NEWS

Dalla Toyota il motore a idrogeno

Pubblicato 02 maggio 2021

Sarà sperimentato nelle corse il motore endotermico alimentato a idrogeno della Toyota. Può essere una soluzione per il futuro?

Dalla Toyota il motore a idrogeno

RIPROVIAMOCI - Siamo abituati a pensare che le auto a idrogeno siano elettriche a fuel cell. Il leggerissimo gas viene quindi immesso nelle celle a combustibile nelle quali, combinandosi con l’ossigeno dell’aria, genera elettricità che alimenta il motore di trazione, come nella Toyota Mirai, l’auto più avanzata di questo genere. Ma la Toyota vuole provare anche un’altra soluzione e propone l’idrogeno come combustibile da bruciare direttamente in un motore endotermico. Questa combustione è amica dell’ambiente perché non produce CO2 (non c’è il carbonio dei combustibili fossili), ma solo vapore acqueo, eccezion fatta per la piccola quantità di olio che può passare in camera di scoppio e lì bruciare, come accade per tutti gli altri motori a scoppio. Dobbiamo aspettarci, come sottoprodotto della combustione, anche un po’ di ossidi d’azoto NOx perché l’aria è fatta in maggioranza di azoto che si può combinare con l’ossigeno in camera di scoppio. 

LA BMW CI HA RINUNCIATO - Il motore endotermico alimentato a idrogeno non è una novità assoluta: diversi costruttori ci hanno provato prima, fra cui la BMW, che per anni ha sviluppato il motore a idrogeno V12 riuscendo infine, nel 2006, a mettere in produzione un piccolo lotto di 100 Serie 7 da affidare a clienti selezionati, ma poi nel 2009 ha cancellato il progetto interamente, concentrandosi su altre tecnologie (qui la news). Quella della BMW era una soluzione molto complicata perché, non solo il possente 12 cilindri poteva andare anche a benzina, ma l’idrogeno era stoccato allo stato liquido, in speciali serbatoi super-raffreddati.

GAS DA CORSA - Oggi la Toyota presenta una soluzione decisamente più semplice (vedi il video qui sopra), che sarà sperimentata prima nelle corse. Rispetto al progetto BMW l'alimentazione è monofuel a idrogeno e il gas viene conservato allo stato gassoso e a temperatura ambiente in bombole ad alta pressione. La casa giapponese ha dotato di questo motore una Corolla Sport che debutterà in una 24 ore di endurance il 21 maggio nel team ORC Rookie Racing, in una gara del campionato Super Taikyu Series 2021. Il motore è un 3 cilindri turbo 1.600 mentre la trazione integrale deriva da quella della sportivissima GR Yaris. La casa riporta che i sistemi di alimentazione e iniezione derivano da quelli utilizzati con i motori a benzina.

PIÙ PRONTA E IMPEGNATIVA - Koji Sato, presidente del reparto sportivo di Toyota Gazoo Racing, durante la presentazione del progetto ha affermato che la combustione dell’idrogeno è otto volte più veloce rispetto a quella della benzina e quindi il motore è più pronto nella risposta all’acceleratore. Questi motori dovrebbero quindi avere il potenziale per il divertimento di guida pur essendo a emissioni locali praticamente pari a zero. Ovviamente il propulsore è costruito per sostenere le alte temperature e pressioni della combustione dell’idrogeno ma non si tratta di cose insormontabili, come dimostrato dai motori a GPL e metano. Nella stessa presentazione Akio Toyoda, presidente della Toyota, ha voluto enfatizzare la sicurezza raggiunta dalla moderna tecnologia dell’idrogeno dichiarando che “molte persone in Giappone associano l'idrogeno alle esplosioni. Quindi dimostrerò che è sicuro guidando io stesso in una gara”. Siamo convinti che la tecnologia dell’idrogeno sia ormai molto sicura ma rimangono, per le applicazioni di massa, i dubbi su produzione e trasporto del gas e sull’efficienza: produrlo richiede molta energia e anche i motori endotermici rendono meno di quelli elettrici. 

Qui sotto il video nel quale si può ascoltare il suono del tricilindrico a idrogeno.

Toyota Corolla
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
105
59
47
21
21
VOTO MEDIO
3,8
3.81423
253




