NEWS

Toyota Aygo: nel 2022 sarà tutta nuova

Pubblicato 28 agosto 2021

La terza generazione della city car Toyota Aygo sfoggerà un look ispirato alle crossover e avrà solo motori a benzina.

Toyota Aygo: nel 2022 sarà tutta nuova

PER L’EUROPA - Manca poco al debutto della nuova Toyota Aygo, la citycar che arriverà nelle concessionarie a gennaio del 2022. Pur avendo il medesimo nome della precedente, la terza generazione di questa citycar è tutta nuova. Non solo nel look, ma anche perché utilizza la piattaforma TNGA-B della Yaris. L’addio all'ossatura condivisa dalla precedente generazione con Citroën C1 e Peugeot 108 dovrebbe consentire di costruire un’auto più spaziosa, tecnologica e sicura. La nuova Toyota Aygo, sviluppata dalla filiale europea della casa giapponese, verrà prodotta in Repubblica Ceca, nella fabbrica di Kolin, in precedenza in comproprietà con il gruppo PSA e ora sotto il controllo della sola Toyota. 

COME UNA PICCOLA CROSSOVER - La Toyota Aygo 2022 avrà forme ispirate a quelle delle crossover, come dimostra la nostra ricostruzione basata sulle foto spia (nel disegno qui sopra), con una carrozzeria muscolosa e più alta da terra. Leggermente più lunga del modello attuale (che misura 347 cm), si distingue per i vistosi fari collegati da sottili fasce luminose a led, i fanali verticali e le ruote posizionate alle quattro estremità della carrozzeria, oltre che per la linea di cintura alta. Il lunotto è inclinato e presenta alla sommità un piccolo spoiler; sul tetto trovano posto delle barre posiziona “a filo”.

NIENTE ELETTRICA PURA - Con una scelta controcorrente rispetto alla concorrenza, la Toyota ha deciso di proporre la nuova Aygo solo con motori a benzina, infatti una variante elettrica non sarebbe prevista. Tuttavia, non è escluso l’arrivo successivo di motori ibridi, vera specialità della casa giapponese.

Toyota Aygo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
46
31
14
10
21
VOTO MEDIO
3,6
3.581965
122




Aggiungi un commento
Ritratto di Almeron771
28 agosto 2021 - 21:19
Sul quel segmento a lovellp di qualita prestazioni nessuna batte la ignis che ha un bagagliaio di tutto rispetto ed i sedili posteriori scorrono avanti e indietro per maggior capienza.
Ritratto di Flavio8484
28 agosto 2021 - 20:44
Con una linea che non tradisce il nome:una lavatrice!
Ritratto di Trattoretto
28 agosto 2021 - 20:49
Concordo al 1000%. La Ignis ha uno sfruttamento degli spazi incredibile. È più grande dentro che fuori. È sicuramente da prendere come esempio, al di là dell'estetica, che a me non dispiace affatto, a parte i fari posteriori che comunque si possono mandar giù. In generale la filosofia costruttiva è intelligente. Con componentistica semplice, poco appariscente ma fatta per durare.
Ritratto di Quello la
28 agosto 2021 - 21:29
Parole sante, cari trattoretto e Almeron. Parole sante.
Ritratto di offon
30 agosto 2021 - 09:32
La Ignis costa troppo per dare delle cose che a chi prende una citycar non intreressano. Meglio Sandero che risparmia ed è quasi spaziosa come Tipo.
Ritratto di ettoremo
30 agosto 2021 - 15:47
certamente ma anche un altro costo n apparttiene allo stesso segmento!
Ritratto di francyb11
31 agosto 2021 - 17:48
@Almeron771.Concordo la Ignis batte tutte le citycar in baule (260-360/1100 litri)
Ritratto di Ale94
28 agosto 2021 - 22:07
Deve misurare almeno 3,70 cm l’attuale era comoda per la città e ha 5 porte peró i posti dietro e il baule non esistono molto più intelligente spendere quei soldi per altre auto.
Ritratto di giulio21
28 agosto 2021 - 22:15
invece che avere motori solo benzina mi sarei aspettato solo motore elettrico... dai pionieri dell'ibrido uno si aspetterebbe un po più di innovazione... ma è la stessa toyota a non credere nell'elettrico...
Ritratto di Flynn
29 agosto 2021 - 12:55
Non crede o non vuole credere? Il dubbio che siano restii all’elettrico per non cestinare io know-how ibrido non riesco a risolverlo
Pagine