NEWS

Toyota GT86, le novità della versione aggiornata

08 luglio 2016

A 4 anni dal debutto, la coupé Toyota GT86 viene sottoposta ad una serie di modifiche estetiche, alla meccanica e alle sospensioni.

Toyota GT86, le novità della versione aggiornata

PIÙ CV PER LA MANUALE - La Subaru ha annunciato nelle scorse settimane gli interventi di cui beneficerà la rinnovata BRZ. Modifiche di pari entità verranno presto introdotte sulla Toyota GT86 (nelle foto la versione per il mercato Giapponese), coupé aggiornata sotto il profilo tecnico e resa più accattivante da guidare: i nuovi ammortizzatori, per esempio, regaleranno all’auto un comportamento su strada più accattivante. BRZ e GT86 sono figlie dello stesso progetto, vengono costruite nella stessa fabbrica e hanno esordito nel 2012, quindi le migliorie rientrano nel tradizionale aggiornamento di metà carriera. La novità di maggior impatto riguarda il motore boxer aspirato, da 2 litri, rinnovato nei lati aspirazione e scarico e ora accreditato di qualche cavallo in più: la potenza sale a 207 CV e la coppia raggiunge i 212 Nm, sviluppata per di più lungo un maggiore arco di utilizzo. Gli interventi sono rivolti alla versione con cambio manuale a sei rapporti, mentre quella automatica sviluppa 200 CV e 205 Nm. La trasmissione è a 6 rapporti.

STRUMENTAZIONE RIDISEGNATA - I tecnici hanno aumentato i punti di saldatura sul montante posteriori e dichiarano così un più elevato valore di rigidità torsionale. In opzione sono previsti ammortizzatori della Sachs, capaci di migliorare la reattività dello sterzo ed il comfort di bordo. La rinnovata Toyota GT86 mantiene il più piccolo volante mai utilizzato da una Toyota (misura 36 cm) e guadagna un contagiri di nuova fattura, dove la linea dei 7.000 giri cade a ore 12: questo, secondo l’azienda, è il regime a cui il motore eroga la potenza massima. La zona rossa parte invece da 7.400 giri. Nel quadro strumenti è presente inoltre uno schermo da 4,2 pollici, che fornisce informazioni sulla distanza percorsa, sull’economia d’utilizzo e su vari parametri utili a chi utilizza l’auto in circuito: ci sono ad esempio la forza G, le curve di potenza/coppia ed il cronometro.

MIGLIORA L’AERODINAMICA - Nell’abitacolo della Toyota GT86 sono presenti materiali studiati per limitare i riflessi e rivestimenti dalla fantasia inedita. Le novità all’estetica consistono nell’alettone posteriore di maggior sezione, nel baffo anteriore più accentuato, nelle appendici a contorno dei fendinebbia (a led) e nella griglia anteriore, più larga, che si abbina al paraurti leggermente ridisegnato: la zona immediatamente sotto il logo risulta più affilata e punta verso il basso. Debuttano poi nuovi cerchi in lega da 17 pollici, il disegno interno dei fanali posteriore è inedito e la parte nera all’interno del fascione posteriore risulta più sviluppata in senso trasversale. La Toyota ha diffuso per il momento le informazioni sulla GT86 venduta in Giappone (da agosto). Quella per il mercato europeo verrà annunciata con tutta probabilità durante il Salone di Parigi, a fine settembre, quando diventeranno ufficiali eventuali modifiche in termini di equipaggiamento e dotazione.