Aggiungi un commento
Ritratto di Mark R
3 maggio 2021 - 14:12
@Er germanico: Il problema in Italia, per quanto riguarda la potenza disponibile nel privato, in primis per l'infrastruttura ma anche per via dei costi fissi della potenza impegnata (cosa che in Germania non c'è)... Io a casa ho la trifase (almeno non ho problemi di infrastruttura) e posso richiedere fino a 30 kW (33 con la tolleranza e 40 kW per 3 ore consecutive) però il problema è che andrei a pagare circa 55€/mese per la sola potenza impegnata e un "una tantum" di circa 1800€, nel mio caso, per la richiesta.
Ritratto di Sdruma
3 maggio 2021 - 15:10
1
conosco 4 persone normali che abitano in germania, e riferiscono gli stessi dubbi e problemi di Noi comuni mortali qui in Italia; non siamo l'unico paese al mondo con infrastrutture vecchie, come le tanto decantante Autobahn, bellissime da fare, ma il manto stradale non è drenante, ci sono 2 corsie solo e non è assolutamente possibile farsele tutte a 300 all'ora come qualcuno prova a raccontare qua dentro. Comunque mi piace la sceneggiatura del film che hai messo su, bravo!
Ritratto di Er germanico
3 maggio 2021 - 18:07
Si 4 persone normali certo... saranno Ciro il pizzaiolo, Vito il muratore, Giuseppe lo spazzino e Salvatore il disoccupato che vive grazie ai contributi. Chiedi a 4 persone normali tedesche e ti confermeranno ciò che dico, i 4 immigrati sottopagati di basso profilo invece ancora non sanno la differenza fra Du bist e Wir sind, cosa vuoi che ne sappiano di come funzionano i contratti con il fornitore di elettricità. Riguardo alle Autobahn non è perchè tu hai percorso solo un tratto a due corsie allora tutti i 14mila km sono a due corsie. Ci sono pezzi a due corsie, a tre corsie, a quattro corsie e pure a cinque corsie su tratti molto trafficati, se vuoi andare a 300 all'ora poi di certo non lo vai a fare quando c'è traffico ma lo fai quando la strada è libera, ecco un tutorial: https://www.youtube.com/watch?v=dbrF_NJNXc8 come vedi anche 330 se vuoi. L'unica cosa vera è che non c'è l'asfalto drenante, ma questo non serve in una nazione dove la gente compra pneumatici premium e li cambia regolarmente senza aspettare di arrivare alla tela come in Italia. Ps ora però non dire che pure il video in allegato è un film. Questo naturalmente non IHMO ma con rispetto parlando. Un saluto. Er Germanico.
Ritratto di Sdruma
5 maggio 2021 - 12:12
1
Son tutti e 4 tedeschi e giovani, non sparano a casaccio solo pregi scritti e riscritti ovunque che però vanno sempre a cozzare con un fatto; non tutti sono ricchi in germania, e non tutto è perfetto come sembra; poi ovvio, se hai le smanie di sminuire qualsiasi cosa solitamente si fa sempre il riferimento germania vs Italia o francia che ai meno intelligenti sembra il modo migliore di vincere una discussione. per il video ok, 330, ma ripeto, non ti fai tutto il tragitto a 300 all'ora; e sul discorso pneumatici, vedo con piacer che sei il classico detentore della verita assoluta. La Germania è un eccellente paese, ma ha svantaggi e vantaggi come qualsiasi altro, non cè meglio o peggio, se uno è ricco sta bene anche in Cina, la differenza è nella classe media, che un pò qua e un pò là non ha mai la perfezione.
Ritratto di Er germanico
5 maggio 2021 - 14:40
E sentiamo, cosa ti avrebbero raccontato questi quattro giovani tedeschi a proposito delle problematiche di ricaricare l'auto? Qua a Würzburg (ma è così in tutta la Germania) c'è la trifase ovunque e basta scegliere il contratto col fornitore adeguato alle tue esigenze, non c'è alcun problema a caricare l'auto elettrica al massimo potenziale AC, se ti hanno detto altro o non capiscono niente perchè vivono con la mamma che pensa lei a pagare le bollette quindi manco sanno chi è il loro fornitore oppure ti stai inventando tutto. Chi ha detto che tutti sono ricchi in Germania, questa è un altra cosa che ti stai inventando, rispetto all'Italia il potere d'acquisto medio, cioè della classe media, è nettamente superiore, ma mica è stato detto che si tutti vivono come un dirigente di Montecarlo. E chi ha detto che fai i 300 km/h tutto il tempo? Già le auto capaci anche solo di toccare i 300 km/h sono forse lo 0,1% in Germania e lo 0,00000000000001% in Italia, chi caspita ha mai detto che si può fare un tragitto intero a 300 km/h, un altra tua invenzione. Al limite con una buona auto puoi fare svariati km a 240/250, questo si, ma 300.... tra l'altro ho un tutorial anche x questo, con una semplice BMW di 10 anni diesel e con soli 245 cv fai tranquillamente questo in Germania https://www.youtube.com/watch?v=1J2VygXuzDM (da notare poi come il tedesco disciplinato non appena compare un limite abbassa di colpo la velocità, mentre in Italia manco li vedete i cartelli, la gente va piano ma alla velocità che vuole non in base alla segnaletica).
Ritratto di Roomy79
2 maggio 2021 - 17:29
1
Trollone
Ritratto di Oxygenerator
2 maggio 2021 - 18:10
@ Roomy78. Se intende dire che l’auto elettrica non è per tutte le tasche, per ora, è vero. Ma per l’utilizzo che tante persone fanno dell’automobile, giornalmente, l’elettrico è più che sufficiente. Non è vero che riscaldamento e condizionamento non si possono usare. Per la ricarica, l’elettrica di cui mi sono interessato costa meno di 3 € per 100 km. Si faccia i suoi conti.
Ritratto di Aprilia
3 maggio 2021 - 09:26
Dacia Spring , 230 km e 9950 EU dopo incentivi , mi sembra interessante
Ritratto di Aprilia
3 maggio 2021 - 09:25
La hai mai provata ? Hai fatto un viaggio ? Quanti km fai al giorno ? Puoi caricare lentamente in box ? Prima verifichi e poi commenti
Ritratto di Badboyberna
3 maggio 2021 - 15:15
toyota sta anche sviluppando la batteria a stato solido che in 10 min potenzialmente ricarica 500 km di autonomia
Pagine