NEWS

Toyota Aygo: la nuova generazione è quasi pronta

Pubblicato 03 febbraio 2021

Dovrebbe esordire entro la fine del 2021 la prossima Toyota Aygo, sorpresa in occasione dei test finali di sviluppo.

Toyota Aygo: la nuova generazione è quasi pronta

FASE FINALE - La Toyota Aygo, la piccola citycar giunta attualmente alla seconda generazione, avrà presto un’erede come testimoniano le immagini spia di Autocar che ha sorpreso un esemplare camuffato impegnato nella fase finale dei test su strada. Infatti, la presentazione della nuova Toyota Aygo è prevista entro la fine del 2021, con l’avvio delle consegne nei primi mesi del 2022.

PROGETTATA IN EUROPA - Osservando le immagini che ritraggono la Toyota Aygo alle prese con un tipico ambiente invernale, è possibile farsi un’idea dell’estetica. Gli sbalzi sono ridotti, i fanali posteriori verticali e le ruote posizionate all’estremità della carrozzeria, sono alcuni degli elementi che balzano subito all’occhio. La Aygo di terza generazione è stata progettata dalla Toyota Europe, e sarà prodotta nella fabbrica ceca di Kolin (come l’attuale), prima condivisa con il Gruppo PSA e poi acquistata in toto dalla casa giapponese.

ADESSO È DA SOLA - Una delle novità più importantI sarà l’abbandono della piattaforma condivisa con le Peugeot 108 e Citroën C1 (entrambi i modelli usciranno di produzione) in favore di una versione accorciata del pianale TNGA GA-B della Yaris. L’adozione di questa nuova piattaforma dovrebbe migliorare la rigidità del telaio, a tutto vantaggio della guidabilità e della sicurezza. Oltre alla versione standard, potrebbe arrivare anche una variante in stile crossover.

NIENTE ELETTRICA - La nuova Toyota Aygo dovrebbe essere lanciata con un convenzionale motore a benzina e, successivamente, potrebbe arrivare una versione dotata di una variante più economica del sistema ibrido della Yaris. Almeno all’inizio, non dovrebbe essere presente una versione elettrica, considerata troppo costosa e quindi non adatta ad un modello che fa del prezzo competitivo uno dei suoi punti di forza.





Aggiungi un commento
Ritratto di florio269
6 febbraio 2021 - 19:32
ESATTO .. Proprio Cosi' ... Quando qualche ANNO Fa .. sono andato a Visitare Tutte e 3 le Aziende : Peuget, Citroen e Tuyota per Acquistare un' Auto Piccola DIESEL con il Cambio Automatico, Si Sono RIMPALLATE le Responsabilita' .. perche' Una Faceva il Cambio Automatico, ma Solo a Benzina , Laltra faceva il DIESEL ma NON con il Cambio Automatico , Alla Fine Mi Sono Preso La SMART DIESEL Seconda Serie che Ho ancora Adesso e Con la Quale ho Fatto ben 265.000 km e se ci fosse ancora ... la Ricomprerei Nuovamente ma MAI Quella ELETTRICA nella quale hanno ancora il Pacco Batterie di 17,6 KW e che e' Proprio " UN PACCO " Vero e Proprio ,con Nemmeno 100 km VERI di Autonomia !!!
Ritratto di Pintun
3 febbraio 2021 - 18:36
Bene, speriamo la mantengano "semplice" e con prezzi decenti, in linea con quelli dell'attuale generazione. Se miglioreranno abitabilità e baule senza ingrandirla troppo potrà giocarsela con la Panda, anche se poi forse potrebbe togliere clienti alla Yaris.
Ritratto di lybram
3 febbraio 2021 - 19:10
strano... non vedo commenti di OXYGENERATOR! se un articolo del genere avesse riguardato una PROSSIMA GENERAZIONE di panda avrebbe sparato mer..da su fiat fino all'esordio del modello!
Ritratto di Oxygenerator
4 febbraio 2021 - 11:01
@ lubram Perchè dovrei sparare su panda ?? In Fiat la piccola elettrica c’è già. La 500e. Toyota ha detto che in realtà non crede nell’elettrico, come lo conosciamo oggi. A mio avviso sbagliando. Ma sono loro quelli che vendono milioni di auto. Quindi, finchè vendono così tanto in tutto il mondo, han ragione loro.
Ritratto di Oxygenerator
4 febbraio 2021 - 11:02
Chiedo scusa, non ho riletto , intendevo @ lybram
Ritratto di lybram
6 febbraio 2021 - 06:51
vabbè.. facciamo finta di non capire... ok.
Ritratto di Andrea Zorzan
3 febbraio 2021 - 20:27
Niente elettrica. Che fesseria. Le vendite della E-up dovrebbero aver fatto scuola.
Ritratto di Meandro78
4 febbraio 2021 - 06:19
Forse non vogliono produrre auto con prezzo base a 20k da scalare come fanno i crucchi? Anche perché se gira il vento e finiscono i soldini pubblici che si fa?
Ritratto di Giuliopedrali
3 febbraio 2021 - 21:12
Era la cittadina più di qualità, ora senza la collaborazione ma anche le beghe con PSA - Stellantis penso che potranno alzare ancora di più l'asticella.
Ritratto di Biondi stefano
3 febbraio 2021 - 21:26
Una citycar, addirittura solo a benzina. La yaris full hibrid,per le gite fuori porta e la mirai elettrica full cell per i lunghi tragitti. Mi sfugge qualcosa.
Pagine