NEWS

Tornano i Tutor: per la Cassazione sono legali

Pubblicato 17 agosto 2019

Autostrade ha dichiarato che i Tutor saranno di nuovo attivi già a partire dai primi giorni di settembre.

Tornano i Tutor: per la Cassazione sono legali

OK DALLA CASSAZIONE - Torna ufficialmente il sistema Tutor di misurazione della velocità media in autostrada. A comunicarlo è direttamente Autostrade per l’Italia, che fa riferimento a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione la quale ha ritenuto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma, in data 10 aprile 2018, aveva accertato la contraffazione del brevetto del sistema da parte di Autostrade per l’Italia ai danni della piccola azienda toscana Craft, ordinando la distruzione di tutte le attrezzature esistenti gestite da Autostrade costituenti violazione del brevetto.

DUE TUTOR - Autostrade nel frattempo aveva sanato la situazione introducendo il SICVe PM, una sorta di evoluzione del Tutor. La parziale riattivazione dei dispositivi è quindi avvenuta sostituendo al precedente sistema Sicve il SICVe PM. Con questo, nell'ultimo anno, fino al recente pronunciamento della Cassazione, si sono potuti presidiare 420 chilometri di autostrade a fronte dei 2500 monitorati col Tutor. Facendo riferimento alla sentenza della Corte di Cassazione, Autostrade per l’Italia ha comunicato di essere già al lavoro per il ripristino dei Tutor (che si andranno ad integrare a quelli già attivi che utilizzano il sistema SICVe PM), che molto probabilmente saranno funzionanti a partire dai primi di settembre su circa 1000 km di tratte autostradali.





Aggiungi un commento
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:25
x Asburgico:per gli svalvolati da libidine infantile di velocità gli spazi d'arresto non esistono
Ritratto di Pavogear
19 agosto 2019 - 12:39
@federicop E allora anziché fare i 110 su una strada con limite inutile di 130, comincia a correre e magari buttati in corsia di sorpasso prima di arrivare proprio dietro al tir e dover inchiodare. Io ho sempre corso e per quanto "spericolato" ai vostri occhi, non ho mai avuto nessun problema e anzi, i problemi non me li crea chi corre ma chi si butta senza guardare lo specchietto oppure quelli che frenano senza motivo anche quando sono da soli in autostrada
Ritratto di Pavogear
19 agosto 2019 - 12:41
Aggiungo che se uno ha paure della velocità può circolare tranquillamente su statali, tangenziali che così risparmia pure i soldi del pedaggio
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:02
Più che altro bisogna avere paura di svalvolati infantili che scambiano l'autostrada per un circuitio
Ritratto di DavideK
19 agosto 2019 - 14:43
Infatti Pavogear, hai perfettamente ragione.
Ritratto di Gordo88
20 agosto 2019 - 02:34
Concordo pavogear anch io sono uno di quegli automobilisti a cui piace mantenere una "media" alta in autostrada ( mezzo permettendo) e vedo spesso delle assurdità da parte di gente distratta o che non sa proprio guidare. Nel tempo però ho imparato a non prendermela troppo e a capire che non tutti sono dei geni al volante e che ci saranno sempre i rinco per strada che faranno manovre azzardate.. l importante è riconoscerli subito perché altrimenti a torto o a ragione ci si può far male entrambi
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:06
La media alta in Italia è 130
Ritratto di federico p
22 agosto 2019 - 12:20
2
Pavogear io non circolo in Italia dove vige il giustissimo limite dei 130 ma in Germania nei pressi di Monaco dove purtroppo non ci sono limiti di velocità tranne vicino la città dove anche lì il massimo concesso è 130. Non ho il problema del pedaggio qui sono gratis le autostrade.La velocità folle fa parte della pista dove ci sono gomme e sabbia a frenare l'auto nel caso in cui si perde il controllo e non si va con auto che potrebbero aver una ruota che scoppia. Noi casomai le nostre auto stanno bene ma siamo sicuri che il thunder1 di turno che va sui 250( a parole sue) non abbia preso qualche marciapiede sgraffiando anche le tele della gomma ed ora non rischia che la sua gomma esploda da un momento all'altro? Per questo ed altri motivi io sono favorevole a come funziona in Italia con i limiti che non permettono di correre. Poi dati alla mano la mortalità e gli incidenti sono superiori nei tratti senza limiti
Ritratto di Pavogear
23 agosto 2019 - 00:26
@federico p ma perché dovrebbe esplodere una gomma? Le gomme hanno un codice di velocità che gli permette di rotolare ad una determinata velocità senza problemi. Inoltre se uno le cambia regolarmente secondo i chilometraggi consigliati e comunque ogni massimo 4/5 anni è sicuro di avere una gomma sempre in buone condizioni. Infine, non è che tutto segnamo le gomme nei marciapiedi: io per esempio faccio una manovra in più a costo di passare da incapace ma almeno preservo la gomma, per non parlare del fatto che comunque molte spesso si tocca il marciapiede con un angolo abbastanza alto, almeno 20 gradi così ad occhio e croce, mentre per strisciare la gomma bisognerebbe essere quasi paralleli. Ad ogni modo, riguardo al tuo esempio di quello che si butta dalla terza alla seconda corsia anziché dalla terza alla quarta per sorpassare, è chiaro che sbaglia lui, ma non certo perché sopraggiunge da dietro uno a 250 o anche di più in quarta. Cioè devo essere io in primis a regolare la mia andatura in relazione a chi ho di fronte e a sinistra. Se vedo che sto arrivando a ridosso dell' auto davanti in terza corsia e sono a 180 ma non mi fido a passare in quarta corsia perché sopraggiunge un'altra auto a 250, allora rallento alla velocità dell' auto che ho davanti a me e in seguito, quando sono sicuro, mi butto in quarta corsia, anche a 160 banalmente se non intralcio, poi eseguo il sorpasso e infine rientro. Non cerchiamo di giustificare chi fa zig zag dicendo che è perché hanno paura di essere tamponati demonizzando quindi la velocità e non un comportamento scorretto
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 01:13
Una gomma può sempre scoppiare succede in Formula 1 figuriamoci su macchine normali e strade aperte al traffico
Pagine