NEWS

Toyota Corolla: un’Auris a stelle e strisce

23 marzo 2018

Gemella dell'Auris, la nuova Corolla fa il suo debutto negli Stati Uniti al Salone di New York. Lo stile appare curato, l’interno sobrio e funzionale.

Toyota Corolla: un’Auris a stelle e strisce

UNA HATCHBACK PER GLI USA - Gli Stati Uniti sono fra i paesi al mondo in cui hanno più successo le berline a quattro porte con la coda, note come sedan, un genere di automobile poco diffuso in Europa e ancora meno nel nostro Paese. La Toyota fa uno “strappo” a questa regola e nel 2018 venderà per la prima volta negli Stati Uniti la variante a cinque porte della berlina compatta Corolla, un modello storico per la Toyota, che arriva quest’anno alla quattordicesima generazione ed è fra le auto più vendute nella storia. Questa Toyota Corolla è in pratica la versione per il mercato nord americano della nuova Toyota Auris, la rivale di Renault Megane e Volkswagen Golf appena presentata al Salone di Ginevra e attesa in Italia a marzo 2019. Non a caso lo stile è identico e la Toyota Corolla 2018 appare più grintosa del vecchio modello, grazie ai sottili fari anteriori, alla grossa mascherina e alle venature che danno slancio alle fiancate.

LO SCHERMO È “SOSPESO” - La Toyota Corolla 2018 è basata sulla piattaforma a trazione anteriore TNGA (la stessa di Prius e C-HR) e ha dimensioni maggiori rispetto all’edizione oggi in vendita, a partire dai 4 cm in lunghezza (in tutto sono 437) fino ai 3 cm (180 cm) in larghezza. L’altezza minore e la distanza più elevata fra le ruote anteriori e posteriori fanno apparire la sagoma laterale più filante e slanciata. L’abitacolo invece mantiene lo stile sobrio e poco appariscente di tutte le Toyota, nonostante il grosso schermo a sfioramento di 8” renda l’insieme più moderno. Al di sotto del monitor sono presenti i tasti per gestire la climatizzazione dell’interno, dove si trova un pozzetto in cui riporre smartphone anche di grandi dimensioni, lattine e fogli A4. A pagamento si possono avere finiture in nero lucido o cuciture a contrasto sui sedili. Da notare l’arrivo di Apple Carplay per il sistema multimediale.

SOLO A BENZINA - Negli Stati Uniti la nuova Toyota Corolla si potrà avere, per ora, solo un motore a benzina a quattro cilindri aspirato di 2.0 litri: ha il sistema di iniezione diretta e altri accorgimenti per migliorare i consumi, come ad esempio i tre ugelli di lubrificazione che migliorano la scorrevolezza dei cilindri. Il nuovo 2.0 è più compatto del 1.8, secondo la Toyota, che non ha anticipato per il momento la potenza ed i consumi. È noto però che si abbina ad un cambio manuale a 6 rapporti o ad un automatico CVT a variazione continua. Fra le tecnologie di assistenza alla guida ci sono la frenata automatica d’emergenza, il mantenimento attivo della corsia, lo spegnimento automatico degli abbaglianti e il regolatore di velocità adattivo con funzione stop&go.



Aggiungi un commento
Ritratto di treassi
24 marzo 2018 - 10:44
Penso semplicemente che lo acquisteremmo io e te... non avrebbe senso per Toyota un simile investimento...
Ritratto di Alfiere
24 marzo 2018 - 15:49
1
La auris è gia solo benzina, e cosi come è va bene per molta gente a livello economico, peccato che i pregiudizi siano ancora troppi. Poi leggi su, il 2.0 sostituisce il 1.8, ed alla fine spero si parli di due potenze, magari una senza HSD.
Ritratto di treassi
24 marzo 2018 - 17:18
Ormai Toyota proporrà per la maggior parte motori ibridi e non credo che ci sarà molta differenza fra il 1.8 e il 2.0 a livello di handling. Ho provato sia la C-HR (1.8 da 122 cv) che l'Auris (1.8 da 136 cv) prima di prendere la nuova Subaru Impreza e nonostante abbia il 1.6 da 114 cv non c'è paragone come sensazione di guida, senza parlare degli altri pregi che le fanno sfigurare totalmente...
Ritratto di vize84
24 marzo 2018 - 20:49
L'auris 2019 che arriverà pure in Italia avrà, oltre al 1.8 anche il nuovo 2.0 ibrido con 180 cv (145 di motore termico) e avrà pure un nuovo cambio che a detta di Toyota ridurrà l'odioso effetto scooter del CVT attuale
Ritratto di Jumputer
25 marzo 2018 - 06:46
aggiungo . 145 di termico e 109 cv di elettrico. i due motori non arrivano mai ad avere la massima potenza insieme, si bilanciano questi 250 cv teorici.. Per capirci il 1.8 hsd della CHR il termico 98 cv(coppia 142nm) + elettrico 72 cv (coppia 163 nm). Teorici 160 cv ma dichiarano 122 cv perchè i due sistemi non sono al massimo mai in contemporanea ma dove servono quindi a motore termico spento e da fermi a zero giri senza frizioni di mezzo ci sono già pronti i 163 nm dell'elettrico. Qualsiasi altro "tradizionale sistema con frizione" deve essere oltre i 1200 giri del motore termico con pochi cv e pochi nm. per partire.....Elettrico imbattibile a 0 giri....ma servono cv e nm importanti non come quelli dei "nuovi" mild hybrid con potenze elettriche di 10 cv poco piu o poco meno.
Ritratto di treassi
25 marzo 2018 - 10:23
Boh mi pare strano, qui si parla del modello USA(la corolla non è proposta ibrida), aggiornano il 1.8 con il 2.0 per renderla Corolla più appetibile rispetto alle altre giapponesi. Qui in Europa, che spingono sull'ibrido, non avrebbe senso puntare sul risparmio di carburante e proporre poi 2 motori ibridi, o l'uno o l'altro e secondo me rimarrà il 1.8. Poi se volessero portare anche il 2.0 da 168 cv ne sarei felicissimo...
Ritratto di vize84
25 marzo 2018 - 14:29
Guarda che al salone di Ginevra hanno testualmente dichiarato che la nuova Auris europea sarà disponibile proprio con 2 motori ibridi (1.8 e 2.0)
Ritratto di treassi
25 marzo 2018 - 15:04
Anche per la Subaru Impreza doveva esserci il 1.6 e il 2.0 disponibili, ma per adesso qui in Italia è arrivato solo il 1.6... Le case attuano diversi programmi per diversi paesi, secondo diversi fattori... Ripeto sarei contento se arrivasse il 2.0 americano, NON quello ibrido...
Ritratto di vize84
25 marzo 2018 - 15:36
Infatti se non ricordo male, vi sarà una differenziazione anche in questo caso, per gli altri Paesi europei la nuova Auris sarà disponibile disponibile in 3 motorizzazioni (1.8 e 2.0 ibridi e 1.2 turbo benzina).. In Italia solo i 2 motori ibridi... Del 2.0 aspirato non vi è traccia.. ad ogni modo già l'idea di avere un ibrido più potente con un cambio migliorato non è male.. Considera poi che il bollo lo si paga solo sulla componente termica.. 100€ all'anno risparmiati che fanno sempre comodo...
Ritratto di treassi
25 marzo 2018 - 16:20
Comunque il nuovo 2.0 ibrido lo vedrei meglio sulla C-HR (magari 4 ruote motrici) o sulla Prius...
Pagine