NEWS

Tesla: in questo incidente l’Autopilot ha fatto cilecca?

Pubblicato 04 giugno 2020

Un incidente che si poteva evitare, tenendo gli occhi sulla strada, mette in discussione il sistema assistenza alla guida della Tesla Model 3. 

Tesla: in questo incidente l’Autopilot ha fatto cilecca?

OTTIMO, NON PERFETTO - L’Autopilot della Tesla è un evoluto sistema per la guida assistita, la cui ultima versione è composta da un radar anteriore, otto videocamere a 360° e dodici sensori ad ultrasuoni, con il compito di monitorare lo spazio intorno all’auto. Queste informazioni vengono elaborate da un potente computer di bordo e l’auto segue da sé la strada, mantenendo le corsie, adattandosi al flusso del traffico e rilevando anche pedoni, ciclisti e motocicli. Il guidatore non può distrarsi, ma deve restare vigile, con le mani sul volante e pronto ad intervenire in caso di malfunzionamento. L’Autopilot, seppur molto efficace, non è a prova d’errore, come ha scoperto il guidatore di una Tesla Model 3 in transito lungo la National Freeway 1 a Taiwan (guarda il video qui sotto). 

MAI DISTRARSI - Secondo la ricostruzione del sito internet taiwanese Cna, il guidatore aveva impostato l’Autopilot affinché mantenesse l’auto alla velocità di 110 km/h. Il sistema però non avrebbe rilevato un ostacolo bello grosso presente nella corsia di marcia, dove in precedenza si era ribaltato un furgone per la consegna di cibi, e non ha ridotto la velocità per evitare l’impatto. A quanto pare, il conducente, accortosi del malfunzionamento, ha eseguito una frenata d’emergenza pochi secondi prima dell’impatto, ma questa non è servita ad evitarlo. Il guidatore della Tesla ha riportato ferite non gravi, mentre quello del furgone si era già messo in salvo prima dello scontro. Ulteriori indagini delle autorità chiariranno meglio se realmente si è trattato di un malfunzionamento.

VIDEO
Tesla Model 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
344
59
33
22
55
VOTO MEDIO
4,2
4.19883
513


Aggiungi un commento
Ritratto di Oxygenerator
5 giugno 2020 - 09:38
@ littlesea Il fatto che le sue marche preferite di auto, non montino gli aiuti alla guida, non li rende inutili Ovviamente le distrazioni e gli errori ci possono essere, ma gli aiuti sono li proprio per questo. Evitare se non l’errore del guidatore, ulteriori danni. Tutti gli adas sono benvenuti, ma non guidano loro la vettura. Sono ausili da gestire, come collaborativi alla guida e non sostitutivi. Le vetture che non montano adas, sono immondizia, a mio avviso, perchè negano l’auito in caso di necessità. Esattamente come una scocca che non si deforma bene dopo un impatto, perchè è un’auto di trent’anni fa, o per la mancanza di air bag etc etc. Non si sta fermi. Si va avanti. Se fossimo come vorrebbe FCA, o gli italiani più “ datati “, ( passatemi il termine ), non avremmo neanche le cinture di sicurezza, ( mi ricordo, osteggiate anche quelle e definite pericolose ). Bisogna camminare in avanti con gli altri, e quando non si riesce a stare al passo, non ci si inventa che le cose che fanno gli altri, siano inutili, per giustificare la propria inadempienza o incapacità. FCA deve capire che è finita la solfa, che, siccome viene considerata “ italiana “ ( cassata mostruosa ) le viene perdonato tutto. Non è cosí. Deve offrire prodotti adeguati ai tempi in cui viviamo. Non adatti agli anni 90. Punto.
Ritratto di deutsch
5 giugno 2020 - 09:56
4
sante parole
Ritratto di littlesea
5 giugno 2020 - 12:03
Oxy...per carità...Tutte le auto senza ADAS sono immondizia? Ma che cavolate vai sparando?
Ritratto di deutsch
5 giugno 2020 - 16:00
4
oxy estremizza, ma il concetto è che un'auto nuova nel 2020 senza adas sa di vecchio. io non la comprerei mai senza adas poi ognuno fa quello che vuole anche se tra 2 anni saranno obbligatori
Ritratto di troy bayliss
8 giugno 2020 - 12:45
1
concordo e sottoscrivo..la vera funzione degli adas è questa: aiutare dove l'uomo non arriva, per demerito o per imprudenza...nessuno pensi di lasciare il volante per 300 km ma mettere una pezza in caso di bisogno..si lo pretendo. Io avrei intentato causa alla tesla
Ritratto di Giulio Menzo
9 giugno 2020 - 16:29
2
@littlesea concordo, gli aiuti alla guida non devono sostituirsi MAI al guidatore, in nessun caso. Punto
Ritratto di nsx
5 giugno 2020 - 09:04
Aiuti alla guida? e non vede un camion.
Ritratto di deutsch
5 giugno 2020 - 16:00
4
se per quello non l'ha visto nemmeno il conducente. 1 pari ahahah
Ritratto di studio75
4 giugno 2020 - 20:02
5
"un radar anteriore, otto videocamere a 360° e dodici sensori ad ultrasuoni" e non vedono un camion di traverso?!? Io direi che la Tesla non risponderà dei danni per via del noto avvertimento che il guidatore deve sempre essere vigile. Però il messaggio inequivocabile è che gli ADAS non hanno funzionato. Direi che si è dimostrata u'auto da 2-3 stelle euroncap al pari delle vetuste Fiat.
Ritratto di Enrico Ford
4 giugno 2020 - 20:10
L'auto non ha la capacità di pensare, si basa solo sui dati che dispone nel suo hard disk. In questo caso si tratta di un falso positivo (almeno secondo l'auto). Pensa se ogni volta che vedi un rettangolo bianco in mezzo alla strada (come può essere la nebbia, una nuvola, l'orizzonte prima di una discesa, ecc..) l'auto frenasse ogni volta bruscamente fino a fermarsi... Ci sarebbero migliaia di incidenti in tutto il mondo senza neanche il bisogno di un vero pericolo.
Pagine