NEWS

Tesla, tutto nuovo il sistema di guida semiautonoma

23 aprile 2019

La Tesla presenta la nuova generazione del suo sistema avanzato di assistenza alla guida.

Tesla, tutto nuovo il sistema di guida semiautonoma

UN SUPER CHIP - Al Tesla Autonomy Day la Tesla ha svelato tutti i dettagli tecnici sul suo nuovo sistema di guida semiautonoma Autopilot (guarda qui sotto il video di come funziona), che si basa su un inedito microprocessore ad altissima tecnologia denominato dalla casa Full Self-Driving chip (FSD). La Tesla ha impiegato tre anni per lo sviluppo e ha incaricato la Samsung della produzione di questo vero e proprio cervello del complesso sistema.

RETE NEURALE - Nel corso del Tesla Autonomy Day, Elon Musk e Pete Bannon, responsabile dell'hardware Autopilot di Tesla, hanno spiegato che la casa americana ha dovuto progettare e realizzare un processore in proprio perché sul mercato non ne esiste uno in grado di sfruttare al meglio la “rete neurale”: i circuiti neurali artificiali sono la base di forme di intelligenza artificiale, in grado di apprendere sfruttando meccanismi simili a quelli dell’intelligenza umana. Inoltre è stato necessario sviluppare un software in grado di lavorare al meglio con un hardware così avanzato. 

STESSI SENSORI - La Tesla sostiene che, rispetto alla precedente generazione del sistema di guida semiautonoma Autopilot, che si basava su componenti della Nvidia, la nuova generazione è 21 volte più potente. Il nuovo processore farà affidamento sugli stessi sensori presenti nelle attuali Tesla: 8 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni, un radar frontale. Il Full Self-Driving è installato su tutte le Model 3 in produzione, così come le Model S e Model X del mese di marzo 2019. Per avere accesso alle sue complete funzionalità basterà un semplice aggiornamento software, dal costo di 5000 dollari.

GIÀ SI LAVORA AL PROSSIMO - In occasione della presentazione, Elon Musk ha promesso che entro 3 anni si arriverà alla guida completamente autonoma (oggi è limitata ad alcuni contesti) e questo si potrà realizzare anche grazie alla prossima generazione del processore, al quale la Tesla sta già lavorando, che sarà 3 volte più veloce rispetto all'attuale appena entrato in produzione.



Aggiungi un commento
Ritratto di Mbutu
24 aprile 2019 - 11:25
Stiamo parlando di auto fatte per la circolazione su strada, la guida sportiva non c'entra niente.
Ritratto di Marco_Tst-97
24 aprile 2019 - 12:59
Una Ferrari Portofino non è certo un'auto da pista, così come non lo è una Aston Martin DB11. Sono Gran Turismo da strada.
Ritratto di alpitech
24 aprile 2019 - 16:03
Per Mbutu...nella tua risposta c'è l'assoluta tristezza di cui parlavo prima.Comprarsi una macchina a guida autonoma è come pagare qualcun altro che ti trombi la moglie perchè tu non sei capace o non provi piacere nel farlo.
Ritratto di Mbutu
24 aprile 2019 - 18:18
alpitech, pensala come vuoi. Per me la tristezza è identificarsi a tal punto con la propria auto da pensare di provare piacere nel fare il tragitto da casa al lavoro. Ma, se vi sentiti tutti piloti, andateci in pista almeno una volta; poi ne riparliamo di cosa sia il piacere di guida. Pensa invece che con la guida autonoma potresti permetterti di fare l'amore con tua moglie nel tragitto per le vacanze anziche tenerti in mano la leva del cambio ...
Ritratto di Marco_Tst-97
24 aprile 2019 - 18:57
Mbutu, tu hai qualche problema, e i tuoi ragionamenti malati lo dimostrano. Se preferisci scop.are in auto, buon per te, ma anche tienitelo per te. Io, almeno di non trovarmi nell'ennesimo ingorgo romano, preferisco un bel terza/seconda e una curva pennellata. Almeno, quando sono al posto di guida.
Ritratto di alpitech
24 aprile 2019 - 19:13
Apprezzo la tua ironia, ma il concetto non cambia. Siccome ho la fortuna di avere in garage una supersportiva, con la guida autonoma tale fortuna svanirebbe. Abitiamo nel paese più bello del mondo, con strade panoramiche e ,nei periodi giusti, poco o nulla trafficate. Capirai che concedersi qualche numero fuori codice possa rappresentare uno dei pochi piaceri rimasti, fino a che il grande fratello ci imprigionerà in scatolette elettriche radiocomandate. Comunque in pista ultimamente ci vado poco, ma ci sono stato per tanti anni.
Ritratto di Thunder1
24 aprile 2019 - 19:49
1
Non è che si "pensa" di provare piacere, lo si prova veramente. Io adoro guidare la mia Alfa Romeo, provo piacere nel farlo, è una goduria sentire la strada e la spinta del motore, non importa se sto andando in vacanza o sto facendo il tragitto casa lavoro, guidarla è sempre un piacere. Il motore, i freni, il cambio e la trazione che lavorano sono tutti elementi che mi danno emozioni e mi danno piacere. Quindi non capisco perché mai un tizio fanatico della guida autonoma dovrebbe obbiettare questa cosa? Te se non vuoi guidare sei libero di assumere un autista o prendere l'autobus, ma evita di punzecchiare le persone che invece provano piacere nella guida.
Ritratto di Mbutu
24 aprile 2019 - 20:00
Thunder, guarda che sono io quello che è stato punzecchiato. E comunque se hai un'auto moderna quando associ il piacere di guida a quanto ottieni da "spinta del motore, freni, cambio e trazione" le cose sono due: o lo fai infrangendo il codice (come ammette alpitech) ed un comportamento che io stigmatizo o non sai di cosa stai parlando.
Ritratto di Thunder1
24 aprile 2019 - 20:14
1
Il codice della strada lo infrangono tutti, l'unica differenza e che c'è chi lo ammette pubblicamente, e chi mente negando l'evidenza…
Ritratto di Marco_Tst-97
25 aprile 2019 - 08:46
Mbutu, aggiungerei che i comportamenti più pericolosi non siano dovuti all'andare a 50 km/h anziché a 30 (ti sfido a mantenere un simile limiti in strade che non siano i vicoli medioevali...), ma sorpassi notturni su strade di montagna o mancata accensione di luci (anche gente che crede che con la nebbia i fari diurni bastino...) o ancora i posapiano a 50 km/h fissi, sia che la strada abbia limite di 40 che di 70 km/h, o anche in autostrada. O il mancato inserimento della freccia prima di girare. Questi sono comportamenti pericolosi davvero, non tanto 10 km/h in più rispetto ad un limite di 30! Aggiungerei che probabilmente dimentichi che i limiti in molte strade sono almeno a 70 km/h: se ad esempio in salita si affronta una curva stretta la velocità scende fino ai 25/30 km/h, e si ha abbastanza margine da poter accelerare a manetta per riprendere velocità. Per dire, qualche giorno fa ho guidato su strade di montagna nel completo rispetto dei limiti di velocità, eppure mi sino divertito comunque al volante, anzi forse anche di più, perché riuscivo a pennellare le curve senza superare la linea di mezzeria come fanno molti che vanno più veloci!
Pagine