NEWS

Tornano i Tutor: per la Cassazione sono legali

Pubblicato 17 agosto 2019

Autostrade ha dichiarato che i Tutor saranno di nuovo attivi già a partire dai primi giorni di settembre.

Tornano i Tutor: per la Cassazione sono legali

OK DALLA CASSAZIONE - Torna ufficialmente il sistema Tutor di misurazione della velocità media in autostrada. A comunicarlo è direttamente Autostrade per l’Italia, che fa riferimento a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione la quale ha ritenuto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma, in data 10 aprile 2018, aveva accertato la contraffazione del brevetto del sistema da parte di Autostrade per l’Italia ai danni della piccola azienda toscana Craft, ordinando la distruzione di tutte le attrezzature esistenti gestite da Autostrade costituenti violazione del brevetto.

DUE TUTOR - Autostrade nel frattempo aveva sanato la situazione introducendo il SICVe PM, una sorta di evoluzione del Tutor. La parziale riattivazione dei dispositivi è quindi avvenuta sostituendo al precedente sistema Sicve il SICVe PM. Con questo, nell'ultimo anno, fino al recente pronunciamento della Cassazione, si sono potuti presidiare 420 chilometri di autostrade a fronte dei 2500 monitorati col Tutor. Facendo riferimento alla sentenza della Corte di Cassazione, Autostrade per l’Italia ha comunicato di essere già al lavoro per il ripristino dei Tutor (che si andranno ad integrare a quelli già attivi che utilizzano il sistema SICVe PM), che molto probabilmente saranno funzionanti a partire dai primi di settembre su circa 1000 km di tratte autostradali.





Aggiungi un commento
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 01:35
Guidando in Germaia ha mai fatto caso ai limiti di velocità imposti ad hoc,oppure sfrecciando a 300 Km/h non riesce neppure a vedere i segnali di avviso.
Ritratto di Alfa1967
18 agosto 2019 - 16:21
Ti piacciono i verdi e guidi una macchina di 12 anni.fa? Tipico personaggio verde.
Ritratto di DavideK
18 agosto 2019 - 20:49
Al contrario, Thunder1 dice cose sensate ed inoppugnabili. Sia come fatti, sia come visione "filosofica" della questione. Tu invece dici cose smentite dalla realtà, e manifesti solo prepotenza ideologica.
Ritratto di Pavogear
19 agosto 2019 - 12:48
@Federicop torno a ripetere che esistono altre strade oltre all' autostrada e che se la velocità ti spaventa ci sono tanti altre strade dover essere sicuri e non pagare il pedaggio. Altrimenti è inutile che infastidisci gli altri, perché ci vai anche in cerca. Poi se per te è uguale fare i 90, i 100, i 110 benissimo, entri in autostrada e fai i 110, poi quando arrivi dietro al tir ci stai dietro ai 90 finché non arrivi a destinazione. Qual è il problema? Ai 90 sei più sicuro e spensierato che ai 110, visto che vuoi guidare tranquillo e rilassato. Inoltre in questo modo non recherai fastidio a chi, giustamente, interpreta l' automobile non come un mezzo per spostarsi da A a B ma come un' estensione del proprio corpo in grado di far provare emozioni. Immagino che condividerai il mio pensiero. Inoltre se conosci altri che la pensano come te fatti portavoce di questo ragionamento, potrebbe permettere finalmente a migliaia di automobilisti di divertirsi un po' alla guida e ad altrettanti di sentirsi sempre al sicuro in ogni situazione
Ritratto di DavideK
19 agosto 2019 - 14:49
@pavogear: infatti le autostrade sono state fatte proprio per poter andare a velocità elevate. Senza limiti. Poi negli anni '70 è cominciato il delirio generale, e sono stati imposti i limiti quasi ovunque, e non per la sicurezza, ma per la farsa dei consumi di carburante, in abbinamento a domeniche a piedi ed altre amenità simili. La storia è sempre la stessa: quando si fa qualcosa per poterlo usare in pace, poi arrivano gli psicopatici prepotenti a renderti la vita impossibile.
Ritratto di Mbutu
19 agosto 2019 - 15:05
"ma come un' estensione del proprio corpo in grado di far provare emozioni" .... In autostrada? Emozioni di guida? È qui che cadono tutti i vostri "bei" discorsi. Liberatevi dell'ipocrisia una volta per tutte. Non condite tutto con soglie di attenzione e baggianate simili. Ammettete che lo fate semplicemente perché "andare forte fa fico" e superare i limiti vi fa sentire "ribelli" (ma wow). Perché andare forte in autostrada ha a che fare con tutto fuorché le emozioni della guida.
Ritratto di Thunder1
19 agosto 2019 - 18:37
1
Guarda mbutino che non hanno tutti una sfigatissima toyota col cvt che a 180 diventa un trapano. C è chi come me ha auto normali come la Alfa Romeo Giulia Veloce (e Giulia Quadrifoglio appena tolgono il superbollo) e si diverte Anche in autostrada. Che poi andare a 170 non vuol dire divertirsi ma soltanto non morire di noia. Il "fa figo" o "wow" e solo un discorso da frustrato quale sei. Poveraccio...
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:13
Un vero intenditore Giulia Quadrifoglio da 90000 Euro...
Ritratto di DavideK
19 agosto 2019 - 21:08
Caro Mbutu, hai una testa troppo da suddito per non renderti conto della normalissima libertà che si prova guidando, senza eccessivi vincoli. Fatti un giro in Germania.
Ritratto di supermax63
26 agosto 2019 - 02:19
Certo che menzionare la Germania come esesmpio di libertà è un ossimoro o filosoficamente parlando una contraddizione in termini
Pagine