NEWS

Toyota GR 86: è lei l’erede della GT86

Pubblicato 05 aprile 2021

Arriverà il prossimo autunno la nuova Toyota GR 86, dotata di un motore 4 cilindri boxer aspirato 2.4 con 234 CV e la trazione posteriore.

Toyota GR 86: è lei l’erede della GT86

LA SECONDA GENERAZIONE - Le coupé compatte realizzate da costruttori generalisti sono una specie in via di estinzione, ma fortunatamente c’è ancora chi ci crede. Toyota e Subaru sono tra questi e dagli sforzi congiunti delle due case giapponesi nascono le eredi di Toyota GT86 e Subaru BRZ. La prima, che ora si chiama Toyota GR 86, segue di qualche mese l’annuncio della nuova Subaru BRZ (qui per saperne di più). Le due vetture, che sono state sviluppate congiuntamente, differiscono per pochi particolari e sono le eredi dei modelli lanciati nel 2012. La Toyota GR 86 si va ad affiancare alle altre due della famiglia GR (Gazoo Racing), la Supra e la Yaris. La GR 86 sarà disponibile in Giappone nell’autunno del 2021 ma, a differenza della BRZ, dovrebbe approdare anche in Europa (ancora non sono state diffuse le tempistiche).

PICCOLA E BASSA - Esteticamente la Toyota GR 86, che è una coupé compatta lunga 426 cm, larga 177, alta 131, con un passo di 257 cm, differisce dalla Subaru BRZ per la mascherina anteriore, che ricorda quella della GR Yaris, e per il disegno dei fari anteriori a Led. Altre modifiche riguardano le specifiche prese d’aria e le appendici aerodinamiche laterali, che, a detta della casa, migliorano le doti dinamiche. Cambia anche la forma del tetto.

INTERNI ESSENZIALI - Gli interni della Toyota GR 86 sono funzionali e concepiti nell’ottica di non distrarre il guidatore. Rispetto alle attuali tendenze i designer hanno prediletto un approccio “vecchio stile” con diversi tasti fisici e uno schermo touch di 7” per il sistema multimediale.

PESA POCO - Ma il piatto forte della Toyota GR 86 sono indubbiamente le doti dinamiche, ulteriormente affinate rispetto alla precedente generazione. Il peso ridotto, pari 1.270 kg, è frutto dell’impiego di materiali leggeri come l’alluminio, utilizzato per il tetto e i parafanghi. Le sospensioni seguono lo schema MacPherson all’anteriore e a doppio braccio oscillante al posteriore. A garantire l’impronta su strada ci pensano i cerchi in lega di 18” che calzano pneumatici 215/40. Migliora anche la rigidità torsionale di circa il 50% rispetto al modello precedente.

VIVA L’ASPIRATO - A spingere la Toyota GR 86 c’è lo stesso 4 cilindri aspirato 2.4 boxer della Subaru BRZ, che eroga 234 CV a 7.000 giri e 250 Nm di coppia a 3.700 giri (la GT86 aveva 205 Nm a 6.600 giri), in grado di spingerla da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi (6,9 secondi con cambio automatico). Abbinato al propulsore, per trasmettere la coppia alle ruote posteriori, c’è un cambio manuale a sei rapporti. In alternativa è possibile scegliere un automatico con comandi al volante. La velocità massima della GR 86 è di 226 km/h con il cambio manuale, 216 km/h con l'automatico.

GLI ADAS - La Toyota GR 86 è equipaggiata con freni a disco ventilati all'anteriore e al posteriore, rispettivamente di diametro pari a 294 e 290 mm. Dispone anche dei sistemi di assistenza alla guida ormai irrinunciabili su un’auto moderna, come il sistema di segnalazione di frenata d’emergenza in caso di distrazione del guidatore.

Toyota GR 86
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
53
19
8
5
3
VOTO MEDIO
4,3
4.295455
88




Aggiungi un commento
Ritratto di Kranio71
6 aprile 2021 - 20:54
A livello di linea penso che l'ultima serie della Celica (che ho poseduto per ben 13 anni) sia tutt'ora la più azzeccata delle coupè Toyota, da questa mi aspettavo qualcosa di più, peccato quando i Giapponesi non osano, diventano tristemente...tedeschi. Per quanto riguarda il discorso meccanico: lunga vita alla trazione posteriore, e grazie di esistere, Toyota!
Ritratto di ELAN
6 aprile 2021 - 21:18
1
Concordo al 100%, se si conformizzano magari rischiano meno ma perdono la possibilità di dare carattere alle loro auto. Pensiamo però che a voler "fare strano" a tutti i costi si può arrivare a disegnare il doppio rene gigante su una bellissima coupé come la 4er, rovinandola miseramente.
Ritratto di ELAN
6 aprile 2021 - 21:15
1
Per me è malato anche chi possiede una 500 "Abarth" di recente fattezza e si permette di dare della supposta ad una macchina sportiva, per quanto criticabile. nonchè è malato, sempre imho, chi scrive "Le Mercedes" "Le Audi" "Le BMW" come se tutto ciò che è brandizzato tale fosse superiore a prescindere, anche nello stile. Vi sono, sempre imho, vetture pessime stilisticamente e neppure premium di meccanica tra le fila di queste case, fatte apposta per i wanna-be premium.
Ritratto di Claus90
6 aprile 2021 - 22:13
Ha il fascino giapponese, ottima sulla carta, valida come la GT86, prezzo onesto, ma ha qualcosa che non mi torna, forse è solo per gli passionati nostalgici, il ragazzo di oggi pensa che un audi TT per la stessa cifra anche usata faccia piu figo.
Ritratto di Cilindrata
6 aprile 2021 - 22:27
Bello invece l'aspirato. Molto più fluido e sfruttabile di un turbo. Con il mio aspirato riesco a partire da fermo in 4a.. con il turbo(diesel) se appena faccio le rotonde in 2a mi si spegne...
Ritratto di ELAN
7 aprile 2021 - 06:41
1
Io con il mio turbodiesel allungo fino a 130 in terza passando i 5000 giri e riprendo anche da meno di 30 km/h, sempre in terza. Il mondo è bello perché è vario. Su questa coupè l'aspirato è perfetto.
Ritratto di Ridolfo Giuseppe Ignotus
7 aprile 2021 - 00:09
Interessante, ma potendo sceglierei una Mustang V8.
Ritratto di ELAN
7 aprile 2021 - 06:43
1
Ma non puoi, dato che un V8 ha costi ben diversi, sebbene su auto "economica" come prezzo.
Ritratto di Ridolfo Giuseppe Ignotus
7 aprile 2021 - 22:40
Ovviamente, ma io, un auto, se potessi, la sceglierei solo se mi piace, cominciando dalla carrozzeria (anche se non si tratta della Huracán o della Regera). Poi se ha un V8, molto meglio. Questa Toyota, comunque, è (o perlomeno sembra) interessante.
Ritratto di Oxygenerator
7 aprile 2021 - 08:57
Auto dinosauro, da operazione “ nostalgia”. Dedicata a chi era giovane negli anni 80 e 90. Veramente orrenda. Già me li vedo, i possessori, che sgommano, o scalano per aumentare i giri del motore, mentre una Tesla, o un’’ e tron, filante e silente scompare all’orizzonte. Come un biplano che incontra un ufo. Dentro, gli interni sono in stile ruggenti anni 80 ed è bellissimo il tablet posticcio ( stile panda ) , della serie, non lo volevamo mettere, perchè ci rovina l’ambient.
Pagine