Toyota GT86
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
177
76
32
25
33
VOTO MEDIO
4,0
3.98834
343




Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
8 luglio 2016 - 14:49
3
GT86. Ottima piccola sportivetta che resiste all'assalto dei motori turbo. Il turbo avrà anche più prontezza ai bassi giri ma la versatilità dell'aspirato lungo la maggior parte dei giri del motore rimane sempre irraggiungibile. Brava Toyota.
Ritratto di hulk74
8 luglio 2016 - 16:49
In parte sono d'accordo, cambio manuale e aspirato hanno sempre fascino, sono divertentissimi! (Con la mia mx5 ho riscoperto questi piaceri) ma l'efficacia di turbo, 4x4 e automatico sono impareggiabili
Ritratto di MAXTONE
8 luglio 2016 - 19:46
Ma dipende, a volte costituiscono solo fonte di consumi maggiori senza che realmente ti occorrano. Se vivi in luoghi poco affollati puoi anche fare a meno dell'automatico, se non vivi in sperduti paesi d'alta montagna dove fa un freddo boia puoi fare benissimo a meno del 4x4 (oggi anche i suv si vendono più 2wd piuttosto che quattro) e anche sul turbo ci sarebbe da dire, voglio dire, su asmatiche utilitarie da un litro un litro e mezzo e' il benvenuto cosi come sulle segmento C da famiglia ma su una mx-5 o GT86 che sono già brillanti di loro se ne può fare benissimo a meno. Inoltre meno roba significa anche maggiore affidabilità. Saluti.
Ritratto di AlexTurbo90
9 luglio 2016 - 00:08
In parte concordo con Maxtone. Però io continuo a chiedermi: ma il buon, caro, vecchio COMPRESSORE VOLUMETRICO che fine ha fatto? Ma davvero non si riesce più a montarlo su qualche buon motore aspirato, aumentando la coppia massima e abbassando i regimi in cui viene espressa, mantenendo inalterate le caratteristiche intrinseche di un aspirato? Mistero.
Ritratto di Flavio Pancione
9 luglio 2016 - 12:03
7
Vero non era male, anzi è la classica via di mezzo che aveva bei vantaggi ma probabilmente per i consumi maggiori e il rendimento inferiore (inferiore sia al turbocompresso che all'aspirato) è quasi sparito. Però comunque recentemente è accoppiato al turbocompressore, così da diminuire il lag ai bassi regimi, proprio per via della sua natura che è ovviamente indipendente dai gas di scarico..
Ritratto di Flavio Pancione
9 luglio 2016 - 12:09
7
Concordo con maxtone, sono fermamente contrario alla 4x4 nel 85 percento dei casi e si può ben intuire il 15 percento a chi si riferisce. Anche all'automatico, quando c'è disponibile un bel manuale è difficile rinunciare, al diavolo l'efficacia, ed io per inciso utilizzo un automatico spesso ( ma che devo dire non mi delude affato anche come feeling ). Per il turbo invece, sinceramente di solito lo preferisco, ma la veritá è che io avrei voluto semplicemente un mercato ricco di opzioni, come anche 15 anni fa, con turbocompressi e aspirati che coesistevano e non come oggi un'appiattimento nelle scelte tecniche motoristiche, con rarissime mosche bianche..
Ritratto di as.crni
8 luglio 2016 - 14:53
La miglior auto per VERI appassionati di guida in questa fascia di prezzo.ho avuto l'occasione di salirci come passeggero per un paio di volte in pista a monza e franciacorta e ne sono rimasto positivamente colpito anche se già mi immaginavo che sarebbe stata una bella sorpresa...ha un telaio ottimo e molto ben equilibrato.chi insiste con i pochi cavalli di sicuro sarà un mostro della guida a parole.già con questa il vero limite lo trovano in pochi tra le curve.su rettilineo anche io sono bravo.auto magnifica per me.poi sono punti di vista più o meno condivisibili
Ritratto di NITRO75
8 luglio 2016 - 15:04
Autoveicolo inutile, la sua presenza o meno nel mondo dell'automobile è ininfluente.
Ritratto di MAXTONE
8 luglio 2016 - 16:27
Un po' come il tuo commento oserei dire.
Ritratto di bluspazioprofondo
8 luglio 2016 - 19:03
Perché, l'ennesimo SUVvino wannabe iperprezzato da 35enne medio pseudomodaiolo e pseudotecnologico con moglie 2 marm@cchi urlanti é utile?
Pagine