NEWS

Toyota Aygo 2022: confermata la produzione in Europa

Pubblicato 07 giugno 2021

La Toyota produrrà la nuova generazione della Aygo nella fabbrica di Kolin in Repubblica Ceca: il suo arrivo sul mercato è previsto il prossimo anno.

Toyota Aygo 2022: confermata la produzione in Europa

VA PER LA SUA STRADA - La Toyota è una delle poche case automobilistiche che intende rimanere nel segmento delle citycar in Europa con un modello che verrà proposto solo con motore a combustione. Ford e Opel, ad esempio, sono soltanto due delle aziende che hanno deciso di abbandonare il segmento a causa dei bassi profitti, mentre altri, come il Gruppo Volkswagen hanno deciso di passare alle ben più costose citycar elettriche, come risposta alla pressione normativa imposta per il “taglio” delle emissioni di CO2.

ORA “BALLA” DA SOLA - Dopo aver mostrato la concept Toyota Aygo X Prologue (nelle foto), la casa giapponese diffonde ulteriori informazioni sul modello la cui versione di serie è attesa entro la fine di quest’anno, per essere nelle concessionarie nel 2022. Dunque arriva la conferma che la vettura verrà costruita nella fabbrica di Kolin, nella Repubblica Ceca, in precedenza in comproprietà con il gruppo PSA e ora sotto il controllo della sola Toyota, dove attualmente sono ancora costruite l’attuale Aygo e le “sorelle” Citroën C1 e Peugeot 108 (che non dovrebbero essere innovate, almeno per ora, a fine produzione). La terza generazione della Toyota Aygo sfrutterà la stessa piattaforma della Yaris, la GA-B (un adattamento della TNGA utilizzata per vari modelli del costruttore).

ESPANSIONE EUROPEA - La nuova Toyota Aygo, insieme agli altri modelli “small” del costruttore nipponico, la Yaris e la Yaris Cross, anch'esse basata sulla piattaforma GA-B, consentirà alla casa automobilistica di adottare le economie di scala necessarie per produrre auto di piccole dimensioni guadagnandoci. I programmi sono di  espandere la produzione europea per arrivare a vendere nei mercati del vecchio continente (Russia compresa), entro il 2025, un totale di 1,5 milioni di auto, conquistando una quota di mercato del 7%. 

UNO STILE DA CROSSOVER? - La versione di serie della nuova Aygo, dovrebbe adottare uno stile simile a quello del prototipo Toyota Aygo X Prologue, con elementi stilistici caratterizzanti come le luci anteriori e posteriori composte da sottili strisce a led collegate nella parte bassa, e le ruote di grandi dimensioni, che le conferiscono uno stile di crossover compatta.

Toyota Aygo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
45
30
14
10
21
VOTO MEDIO
3,6
3.566665
120




Aggiungi un commento
Ritratto di ziobell0
7 giugno 2021 - 15:58
certo, ci vuole un certo coraggio a comperare questa roba
Ritratto di ELAN
7 giugno 2021 - 16:36
1
Certe "mangate" francesi o premium tedesche imho non sono da meno, seppur assimilate ormai al gusto borghese per mera appartenenza di brand/sociale.
Ritratto di karumaji
7 giugno 2021 - 23:18
Non sono mangate francesi ma cinesate francesi. Lo stile tedesco è zarro-tamarro in salsa glamour berlinese. La sciatteria, la giocosità e la plasticità è una mangata delle auto jap (e dell'ultima 1er che è un'auto tutta da buttare)
Ritratto di Giuliopedrali
7 giugno 2021 - 16:10
In Europa: pensavo non so perchè in UK, forse mi veniva in mente Nissan, invece in Repubblica Ceca, dove spero paghino le maestranze un pò più che in Slovacchia o Ungheria dove notoriamente beccano di meno che nella tanto vituperata Cina.
Ritratto di Cancello92
7 giugno 2021 - 16:47
Farei il tifo per lo stipendio minimo europeo se non fosse che ai produttori basterebbe produrre in paesi extra ue e rivendere da noi. Bisognerebbe vietare la concorrenza di prodotti che arrivano da paesi che non rispettano i diritti dei lavoratori e aggiungerei la trasparenza fiscale. Liberismo ok ma se si gioca tutti con le stesse regole
Ritratto di Giuliopedrali
7 giugno 2021 - 19:03
No secondo me si può produrre dove si vuole: anzi, però le grandi multinazionali stesse dovrebbero elevare i diritti dei lavoratori in quei Paesi invece di approffittarne sempre di più: utopia. Il fenomeno è che nasceranno marche di auto (elettriche) in Polonia, Turchia, Israele, Egitto e altri Paesi, sta già avvenendo, molto affascinante, siamo noi che dobbiamo rincorrere e produciamo negli stessi Paesi, con la stessa tecnologia, abbiamo gli stessi designer...
Ritratto di Andre_a
7 giugno 2021 - 23:42
9
@Cancello92: bel discorso, ma poi in quanti sarebbero disposti ad accettare un notevole aumento del costo della vita in cambio del rispetto dei diritti di lavoratori che vivono dall'altra parte del globo? @Giuliopedrali: in Ungheria, se continuano così, guadagneranno più che da noi, altroché
Ritratto di ELAN
7 giugno 2021 - 16:26
1
Piccolo Gundamino ma originale, gli apprendisti manga tedeschi e francesi inseguono, a questo punto.
Ritratto di karumaji
7 giugno 2021 - 23:21
Il design automobilistico è stato inventato dagli europei che si è fermato agli anni '70/'80 a livello di innovazione. I jap hanno sempre copiato con sciatteria. Si parla sempre di cicli riclati nel tempo
Ritratto di ELAN
8 giugno 2021 - 06:51
1
I giap han copiato fino ai primi Anni '80. Ora alcuni "europei" perseguono stilemi asiatici che gli stessi asiatici stanno superando o evolvendo.
Pagine