NEWS

Tesla Model Y: la famiglia si allarga

15 marzo 2019

La Tesla presenta la suv di medie dimensione Model Y, che sarà disponibile a partire dall’autunno 2020.

Tesla Model Y: la famiglia si allarga

MENO DI 40MILA DOLLARI - La Tesla Model Y è una suv elettrica costruita sulla medesima piattaforma della Model 3. La Model Y (guarda qui sotto la presentazione) esteticamente richiama la sorella maggiore Model X, anche se, soprattutto nel frontale, ritroviamo la calandra “finta” che abbiamo visto nella Model 3. Saranno quattro le versioni disponibili: Standard Range, Long Range, Dual Motor All-Wheel Drive (quattro ruote motrici) e Performance. I prezzi negli Usa partiranno da 39.000 dollari per la versione Standard Range a singolo motore, che offre un’autonomia di 370 km. La Long Range, grazie ad un accumulatore più grande, offre un’autonomia di 482 km.

ABITACOLO PER SETTE - La Tesla Model Y, così come la più grande e lussuosa Model X, permette di trasportare sette adulti. Gli interni ricalcano lo stile minimale della Model 3. A garantire un’ampia penetrazione di luce troviamo un tetto panoramico in vetro. Il sistema multimediale è il medesimo di quello presente sulla Model 3, quindi, anche nella Model Y ritroviamo il grande schermo da 15” collocato in verticale al centro della plancia, dal quale poter governare tutte le principali funzioni della vettura. Così come tutte le altre Tesla presenti a listino anche la Model Y non richiede le chiavi, ma si collega allo smartphone, che viene utilizzato come chiave virtuale. Troviamo poi l'applicazione Tesla Mobile per funzioni come lo sblocco da remoto, il precondizionamento, il rilevamento della posizione e la modalità per impostare il limite di velocità. Dal punto di vista delle prestazioni la Tesla Model Y Performance offre un'accelerazione da 0-100 km/h in 3,5 secondi e una velocità massima di 240 km/h. L’accelerazione da 0 a 100 km/h della variante standard è invece di 5,9 secondi.

QUANTO COSTA? - Le consegne della Tesla Model Y dovrebbero iniziare nell'autunno 2020 per la versione Performance. La Long Range, le varianti a trazione integrale e la versione standard arriveranno invece nella primavera del 2021, con prezzi a partire da 39.000 dollari per la versione standard, 47.000 dollari per la Long Range, 51.000 dollari per la dual motor a quattro ruote motrici e 60.000 dollari per la versione Performance.

Tesla Model Y
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
219
71
35
31
60
VOTO MEDIO
3,9
3.860575
416




Aggiungi un commento
Ritratto di supermax63
20 marzo 2019 - 03:08
Ottima analisi che condivido. Propendo sempre più sulla bontà ed utilità dell'ibrido
Ritratto di dumbo54
18 marzo 2019 - 01:36
1
Sono convinto anch’io che il bombardamento mediatico sui temi climatici-ecologici sia una forzatura politica, che ha probabilmente lo scopo principale di addomesticare il risultato delle elezioni europee. Di questa gentaglia, che non esita a usare ragazzini/e per le proprie finalità nemmeno troppo oscure, penso ovviamente tutto il male possibile. Credo che l’auto elettrica sia un sogno destinato a trasformarsi in incubo, che non tiene in conto tutte le problematiche a monte ( chi fornisce l’energia, e a quali prezzi) e a valle ( chi dovrebbe smaltire tutte le batterie esauste) del costoso giocattolo. Ciò premesso, nel merito di quest’auto: essendo per il momento gli americani esenti dalle austere cure che ci propina la Ue, i loro stipendi medi permettono abbondantemente l’acquisto di queste vetture. Che poi tale acquisto sia sensato... Comunque la macchina sembra gradevole, e soprattutto garantisce autonomie accettabili. Certo, se vuoi ricaricarla un po’ in fretta, devi avere una centrale nucleare in garage, ma questa è un’altra storia....
Ritratto di supermax63
20 marzo 2019 - 03:10
Ha centrato il problema è la supercazzola del momento. Se poi consideiramo che il Ministro dei Trasporti utilizza una Golf GPL e ha appena acquistato una Compass Diesel...la presa in giro è evidente
Ritratto di GeorgeN
18 marzo 2019 - 09:22
7 posti??? 2 posti in più nel baule??? mah!
Ritratto di Clementina Milingo
18 marzo 2019 - 10:57
i 7 posti sono la ciliegina sulla torta. Quest'auto non è molto diversa dalla Model 3, le uniche vere differenze sono il portellone e i 7 posti. beh, se venderà un milione di esemplari all'anno rispetto ai 500.000 della model 3 sarà quasi esclusivamente per i due posti extra. (non devi pensare all'Italia, nel resto del mondo questa capacità extra è molto bel vista)
Ritratto di Rikolas
18 marzo 2019 - 11:29
un milione di esemplari? Si certo nei tuoi sogni forse si, forse anche 10 miloni, anzi ma che dico, 10 miliardi! Nel frattempo che Tesla sostiuirà tutte le Panda in circolazione, perchè non te ne sei comprata una? Forza stiamo aspettando, tanto costano poco no? E poi si sa, durano decenni, anzi secoli! L'uomo sarà già estinto da milioni di anni ma la tua Tesla sarà ancora li, sempre funzionante! Devo dire che sei uno spasso, fantastico leggerti! :D
Ritratto di Clementina Milingo
18 marzo 2019 - 12:16
te l'ho già detto ho una Tesla Roadster prima serie, (uguale a quella di Vasco)
Ritratto di g-tech
14 marzo 2020 - 15:50
2
Premesso la libertà individuale di fare dei propri soldi ciò che vuole bisogna in ogni caso cercare di dare un senso ai prodotti e alle cifre. Chiaramente ci sono esempi nei quali il reale valore di un prodotto non va di pari passo con il reale prezzo d'acquisto (leggi apple, bang& olufsen, etc.) Il lavoro della Tesla va rispettato ma dietro c'è molto altro, ci sono le mode, i media, e soprattutto i mercati economici (soci e finanziatori di Musk, non dimentichiamolo, sono enormi potenze economiche Americane). Credo che oggettivamente non si possa pensare ad un mercato dove il prezzo di un'auto tipo model Y è di 60.000 euro (e questo vale per altre auto, diciamo di di nicchia, europee volvo xc40, i3, etc). I mercati e i modelli vanno contestualizzati, e la model Y guarda principalmente al mercato USA (con altri prezzi...). Credo occorra spingere su auto a basso impatto ambientale cercando però di fare una politica per portare questo tipo di auto alla portata di tutti o quasi altrimenti è solo un esercizio di stile. Pur non essendo un estimatore della Wolkswagen credo che abbiano cercato di andare in questo senso e ritornando a dare un senso al loro nome con il progetto id.3.
Pagine