutto lo sforzo fatto dall'industria dei mezzi pesanti. Passare all'alimentazione elettrica senza sacrificare l'autonomia di almeno 4 ore e mezza, l'affidabilità e con delle colonnine Supercharger sparse in modo intelligente in grado di ricaricare il mezzo in tempi inferiori di quanto durano le pause obbligatorie sarebbe davvero rivoluzionario per cambiare totalmente l'efficienza dei mezzi pesanti e ridurre drasticamente l'inquinamento.
Ritratto di Zot27
3 maggio 2017 - 13:33
È lampante che la batteria verrà scambiata durante il carico/scarico
Ritratto di Vorreiunasupercar
3 maggio 2017 - 14:01
Ma invece nessuno ha pensato che essendo un camion, la superficie del tetto sarà maggiore (soprattutto considerato se disporrà di rimorchi), tanto da permettere a Tesla che ha già investito in questo, di utilizzare pannelli solari per la ricarica? Tesla oltre ad aver recentemente prodotto due ottime auto (model S e model X), la linea Supercharger che si sta ampliando anche in europa, le Powerwall per la casa, ha anche investito in delle tegole per abitazioni con dei pannelli solari all'interno...
Ritratto di Emanuele.80
3 maggio 2017 - 15:09
L'unico modo per avere qualcosa di funzionale, è organizzare lo scambio di batterie, altrimenti anche con una potenza elettrica elevatissima a disposizione per la ricarica, il camion dovrebbe stare fermo parecchie ore. Fotovoltaico sul tetto? Per la potenza di cui ha bisogno un mezzo pesante, può bastare forse per far accendere i fanali...
Ritratto di walter62
4 maggio 2017 - 17:34
Aggiungerei una riflessione ..... quante colonnine Supercharger ci dovranno essere disponibili in contemporanea per ricaricare i camion? Ai tempi di ricarica si devono aggiungere quelli della fila ..... anche a cambiare eventualmente le batterie. Forse nel 2040.....
Pagine