NEWS

Tesla, tutto nuovo il sistema di guida semiautonoma

23 aprile 2019

La Tesla presenta la nuova generazione del suo sistema avanzato di assistenza alla guida.

Tesla, tutto nuovo il sistema di guida semiautonoma

UN SUPER CHIP - Al Tesla Autonomy Day la Tesla ha svelato tutti i dettagli tecnici sul suo nuovo sistema di guida semiautonoma Autopilot (guarda qui sotto il video di come funziona), che si basa su un inedito microprocessore ad altissima tecnologia denominato dalla casa Full Self-Driving chip (FSD). La Tesla ha impiegato tre anni per lo sviluppo e ha incaricato la Samsung della produzione di questo vero e proprio cervello del complesso sistema.

RETE NEURALE - Nel corso del Tesla Autonomy Day, Elon Musk e Pete Bannon, responsabile dell'hardware Autopilot di Tesla, hanno spiegato che la casa americana ha dovuto progettare e realizzare un processore in proprio perché sul mercato non ne esiste uno in grado di sfruttare al meglio la “rete neurale”: i circuiti neurali artificiali sono la base di forme di intelligenza artificiale, in grado di apprendere sfruttando meccanismi simili a quelli dell’intelligenza umana. Inoltre è stato necessario sviluppare un software in grado di lavorare al meglio con un hardware così avanzato. 

STESSI SENSORI - La Tesla sostiene che, rispetto alla precedente generazione del sistema di guida semiautonoma Autopilot, che si basava su componenti della Nvidia, la nuova generazione è 21 volte più potente. Il nuovo processore farà affidamento sugli stessi sensori presenti nelle attuali Tesla: 8 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni, un radar frontale. Il Full Self-Driving è installato su tutte le Model 3 in produzione, così come le Model S e Model X del mese di marzo 2019. Per avere accesso alle sue complete funzionalità basterà un semplice aggiornamento software, dal costo di 5000 dollari.

GIÀ SI LAVORA AL PROSSIMO - In occasione della presentazione, Elon Musk ha promesso che entro 3 anni si arriverà alla guida completamente autonoma (oggi è limitata ad alcuni contesti) e questo si potrà realizzare anche grazie alla prossima generazione del processore, al quale la Tesla sta già lavorando, che sarà 3 volte più veloce rispetto all'attuale appena entrato in produzione.



Aggiungi un commento
Ritratto di ForzaItalia
24 aprile 2019 - 10:30
INVITO GLI UTENTI ONESTI A SEGNALARE PER INSULTI E OFFESE PERSONALI
Ritratto di deutsch
23 aprile 2019 - 17:12
4
una cosa è una concept car un'altra è renderlo disponibile per la serie. anche tesla ce lo aveva già, questo è solo il nuovo step. poi bisogna vedere quando sarà possibile legislativamente perchè mi pare sia ancora prematuro
Ritratto di FOXBLACK
23 aprile 2019 - 13:18
Metteranno anche il sensore che comanda il sistema antincendio. ..visto I precedenti. ...
Ritratto di remor
23 aprile 2019 - 13:39
Non sono particolarmente patito nè della macchina elettrica e tanto meno della guida autonoma, però se obbligato a scegliere per una futura auto con queste caratteristiche, penso che propenderei per Tesla con pochi dubbi
Ritratto di Gwent
23 aprile 2019 - 20:15
Non ci saranno mai leggi che imporranno l'utilizzo di auto elettriche & autonome, tu potrai guidare quotidianamente una Clio Williams del 93 anche nel 2040 (se hai la fortuna di averla). Ad essere obbligate a produrre auto che rispettano tot emissioni di co2 saranno solo le case (ma non penso che verranno condannate a fare solo auto a zero emissioni neppure entro il 2030) solo che questa cosa molti trogloditi ancora non l'hanno recepita creando così allarmismo. Nessun obbligo di auto elettrica, né di guida autonoma per chi vuole tenersi l'auto che ha per i prossimi cent'anni, il problema è solo delle case, non nostro. Spero di essere stato chiaro. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di remor
24 aprile 2019 - 07:03
Lo spero anche io nessun obbligo all'utilizzatore finale. Vero è che però sempre più spesso si sente di città che limitano o vorranno limitare in maniera sempre più restrittiva sul lato emissioni la circolazione ai mezzi più euro datati. Quindi sì, coinvolgente la Clio Williams ma se mi ci potrò fare fondamentalmente solo le scampagnate non soddisfarrà, purtroppo, a tutte le mie esigenze di mobilità, io in città ci dovrò poter entrare
Ritratto di OB2016
24 aprile 2019 - 11:47
Potranno anche non esserci delle leggi ad importelo, ma per esempio potrebbero essere indirettamente le assicurazioni a faro, facendoti pagare talmente tanto il rischio di guidare un auto manuale che ti passerà la voglia di farlo.
Ritratto di Robx58
23 aprile 2019 - 13:45
12
Questo sarebbe il progresso? Rimanere inerme a vedere cosa fa l'auto per strada impiegando il doppio del tempo abituale, per coprire il tragitto semplice e lineare, lo vorrei vedere dentro Roma, o sul lungomare di Rimini in piena estate o affrontare una discesa in montagna con la neve!!! Solo gli americani fanno queste buffonate!
Ritratto di Clementina Milingo
23 aprile 2019 - 13:59
intanto continua il tuo letargo poi quando ti svegli scopri che le auto a guida autonoma impiegano la metà del tempo che impiegavi te a percorrere quel tragitto e affrontano i percorsi più difficili a velocità dove tu al loro posto perderesti il controllo. I computer una volta che imparano sono un attimo più veloci di te nei riflessi e nel fare i calcoli.
Ritratto di Clementina Milingo
23 aprile 2019 - 14:31
tu ci sei caduto dentro una di quelle buche, di testa.
Pagine