NEWS

Tesla: quasi 500.000 le auto consegnate nel 2020

Pubblicato 04 gennaio 2021

La Tesla mette a segno il suo miglior risultato di sempre, in crescita del 36% rispetto al 2019, nonostante i mercati in contrazione a causa della pandemia.

Tesla: quasi 500.000 le auto consegnate nel 2020

CRESCITA DECISA - La Tesla chiude il 2020 con 499.550 auto consegnate in tutto il mondo, sfiorando di un soffio il traguardo del mezzo milione di unità. Nello specifico, sono state consegnate 442.511 Model 3 e Model Y (nella foto) e 57.039 Model S e X. Il risultato della casa americana è comunque notevole, poiché rappresenta una crescita del 36% rispetto al 2019, quando aveva inviato ai clienti 367.500 auto.

SPRINT FINALE - L’ottimo 2020 è stato possibile anche grazie a un corposo quarto trimestre, dove la Tesla ha registrato 180.570 consegne, eclissando il suo precedente massimo storico di 139.300, ottenuto sempre nel Q4. La casa americana aveva previsto nel gennaio 2020, prima dell’inizio della pandemia, che avrebbe comodamente superato mezzo milione di auto vendute, confermando il raggiungimento dell’obiettivo anche lo scorso ottobre, nonostante la temporanea chiusura delle sue fabbriche la scorsa primavera. Il trend positivo delle vendite hanno ulteriormente rafforzato la capitalizzazione di mercato della Tesla, che attualmente ha raggiunto quota 669 miliardi di dollari.

NUOVE FABBRICHE - Risultato del 2020 è stato possibile anche grazie all’aumento della produzione nel nuovo stabilimento cinese di Shanghai (dove vengono prodotte sia Model 3 che Model Y). Per capitalizzare il suo vantaggio di maggior costruttore mondiale di auto elettriche, la Tesla ha avviato le operazioni di costruzione di due nuovi stabilimenti, uno a Berlino, che potrebbe assemblare fino a 500.000 auto all'anno, e un altro ad Austin, Texas, da dove dovrebbero uscire il pick-up Cybertruck e il camion Tesla Semi. I nuovi impianti si uniranno alle attuali strutture di assemblaggio già esistenti, presenti a Fremont, in California, e a Shanghai.





Aggiungi un commento
Ritratto di Clementina Milingo
7 gennaio 2021 - 21:41
esatto la R4000 "pong bike" che in origine, sul tavolo da disegno era un po' diversa. Tutta in alluminio fresato con due piccole ruote di egual misura e totalmente azionata ad olio, sia la trasmissione che lo sterzo (sul tipo Bimota Tesi) era anche molto più bella nei primi disegni, sembrava uno sgombro (il pesciolino) con la coda che superiormente si prolungava ad arco fin sopra tutto il corpo reggendo a metà curva la sella sella e in punta il manubrio.
Ritratto di domi2204
5 gennaio 2021 - 12:09
Chissà quanti bambini in Congo sono morti per realizzarle?
Ritratto di RubenC
5 gennaio 2021 - 13:03
1
Nessuno, Tesla certifica che vengono usati solo materiali conflict free e che nessuno è sfruttato nella loro lavorazione. https://www.tesla.com/it_IT/about/legal?redirect=no#human-rights-and-conflict-minerals-policy
Ritratto di domi2204
5 gennaio 2021 - 13:23
Se li comprano dai cinesi come tutti. Ed hanno le miniere in Congo... Togliersi il prosciutto dagli occhi ogni tanto fa bene...
Ritratto di RubenC
5 gennaio 2021 - 14:13
1
Quali sono le tue fonti sullo sfruttamento?
Ritratto di domi2204
5 gennaio 2021 - 14:30
Chi cerca trova...
Ritratto di pikkoz
5 gennaio 2021 - 16:41
Chissà quanti ne sono morti invece per la benzina e gasolio in quanto il 55% del cobalto estratto viene usato nell industria petrolifera .... . Un singolo cambio di olio esausto avvelena in modo irreparabile le falde acquifere per non parlare del piombo delle batterie 12v. La maggiorparte della gente se n'è fregata altamente per decenni, però adesso all idea di vetture elettriche tutti ambientalisti eh
Ritratto di dr_watzon
5 gennaio 2021 - 17:05
Ogni famiglia fa 30 figli e non li sfama neanche, per morire a causa delle Miniere in Congo devi già essere fortunato, gli altri muoiono di fame o di sete.
Ritratto di Laf1974
6 gennaio 2021 - 12:10
@domi2204 la tua osservazione è corretta ma demonizzare solo le auto elettriche è riduttivo poiché il cobalto è usato anche nelle batterie dei cellulari, dei treni, degli aerei, dei computer, tablet, smartphone, etc.Il progresso è regresso.
Pagine