NEWS

Tesla, tutto nuovo il sistema di guida semiautonoma

23 aprile 2019

La Tesla presenta la nuova generazione del suo sistema avanzato di assistenza alla guida.

Tesla, tutto nuovo il sistema di guida semiautonoma

UN SUPER CHIP - Al Tesla Autonomy Day la Tesla ha svelato tutti i dettagli tecnici sul suo nuovo sistema di guida semiautonoma Autopilot (guarda qui sotto il video di come funziona), che si basa su un inedito microprocessore ad altissima tecnologia denominato dalla casa Full Self-Driving chip (FSD). La Tesla ha impiegato tre anni per lo sviluppo e ha incaricato la Samsung della produzione di questo vero e proprio cervello del complesso sistema.

RETE NEURALE - Nel corso del Tesla Autonomy Day, Elon Musk e Pete Bannon, responsabile dell'hardware Autopilot di Tesla, hanno spiegato che la casa americana ha dovuto progettare e realizzare un processore in proprio perché sul mercato non ne esiste uno in grado di sfruttare al meglio la “rete neurale”: i circuiti neurali artificiali sono la base di forme di intelligenza artificiale, in grado di apprendere sfruttando meccanismi simili a quelli dell’intelligenza umana. Inoltre è stato necessario sviluppare un software in grado di lavorare al meglio con un hardware così avanzato. 

STESSI SENSORI - La Tesla sostiene che, rispetto alla precedente generazione del sistema di guida semiautonoma Autopilot, che si basava su componenti della Nvidia, la nuova generazione è 21 volte più potente. Il nuovo processore farà affidamento sugli stessi sensori presenti nelle attuali Tesla: 8 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni, un radar frontale. Il Full Self-Driving è installato su tutte le Model 3 in produzione, così come le Model S e Model X del mese di marzo 2019. Per avere accesso alle sue complete funzionalità basterà un semplice aggiornamento software, dal costo di 5000 dollari.

GIÀ SI LAVORA AL PROSSIMO - In occasione della presentazione, Elon Musk ha promesso che entro 3 anni si arriverà alla guida completamente autonoma (oggi è limitata ad alcuni contesti) e questo si potrà realizzare anche grazie alla prossima generazione del processore, al quale la Tesla sta già lavorando, che sarà 3 volte più veloce rispetto all'attuale appena entrato in produzione.



Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
23 aprile 2019 - 22:22
a proposito di elettrica la 500 sembra pronta ma senza l'esperienza fatta nella produzione in messico https://www.clubalfa.it/60786-fiat-500-elettrica-quasi-pronta-la-lista-dei-fornitori-per-la-sua-produzione
Ritratto di Reallyfly
24 aprile 2019 - 10:05
hanno sviluppato un nuovo microprocessore ad altissima tecnologia denominato dalla casa Full Self-Driving, e poi basta fare aggiornamento software...qualcosa non quadra, o è hardware o è software
Ritratto di Clementina Milingo
24 aprile 2019 - 10:09
conosci un software che funzioni senza un hardware? conosci un hardware che funzioni senza software? stai usando un computer per scrivere qui giusto?
Ritratto di Marco_Tst-97
24 aprile 2019 - 10:22
Nell'articolo si parla chiaramente di nuovo microchip, il che implicherebbe che per far funzionare al meglio le nuove funzioni anche l'hardware andrebbe aggiornato. La certo, ho capito: in Tesla state cominciando a fare come i produttori di computer, rilasciate aggiornamenti che rallentano il sistema precedente spingendo poi all'acquisto di un nuovo hardware, forse anche di una nuova auto! Inoltre, dato il costo dell'aggiornamento comincio a pensare che converrebbe di più sostituire l'hardware anziché aggiornare quello esistente.
Ritratto di Clementina Milingo
24 aprile 2019 - 14:48
è esattamente l'opposto: l'hardware verrà aggiornato gratuitamente, il software costerà 5000$. Sembra strano ma è così e la spiegazione è semplice, forse non devo neanche suggerirtela.
Ritratto di Clementina Milingo
24 aprile 2019 - 14:49
ho detto "forse" ora ti prego, stupiscimi!
Ritratto di Marco_Tst-97
24 aprile 2019 - 10:29
Comunque, di hardware che funzionino senza software ce ne sono molti: forchette, coltello, le automobili d'epoca, le porte, eccetera.
Ritratto di Clementina Milingo
24 aprile 2019 - 15:45
sono tristissima.
Ritratto di Giuliopedrali
24 aprile 2019 - 18:12
Per quanto affascinato da queste nuove auto di start-up molto più moderne di quelle normalmente in commercio, la guida autonoma penso dovrebbe servire solo a prevenire gli incidenti e a rompere la noia in percorsi troppo monotoni, niente di più.
Ritratto di Marco_Tst-97
24 aprile 2019 - 18:53
Qui finalmente ci troviamo completamente d'accordo: la guida autonoma dovrebbe servire in città, dove si creano ingorghi chilometrici e ci si trova spesso bloccati senza muoversi per ore; oppure, in casi particolari, in autostrada.
Pagine